TOP

Non fa ancora caldissimo, ma gli alberi sono tutti pieni di germogli. La primavera è sboccata e con lei la nostro voglia di evasione, natura e cultura. Inauguriamo la rubrica Frammenti: idee per il week end. La Pina, travel blogger

Sabato ero a Lucca per un matrimonio, vi risparmio il perché mi sono ritrovata agghindata senza mutande. Chi mi segue sui social lo sa :) Ho fatto ampio sfoggio delle motivazione, non delle foto sotto la sottana! Non ero mai stata

Oggi andiamo a visitare Mantova. Una città ricca di storia e arte. Non si può non mangiare la sbrisolona! Mantova, città della Lombardia protetta dal Mincio, ha mantenuto nel corso degli anni il suo fascino di antica capitale dei Gonzaga che

Tra le varie zie siciliane ce n'è una che si è sposata un Bergamasco; lo so, è una di quelle cose strane, come mettere lo zucchero nel pomodoro per poi accorgersi che tutto sommato ci sta.

Ho un ricordo lontano di me con le goccine negli occhi mentre disegno (chissà che robe che facevo dato che avevo la pupilla dilatata) mentre intorno a me si festeggiava mio cugino. Non ricordo se era la Comunione o ... boh.

Il fratello del marito di mio zio (volete il disegno?), di cui onestamente non ricordo neanche il nome è prete. Per la precisione ha un grado di quelli fighi di cui essere onorati, e di cui io non so un accidenti. Bene questo prete, nonché mio zio acquisito, con il grado figo vive in Città Alta a Bergamo. E sì faceva (ora penso sia in pensione) il Prete in una chiesa figa di Città Alta. Era un figo, punto.

Ieri mattina ero partita, come potete vedere dalla fotografia, bella scema come sempre in tenuta da Giamburrasca per andare dritta a Vicolungo Outlet e comprarmi dei pantaloni.

Arrivo lì e mi faccio il mio giro dalla Tommy comprando i calzini che amo. Poi vado in un negozio provo i jeans… e già lì scopro che la 40 mi sta larga di vita ma la coscia chiede pietà. Mi dico “sono elasticizzati” . Vado,così, dritta ad un altro negozio. Cerruti che amo particolarmente. Ci sono dei jeans bellissimi grigi con polverina magica…mi stanno eh! Mi sta la 40 evviva! Peccato che il mio culo si sia espanso e la coscia continui a gridare “ehi! Fammi uscire”. Il jeans mi stava, ma… ma porca puzzola sono gonfia come una mongolfiera.

idro2

Oggi vi svelo il mio posticino speciale. Il mio angolo di paradiso e silenzio. Dove nessuno, al di fuori delle papere, parla. Dove tira sempre vento e si mangia un buon capriolo.

Ci troviamo sul Lago Idro. Tra il lago di Garda ed il lago di Iseo nelle pre Alpi bresciane. Il lago d'Idro è il posto ideale per gli amanti del quieto vivere, dello sport a contatto con la natura e delle vecchie tradizioni.

Il lago non è grandissimo, lungo 12 km e largo 2, per questo che è così caratteristico. Intorno pochi alberghi e qualche casa vacanza. Il lago è balneabile da giugno a settembre e l’acqua, essendo poco profondo (massimo 122 metri) è sempre calda.Vicino al Lago vi è un piccolo borgo, Bagolino. Il comune di Bagolino si trova al confine con la provincia di Treno, tra la Valle Camonica e la Valle Trompia.

Dominato dall'imponente cornone del Blumone, magnifico monumento del gruppo Adamello, il territorio di Bagolino, denominato anche Valle del Caffaro, è attraversato dall'omonimo fiume che nasce al Passo del termine (mt. 2334) che scendendo nella conca del Gaver e quindi alternando ripidi pendii e falsi piani, dopo circa 16 Km giunge al paese, dopodiché piegando bruscamente all'altezza del Ponte Prada entra nella Piana d'Oneda affluendo al fiume Chiese a pochi metri dal lago d'Idro.