TOP

Saranno giornate strane le prossime. Ho una scadenza. 15 marzo. Me la sono imposta. Vediamo se ci riusciamo, va. Cercherò di esserci sul blog, ma non garantisco nulla. Mi volete tra gli scaffali ecco. Allora prima mi devo eclissare. Sul serio.

Sul fatto che io non mangiassi i porri ho già parlato in passato. I cardi? Altra verdura sconosciuta. Fino all'altro giorno. Volevo rifare lo sformatino di porri, poi c'erano questi cardi lunghissimi. Ho pensato "Lo sai che i Cardi sono alti,

cake_riso01

Ieri sera il Giammy mi dice: “mi sogno il cake di riso che mi hai fatto prima di partire. Me lo rifai?”. Ed io “Quale?”. Prendo la mia chiavetta USB e trovo delle foto che ritraggono effettivamente un cake di riso. Il problema che non mi ricordo come l’ho fatto!

Ricordo perfettamente che ho messo il riso, le sardine e il finocchietto. Certamente avrò fatto bollire il riso e l’ho steso sulla teglia…però c'era qualcosa che ho mescolato sapientemente per dare gusto e... che gusto!

Così come ho trovato altre fotografie e nessuna ricetta. Perdo colpi e pesantemente. Ho una moleskina piena di pasticci culinari e visivi. Un’altra con la bozza di un altro libro . Ebbene sì. Tremate gente,tremate! E poi un’altra con gli appunti per il Natale. Perché è il primo settembre e sono già in ritardo.

Sono esaurita.

La ricetta però più o meno faceva così.

rotolo_salmone03

Sono una persona complessa. In apparenza una cosa, dentro tutt'altro, un pò come il Signorino qui sopra.

Sto però cominciando a pensare che non sono io il problema, ma il mondo. Detta così viene fuori quanto io sia egocentrica. Mi sento un po’ come un alieno su questo mondo. Vi osservo e proprio non capisco. Non comprendo l’astio, le cattiverie gratuite e l’invidia.

Ultimamente sto notando molta invidia, prima la vedevo solo nei miei confronti, ora è di tutti verso tutti. Una persona non può pubblicare una fotografia o dire che è andato a vedere uno spettacolo che son tutti pronti a dire “altro che crisi! Vai a lavorare!”. Non siamo mica normali, eh.

Ci sono persone che lavorano tutta una vita per potersi regalare un viaggio da sogno. Altre che magari hanno una sola borsa firmata, ricevuta il giorno della propria laurea, e che oggi si ritrovano a guadagnare 1.200 € (e so già che qualcuno dirà “li voglio guadagnare anche io questi soldi).

Non possiamo semplicemente fare il nostro. Farlo ogni giorno. Alzarci la mattina e dedicare cinque minuti di attenzione alla nostra famiglia. Essere contenti perché il treno che è sempre in ritardo miracolosamente è in orario. Dire semplicemente “che bella borsa!”, invece ch pensare “il marito deve essere pieno di soldi”. Io invidio chi riesce a fare tante cose: famiglia, lavoro e hobby. Non mi interessa se ci riesce pagando una tata o tutta da sola. Ho un pizzico di invidia per chi lo fa con il sorriso e si code tutto questo tran tran, io non so se ne sarei capace.

Non mi piace chi non si accorge delle cose, di chi non osserva. Io mi accorgo di tutto ciò che ho in torno a me e sono abbastanza capace di comprendere chi ha un tenore di vita assolutamente lontano dal mio, sia in alto ch e in basso, ma mi fermo li. A volte comprendo di più chi ha i soldi e li spende, piuttosto di chi arranca per far finta di averli.

torta_speck04La torta salata è la classica cosa che piace a tutti ma che si fa o quando si ha qualcosa da finire o quando proprio non si sa cosa cucinare. Io rientro in entrambe le categorie con l’aggiunta “o quando ci sono lavori in casa da fare”. Grandi pulizie? Imbiancare, trasloco, cambio armadi? Arriva dritta mia madre con la sua torta salata. Fa una sfoglia senza burro e cerca di ridurre il contenuto morbidoso del formaggio inserendo tutta la verdura che riesce a cacciarci in una torta salata.Ecco io non seguo esattamente le sue ombre in fattore di leggerezza. La verità che amo le torte salate, ma essendo una produttrice di colesterolo, non dovrei proprio mangiarle. Sul perché nonostante non mangi praticamente nulla con colesterolo, mi muova come una forsennata (e non sono certo in sovrappeso), continui ugualmente a produrre colesterolo negativo, ones talmente non lo so. E la frase “è genetica”. Un cavolo. Nessuno in famiglia ha problemi di colesterolo. Pare che il colesterolo venga prodotto “gratuitamente” dall’organismo nei soggetti ipertesi per proteggere il sistema nervoso. Non so se questa teoria mai certezza, ma io ci credo fortemente. Non vi è nessuno più nevrotico di me. Comincio a pensare che io proprio un figlio non lo debba fare; per il bene del Giammy e dell’umanità. Immaginate me incinta e isterica. Lasciamo stare.Si stavamo parlando di torte salate da queste parti.