TOP

La programmazione sugli schermi della Pina è un pochino saltata. Tornata dal mio week end lungo sono alle prese con alcuni lavori in casa, quindi non ho molto tempo per mettermi dietro un pc e oziare. Oggi però posso sempre rovinarvi

Buona Domenica! Svegliate bene?

Io non tanto. Appena ho aperto gli occhi il Giammy mi ha ricordato di aver prenotato un brunch in una trattoria Campana.

In teoria il brunch sarebbe una colazione tarda che si prolunga fino a pranzo. In Italia è un pranzo anticipato dove vedere le amiche e spettegolare. Noi italiani non ce la facciamo proprio a non mangiare.

A parte la questione che questo brunch il Giammy l’ha prenotato che stavamo sdraiati su un Caicco in Grecia… non mi va di mangiare. Cioè sì di mangiare, ma non di sfondarmi di paste napoletane, mozzarelle e chissà cos’altro. Il mio sedere è già espanso senza bisogno che mi aiuto il mio orsetto lavatore! Poi al rientro pranzo dalla Duchessa, pranzi con amici ora questo. Il ventuno nuovamente da mia madre per festeggiare il compleanno. Tra l’altro… “Giammy se stai leggendo! Ti ricordi che il ventidue è il mio compleanno? Lì si che mi devi portare fuori a cena! Giusto? O almeno una colazione strabiliante con annesso bigliettino pieno di ammore… sì con due emme ma anche tre”. (E’ già tanto se mi manda un messaggio con scritto “buon compleanno”… possiamo parlare degli uomini? Un’altra volta magari? Vabeh).

Per vostra disgrazia anche questa volta sono sopravvissuta! Sia al Caicco che al moto cross. La cosa assurda che sulla barca stavo bene, mentre quando sono scesa ho cominciato a soffrire di mal di terra. Stranezze da donna piumata!Notizie di

tokyo

Questo è ovviamente un post programmato. Ci troviamo il quel di Tokyo, io ed il Giammy. Il viaggio è stato organizzato in 4 giorni e più per me che per voi (scuatemi hihi) mi sono creata delle mini guide da poter avere sempre sul mio iPad. Ogni qualvolta avrà una connessione sicuramente vi scriverò, non posso stare senza le mie papere. Con me c’è la mia fidata Peppina e la Nikon pronta allo scatto. Dato che però, mi conosco, una volta tornata a Milano sarò di nuovo presa dal turbine bianconiglio, ho deciso di portare con me anche una compatta che fa video in HD. L’idea è quella di fare un video diario del viaggio così che possa (spero) raccontarvi meglio questa fantastica avventura e possa costituire, per me, un bel ricordo. A grandi linee le nostre tappe.