TOP

Le frittate non mi sono mai piaciute, per via dell’uovo. Non sono un’amante dell’uovo e avendo il colesterolo cattivo sempre alto senza un perché l’ho eliminato dalla mia dieta (salvo in qualche dolce ove ne metto uno come collante). Allora perché

jap

In questi giorni non sono molto presente e lo sarò sempre meno. Non è a causa della Pasqua che è arrivata con Bunny. Il 25 aprile parto per Tokyo, la mia prima volta. Non solo di andata e, si spera, ritorno per il Giappone ma che affronto un viaggio così lungo. Non ho paura dell’aereo ed abbiamo avuto il culo di avere mille miglia da spendere e quindi viaggiamo comodamente con Alitalia. Volo diretto. Insomma non mi posso lamentare.Il problema che io le novità le rinnego. Mi vado a spiegare. Da marzo che abbiamo bloccato il volo ed io ho preso l’informazione e l’ho gelosamente custodita tra le piume della Peppina. Poi sabato mi fai “Ehi! Testina guarda che andiamo a Tokyo” ed io ho riposto “Pepp che stai dicendo?” e lei mi ha scaraventato addosso il pc per mostrami i biglietti aerei. Li ho realizzato due cose. La prima è l’ennesima dimostrazione che quella intelligente è la Papera, la seconda che io non sapevo nulla.Nulla sul Giappone, a parte dove è nata Sailor Moon, dove si trova Totoro, dove posso trovare Pucca, Ranma, e del buon the matcha. Insomma informazioni davvero utili.Timidamente ho chiesto al Giammy “ma con i soldi?” e lui mi ha riso in faccia dicendomi che forse dovevo prima preoccuparmi di cose più urgenti. Così ho preso la cartina di Tokyo e sono svenuta per diverse ore; quando mi sono ripresa mi sono armata di tutti i miei aiutanti: Peppina al PC, Mr. Danbo alla fotografia, i Rabbids sulla mappa. E beh insomma. #celapossiamofare. Forse.Di sera sono talmente stanca che il vino scorre a fiumi componendo canzoni che troverete racchiuse in una compilation per matti. ( che sto dicendo?).