TOP

violetta

Solitamente sono per i post positivi. Far conoscere un luogo, un ristorante, un’idea. Oggi però dopo aver letto l’ennesima recensione stratosferica di un locale che conosco molto bene, devo dire la verità.Si tratta di un piccolo bar in zona Brera. Si chiama Di Viole di Liquirizia. Sicuramente lo noti. L’aspetto è molto carino. Piccolo locale in stile francese dove vi sono ragazze molto carine e cortesi. Non ho volutamente utilizzato la parola pasticceria. Molte recensioni e articoli di giornali hanno dichiarato che è la miglior pasticceria di Milano dove si possono trovare i cupcakes. Andiamoci piano con le parole. Per me la Pasticceria è qualcosa che ti offre gusto, varietà e presentazione. Il localino grazioso è più un angolo chic, essendo in Brera, dove è facile trovare gente che non ha bisogno di lavorare mentre sorseggia un caffè e mangia un piccolo cupcakes.E veniamo ai dolci. I cupcakes sono sicuramente graziosi da vedere, ma al gusto sanno solo di burro. Lavoravo proprio voicino a questo locale e spesso sono andata per pranzo. Si fanno anche piatti e ciò é sicuramente dovuto alla necessità di avere entrate durante tutto l'arco della giornata; di certo gli affitti in Brera non sono ragionevoli. Il menù non é molto variegato, ma ci sta date le dimensioni del locale. Insalate e torte salate. I tavolini sono talmente piccoli che si fa fatica a mettere olio e sale. Siamo in Brera e per tanto la gente si ammazza per sedersi sugli unici quattro tavolini a disposizione. Io che abito a Milano e posso andare in Brera come e quando mi pare, onestamente passare l’unica ora d’aria dal lavoro seduta in un tavolino striminzito, con il rischio di far cadere la forchetta... proprio non mi va. Ma torniamo ai cupcakes. La prima volta l’ho assaggiato di buon grado. L’ho preso al pistacchio, mia passione. Ebbene. La base era un insulso cupcakes burroso (forse alla vaniglia, forse) e la crema …beh non era crema di pistacchio. Era crema di burro colorata di verde e qualcosa che richiamava il gusto pistacchio.