TOP

Ma buongiorno! Dalla finestra non vedo altro che nebbia, ma anche questo è il fascino di Milano. Erano anni che non si vedeva più la nebbia. Si beh forse non è proprio tipica di dicembre, sarebbe dovuta arrivare magari un pochino

Buongiorno. Sapete quando qualcuno vi fa un torto, un torto grande, uno di quelli che dite "se solo avessi i soldi lo porterei in tribunale?". Ci sono momenti della giornata in cui io urlo "chiamo il mio avvocato!". Io non

Liguine01

Il 14 ottobre è stato il compleanno del Giammy. Anche lui tende ad invecchiare a differenza mia però non matura.

Resta sempre l'allegro minchione di sempre. La qualità che di più amo nel mio orsacchiottone è il fatto che dica sempre "possiamo fare tutto basta volerlo che c'è vò!". Il difetto più grande è essere un orso di alta montagna che non si fa mai coinvolgere. Capite bene che siamo una coppia bizzarra.

Io costantemente dico "Giammy Giammy", come una bambina, gli tiro la manica e indico cose che lui non vede. Devo proprio portacelo davanti, allora poi lui mette a fuoco e dice un misero "bello". Il Giammy non è un uomo di molte parole. Eppure quando scrive le mail fa dei capolavori, utilizza termini arcaici e ficca dentro qua e là parole in latino. L'amministratore di condominio si è dovuto inchinare di fronte a cotanto lessico.

Il Giammy non è cattivo, ma appare menefreghista, e forse, dirla tutta, un po' lo è. A lui non interessano molte cose e non ama farsi coinvolgere in cene e chiacchiere. Io invece vorrei sempre, beh lo faccio in continuazione, parlare. Parlo e parlo, racconto e...come dice lui, sempre le stesse cose.

Io e il Giammy siamo come un Minion che si trova a casa di Homer Simpson. Capite bene che.... o:O

C'è un momento in cui tutto si appiana. Dove io parlo di meno e lui di più. In viaggio. Se siamo in viaggio io passo il tempo a bocca aperta, o chiusa masticando e provando cibo locale. Il Giammy legge la guida, si informa, mi spiega e risponde alle mie domande idiota.

Il Giammy sostiene di essere già pronto per la paternità perché ha adottato un fagotto di pelo, cioè io.

Per il suo compleanno volevo fare qualcosa di sfavillante, ma lui come sempre lavorava. Mi è tornato a casa tardi ed il giorno dopo aveva un treno alle sei per Roma. Così ho deciso per la pasta, in casa nostra non si mangia molta pasta.

Questa, anche se le foto fanno schifo, è una pasta speciale. Non solo per i colori, i gusti, ma perché quella sera il Giammy ha detto delle cose.... Che le mie orecchie ... Peccato che il giorno seguente siano svanite!

guazzetto02

Se non si è capito, amo il pesce. Mangerei pesce in ogni momento. Amo il pesce marinato, crudo, cotto. Al forno, in pastella. In insalata. Predilico il pesce da solo, quindi i primi i fritti insomma. Ma mangio anche quelli.

Nella mia personalissima Top 5 ci sono sicuramente le ostriche, il granchio e ogni tipo di tartare. Adoro l’impepata di cozze. Negli anni sono stata capace di mangiare una porzione per tre, da sola. Altra cosa che amo alla follia sono le alici.

I pesci quelli “stupidi” diciamo che non sanno di pesce, li mangio, ma non rientrano nella mia top 5. I primi di pesce li mangio e mi piacciono, ma non è amore perché il pesce mi perde di gusto per lasciare spazio alla pasta. Così come il filetto di pesce al forno, va benissimo. Ma. Non vi è quel sacro gusto di mare che mi da alla testa.

Quando mi mangio un granchio, sotto gli occhi divertiti e affascinati del Giammy, oltre a sporcarmi tutta succede che la voracità lascia spazio alla lussuria più totale. Mangio il granchio come un poveraccio che non mangia da mesi, e questa voracità mi lascia senza fiato. Fa si che non introduca abbastanza ossigeno. E alla fine sono sfinita. Ansimo, mi gira la testa. Il Giammy mi guarda e sempre commenta “la gatta”. Se avessi i baffi passerei cinque minuti successivi a leccarli.

Il Granchio è il massimo della mia lussuria con il cibo. Penso che io e Signor Granchio ci facciamo degli amplessi veloci e carichi di passione. Poi le chele con il loro ripieno che, mi spiace dovervelo dire, vanno succhiate con impegno o vi perdete il meglio. E quando pensi che sia tutto finto, il Granchio sa offrirvi anche altro. Vi è una testa da prendere a martellate e di cui divorare l’interno. Non sentitevi male, rispettate il vostro amante. Siate come una matide religiosa. Amate e divorate. Amate e divorate.

Lasciando per un momento i miei personali rapporti con il Signor Granchio. Ho fatto il Caciucco alla Ligure. Vi ho spento in un secondo la libido, lo so. Che volete farci. Noi papere siamo così. Un minuto prima goduriose, l’attimo dopo isteriche e vecchie bisbetiche. Povero Giammy.

Mentre sorseggio una tisana alla liquirizia e menta peperita sono qui per voi. Va bene non ci crede nessuno. Soprattutto se vi dico che sto per riepilogare questo ottobre e quello dell’anno scorso per … No. Non ci riesco proprio. Io che do consigli a voi. Non si è mai visto.

Insomma io riepilogo, anche perché la tisana è duecento gradi e deve freddare. Ecco così è già più credibile

Il mese di ottobre inizia sempre con al Peppina che starnazza "Zucca, zucca. Tu si una Zucca" e si finisce con "basta pasta di zucchero, basta dolci!". Non riuscite a capire il nesso logico, aspettate e capirete.

zucca_header