TOP

whats

Mia madre ed il PC. Devo ammettere che per essere una Duchessa che ha più di 60 anni (oh voi dite che ne ha 45,eh!) non se la cava male. Ha imparato a scaricare gli MP3 dalla chiavetta USB e metterli sul pc. Anni orsono gli ho creato un account gmail e recentemente è passata a Chrome abbandonando definitivamente Explorer.

E dalla sua necessità di vedere sempre le mail, è nato il regalo di Natale. Le è stato regalato uno Smartphone, niente di impegnativo, ma è un passo avanti. Così quando la Duchessa si trova in vacanza manda mail alla figlia. Dimenticandosi che la figlia non è collegata H24 e che il bello delle mail che tu le scrivi e l’altro risponde quando la vede. Così scattavano i messaggi “ti ho mandato una mail”.

Una settimana fa le ho dimostrato che non deve per forza stare con la Vodafone a vita che, a dirla tutta, in questo momento risulta essere la più cara. E le ho anche fatto vedere che whatsapp è comodo per comunicare con sua figlia, anche all’estero. Un po’ questo, un po’ che mia zia già ce l’aveva alla fine, complice l’offertazza della Telcom, si è fatta internet sullo smartphone. Si, prima usava i wifee degli alberghi ed a casa il suo.

polpettone01Questo polpettone è una contraddizione in termini. È vegetariano, ma è perfetto per accompagnare delle carni importanti. Penso a questo e penso al rapporto che ho con i miei genitori. Contraddizioni.

Io sono la donna dell’incoerenza, ma non mi contraddico. Mi do sempre ragione!

Io alla Duchessa le voglio bene. L’ho capito fortemente a settembre del 2011 quando l’ho vista li sdraiata in quel letto. Capisca due anni, a me sembra ieri. Non diciamo mai ti voglio bene, lo diamo per scontato e pensiamo che sia sufficiente esserci. Non è così.

Ditelo, per favore. Ora alzate il telefono, correte nell’altra stanza e dite “mamma ti voglio bene”. O papà, fratello, amico, ragazzo. E non limitativi a questo, non abbiate paura andate avanti. Motivate, scavate in voi stessi, trovate le parole mai dette. E aggiungete anche “però non sopporto quando mi fai sentire così”. Non temete.

Non vi è tempo per amare. Oggi va fatto.