TOP

merlo

John e sua moglie, si erano trasferiti in un piccolo paese nelle campagne toscane. Erano originari del Texas e sognavano di trasferirsi in Italia da sempre. La moglie era convinta che Aldo Lecchi fosse un farabutto, quest'ultimo aveva venduto la casa ai coniugi Bell.  Il terreno tanto decantato come fertile non era in grado di far crescere neanche un ceppo di insalata. Le stanze, per quanto la signora Bell cercasse di scaldarle, erano sempre fredde.

In paese si diceva che Lecchi fosse amico dei fantasmi. Tutti credevano che era grazie a questa particolare amicizia che fosse diventato ricco. Vendendo le case dei defunti agli stranieri.

La signora Bell negli anni aveva dato non poche preoccupazioni a Lecchi riuscendo per fino ad impedirgli di vendere altre case agli americani. Lecchi non ci stava per niente. Se lo accusavano di essere un truffatore lo sarebbe stato per davvero.

Mise in giro la voce che la casa di Bell fosse infestata dai fantasmi. Di notte, per una settimana, andò in casa loro facendo sbattere porte e finestre. Distrusse l'ingresso di casa, sparpagliò la posta in cortile. Convinse anche il parroco  a lasciare dell'incenso davanti casa.

La signora Bell era molto spaventata. Non credeva nelle stupidaggini dei compaesani, ma un giorno, mentre si trovava nelle campagne, vide uno strano merlo. Era più grande degli altri, i suoi occhi parevano di vetro. Il suo suono era diverso. Inquietante, sembrava che le stesse dicendo qualcosa. Quando raccontò l'accaduto al marito fece spallucce e continuò a bere il suo Chianti come se nulla fosse.

Da quel giorno la signora Bell cominciò a vedere creature strane nei boschi e una misteriosa vecchia che attraversava il frutteto del vicino. Ogni qualvolta vedeva queste creature c'era sempre il merlo con gli occhi di vetro.

Sapeva che Lecchi aveva distrutto il suo giardino e che era stato sempre Lecchi a distribuire candele rotte nella sua auto. La signora Bell, tuttavia, dubitava fosse in grado di cavare gli occhi ad un merlo per farle dispetto. Convinse, così, Lecchi a verificare se ci fosse per davvero un merlo dagli occhi di vetro nelle campagne adiacenti.

Lecchi fu ben lieto di aiutare la signora Bell, sperava così di farsi pagare e di acquisire nuovi clienti. Sarebbe diventato il disinfestatore di fantasmi delle case da lui stesso vendute. Le dicerie sul suo conto sarebbero state la sua fortuna.

Armato di mantello e biscotti al miele attraversò fischiettando le campagne. La signor Bell poco distante chiusa in un pesante cappotto.