TOP

Sono passate due settimane. Solo due settimane.

Mi sembra un secolo, mi sembra una vita. Se chiudo gli occhi e cerco di ricordare, mi pare di vedermi addirittura più piccola, di altezza però. Minuta.

Sarebbe così semplice dire: signori miei è successo questo. Non riesco ancora a scriverlo. Però posso raccontarvi del contraccolpo.

Era la sera del sette ottobre. Era domenica.  Il piano il seguente: una torta per dei bambini, un puncake salato e qualche muffin. Facile.

Un progetto in testa. Un taccuino blu dove annotare frasi, ingredienti, ricette.

Alle 23.00 di quella domenica avevo sfornato tutto. Ero contenta del risultato. Meno dell’odore in cucina.

Niente mi avrebbe fermato.