TOP

Il giovedì è il giorno dei disperati, non me ne sono dimenticata. Semplicemente non cucino più. Fa troppo caldo. Mi cibo  di cipolle, cetrioli, pomodori e frutta. Queste però sono le ultime settimane prima della mia partenza, ed allora meglio continuare

Buongiorno disperati. Questa è la rubrica per chi proprio non sa cucinare, per chi arriva alla sera tardi e dice " ora cosa si mangia?". Per chi "io odio cucinare" e ancora "quando stavo da mamma

salvacena

Disperati, buongiorno!

Sono un attimino in ritardo con la pubblicazione del post, ma il mio orsetto lavatore ha la febbre a 39! Il ragazzo (vabeh ragazzo...) voleva fare la sua consueta trasferta romana ed io gliel'ho impedito solo chiedendo "ma la febbre te la sei misurata?"

Questa notte mi ha svegliato da quanto tremava. Tre coperte e continuava a tremare. Nel sonno delirava pure, ha detto un qualche cosa che non ho molto compreso. Oggi sto andando di spremuta, zucca e caco. E non importa se mi dice "Pina risotto alla salsiccia". Gli ho detto di si ma non sa che gli cucinerà la zucca. Lui è il malato, io l'infermeria. Almeno per un giorno comando io! Beh ok a dirla tutta comando io sempre, anche se lui non ha ancora capito che è inutile brontolare e opporre resistenza, tanto poi si fa come dico io.

Voi altri con influenza e raffreddore? So che stanno già raccomandando i vaccini, io non sono molto per la quale. Se una ha una patologia va bene. Ma se sei adulto, sano , onestamente, lo trovo inutile. La febbre serve anche per cambiare i nostri globuli bianchi e rafforza gli anticorpi. Io son dieci anni che non faccio un'influenza, merito del miele e zenzero. Ogni santa mattina bevo il latte con il miele e poi un cubetto di zenzero.

La ginecologa mi ha detto che lo zucchero alimenta infezioni nel pianeta Venere, io le ho detto che non mangio fritti, maiale e conduco una dieta sana. Non impazzisco per il cioccolato. Amo i formaggi e mi limito però a quelli di capra... insomma ! Non mi può togliere anche il miele! Santo miele! Che le api mi perdonino!!

La ricetta di oggi non stra rapida da Salvacena, ma è facilissimi carinissima gustosssima. Issima. Issima! (Ho troppo vitamina C in corpo...)

salvacena  

Buongiorno disperati, come ogni giovedì si parla di voi. Oggi sono leggermente in ritardo, lo so, e probabilmente molti di voi avranno deciso che questa sera ordineranno una pizza oppure faranno un aperitivo. Mi dispiace. Anche io in questo periodo sono alquanto disperata, ho un po’ di cose da fare. Come tutti. Il problema che non riesco ad organizzarmi ed incastrare tutti i pezzi e soprattutto non mi do delle priorità Per una maniaca dell’ordine e dell’archiviazione è una catastrofe.

Soffro di crisi di mezza età e del tempo instabile.

Ora che vi ho propinato cinque minuti di blabla inutile sulla mia vita, ditemi di voi. Alcuni saranno già alle prese con la maturità, con qualche esame pieno di formule. Altri con gli esami di routin (sangue, urine ect). Taluni hanno già la familiare carica di abbigliamento per spostarsi nelle secondo case con i bimbi in attesa che il marito finisca il suo giro lavorativo.

Molti sono al solito giro, tanti criceti su una ruota panoramica a regalare elettricità per la città. (Bella immagine. Cosa sto dicendo?). Tra l’altro da recenti studi si è appurato che i criceti vanno sulla ruota semplicemente perché gli piace non li obbliga nessuno! E dopo questa potete rinchiudermi in gabbia, insieme ai topi di laboratorio.

Va bene, va bene. La pianto. Sono qui per voi, disperati. La scuola sta finendo, l’estate (dicono) arrivi domani, tutto questo  mi fa solo urlare una parola “melanzana”. E dato che voi disperati, lo so non fingete, la cosa che divorate con più gusto son i panini ho deciso di unire le due cose.

salvacena

Il boom dei Foodblog, come già accennato, risale al 2009; chi quindi volesse cimentarci e sperare di guadagnare pure dei soldi deve avere decisamente caratteristiche fuori dal comune, oltre che essere per davvero un buon cuoco. Vi è poi gran parte della gente, la maggior parte a dirla tutta, che ancora oggi non sa cucinare. Molti ragazzi universitarie, donne, uomini. A queste persone poco importa di usare una buona macchina fotografica per fotografare il cibo, è già tanto se sanno cucinare un piatto di pasta che non sia di gomma. Ci sono poi molte persone che tornata a casa dal lavoro proprio non hanno voglia di cucinare, e soprattutto aprendo il frigo ad attenderle vi è solo desolazione. A queste persone, a quelle che anche solo per una macedonia di frutta cercano su internet, dico “Stai Serena”. Disperate in cucina, oggi siete salve. Ci pensa la Peppina. Dato che io spesso di sera mi ritrovo da sola a cena, ed in tutta onestà non mi va proprio di fare grandi piatti, ho deciso di rendervi partecipi. Ogni giovedì vi sarà la rubrica Desperate Chef ricette talmente facili e veloci che basta un click, ma anche quack. Un salva cena gustoso, non pasticciato, che pure tu che pensi “oddio mi tocca cucinare” riuscirai a sfamarti. L’idea di oggi è una ricetta facile e gustosa che non implica grandi quantità di tempo ma soprattutto preparata con ingredienti surgelati. Ebbene si. Salvati dal Signor Gelo!