Lago di Bracciano e dintorni: itinerario 3 giorni

Lago di bracciano e dintorni

Volevo intitolare questo mio viaggio “Oltre a Roma c’è un mondo”; già perché chi, come me, viene dalla Padania scende a Roma per Roma. E li si ferma. Vado a Roma più volte nell’arco di un anno complice il lavoro e tanti amici ed onestamente in oltre 20 anni sono digiuna di Lazio. Il mio proposito per il 2022 è stato: “voglio scoprire la regione Lazio!”.

Ho iniziato proprio il primo di gennaio con un itinerario che vi racconterò presto. Oggi però sono qui per condividere con voi la bella esperienza fatta alla scoperta del Lago di Bracciano.

L’itinerario è stato ideato da Tast and Travel con l’obiettivo di far conoscere il territorio del Lago di Bracciano che ha molto da offrire.  Di cose da fare sul lago non mancano: arte, bicicletta, food, relax ed esperienze.

Ho provato in prima persona l’itinerario di 3 giorni “Gli antichi mestieri” che mi ha portato alla scoperta del territorio attraverso arte, gastronomia e potendo provare mestieri antichi come la telatura, doratura e la lavorazione del vetro. Ma andiamo con ordine.

Informazione pratiche del tuor di Bracciano e dintorni

Itinerario 3 giorni Lago di Bracciano

Pernottamento: Albergo della Posta a Bracciano

Borghi visitati: Bracciano, Trevignano e Anguillara

Come arrivare: da Roma in auto 1 ora (poi dipende da che altezza partite!). Comodo i treno che dalla stazione di Roma Tiburtina in 1 ora e 13 minuti ti porta al Lago.

Io alloggiavo a Roma al mio solito Hotel Oxford ed ho deciso di prendere la metro A fino ad fino alla fermata Valle Aurelia e poi da qui prendere il treno, questo per comodità di orario.

Per prenotare l’esperienza visita il sito :

https://dev-laziooutdoorexperience.pantheonsite.io/

Il Borgo di Bracciano ed il suo castello

Il primo giorno lo abbiamo dedicato alla scoperta del Castello di Bracciano divenuto famoso nel mondo per aver ospitato le nozze di Tom Cruise e Katie Holmes. Nel castello vengono certo organizzati eventi e cerimonie ma merita una vista guidata per scoprirne la sua storia fatta di intrighi, dame e grandi battagli.

Il castello gode di una posizione strategica con vista lago ed ben conservato. Tra le sue mura troviamo dipinti e arredi d’epoca.

Il castello nacque nel 1470 su ordine di Napoleone Orsini che poi viene portata a termine dal figlio Gentil Virginio Orsini nel 1485. Nella sua lunga storia il castello subisce molti cambiamenti inclusi i progetti cambiandone l’uso e facendo evolvere i suoi affreschi.

Il modo migliore di visitare il castello è con una visita guidata che vi porta alla scoperta delle numerose stanze e che vi renda “complici” della storia e delle sue leggende.

Il Castello è aperto tutti i giorni dell’anno con orario continuato, per informazioni visita: https://www.odescalchi.it/home

Lago di bracciano e dintorni gastronomia

Abbiamo pranzato davanti al lago di bracciano presso il ristorante “il Manicaretto”. Ottima location ed ottimi piatti. Di stagione e del territorio ma presentati in chiave moderna. Abbiamo mangiato la panzarella con il pesce di lago e poi la Linguina con il pagro che è un pesce di acqua salata.

Dopo pranzo siamo risaliti al Borgo per scoprire la terrazza di Bracciano ovvero il belvedere della sentinella che fu fu edificato da Gentil Virginio Orsini, signore di Bracciano, nel 1494 per combattere contro le truppe di Papa Alessandro VI, che stavano assediando il borgo. E’ un ottimo punto dove godersi il tramonto, fare un poco i romanticoni e scattare delle bellissime foto Ha una vista sul borgo da “cartolina” (o come direbbero i giovani Istagrammabile) e sul territorio.

Abbiamo trascorso il pomeriggio presso il laboratorio di tessitura con telaio tradizionale. E’ stato molto belle scoprirne la storia e comprendere quanto allenamento e concentrazione serva per realizzare un filato. Alcuni dei partecipanti si sono cimentati anche nel suo utilizzo. (Io no! Era troppo per me 😉 Piedi, mani, fai passare il filo, stai attenta alla pressione dei pedali… insomma se volete un bell’esercizio di Mindfullness il telaio è per voi).

Abbiamo concluso la giornata visitando il forno della Moretta e con una bella degustazione alla Fraschetta La Moretta.

Telaio Bracciano

Lago di Bracciano e dintorni: scopriamo Trevignano Romano

Il giorno seguente ci siamo spostati a Trevignano, che dista da Bracciano soli 14 minuti. Ci troviamo dall’altra parte della sponda del lago.

Il borgo si apre con una delle più ampie e meravigliose viste del lago. La passeggiata per il borgo è in salita ma niente di faticoso anche perché è talmente grazioso che ci si distrarre facilmente.

Da non perdere assolutamente è la Chiesa  della Madonna Assunta in Cielo, da cui si gode un magnifico panorama. Da qui potete decidere di salire ancora per godere di una vista mozzafiato e scoprire La Rocca dei Vico.

La salita è più ripida di quella che abbiamo percorso per arrivare alla Chiesa ma  sono stati messi degli ampi gradoni per consentire quasi a chiunque di raggiungere la vetta. Consiglio comunque scarpe comode e di fermarsi ogni tanto a godere del panorama.

Le origini della Chiesa risalgono al 1500, al suo interno fa bella mostra di sé un affresco che raffigura la morte della Madonna e la sua assunzione e incoronazione in cielo (affresco realizzato nel 1517).

Abbiamo nuovamente mangiato davanti al lago; il lungo lago di Trevigliano l’ho preferito a quello di Bracciano ed offre la possibilità di una bella sosta aperitivo. L’antico mestiere scoperto in questa giornata è la doratura di cui ammetto la mia completa ignoranza! Non sapevo dell’esistenza di artigiani specializzati nella doratura di quadri, mobili e capitelli. Doratura di oro vero non le pacchianate di cui siamo oggi abituati. Un tempo era un vero e proprio mestiere oggi i doratori (i pochi rimasti) hanno un ruolo di restauro.

A Trevignano vi segnalo che c’è anche un piccolo ma ricco museo Etrusco. Sapete che io non son amante del genere ma se voi (e i vostri figli i veri appassionati) volete scoprire nuove tombe etrusche potete farlo.

Anguillara Sabazia ed i suoi misteri

Il terzo e ultimo giorno ci siamo recati ad Anguillara, 16 minuti di auto da Bracciano, ed essendo amante delle storie mi ha molto colpito la leggenda di Sabazia. Magari un giorno qualcuno troverà dei riscontri storici su una città sommersa nel lago e, lasciatemi fantasticare, ci saranno chiari richiami al drago. Già, ho scoperto che il borgo di Anguillara risale al 950 e leggenda narra che c’era un  drago che  terrorizzava la popolazione ma Raimone, membro della famiglia Anguillara,  lo sconfisse in riva al lago. Altra curiosità di questa sponda del lago è che qui venne fatta la prima gara di nuoto. Bisognava nuotare per un miglio esatto e tornare indietro. La cosa buffa che all’epoca non ci andavi in costume ma munito degli abiti suntuosi per dimostrare il ceto di appartenenza… roba da rimanerci secco!

Il mestiere antico scoperto nella giornata è stata la lavorazione del vetro di murano. Che pare non c’entrare proprio niente essendo noi nel Lazio ma grazie a Anne Bondammer abbiamo la possibilità di provare l’esperienza e scoprirne la sua storia. Anne è di origine tedesca ma grazie alla compagna dello zio, che aveva origini Boemie, si è appassionata all’arte vetraria. Ha ritrovato nel vetro la sua passione per la trasparenza degli acquarelli ed ha avuto la possibilità di studiare direttamente da sua zia. Oggi va a Venezia per acquistare il vetro di Murano e poi lavorarlo nel suo piccolo laboratorio. Se volete scoprire i suoi lavori: https://www.instagram.com/annebodammer/

Anguillara lago di bracciano

Informazioni golose su cosa mangiare sul Lago di Bracciano

Ristorante Bracciano: Il Manicaretto cucina pop
Profilo IG @manicaretto_cucinapop

Birrificio Bracciano (birre locali e degustazioni): Birrificio vento forte
Profilo IG @ventofortebeers

La porchetta originale di Bracciano: La Fraschetta la Moretta
Profilo IG @fraschetta_bracciano

Ristorante Trevignano: L’Ostaria fuori porta
Profilo IG @l_osteria_fuori_porta

Ristorante Anguillara: Pescheria Friggitoria Toto
Profilo IG @friggitoria_toto

Ristorate Anguillara: vi consiglio anche il ristorante la ristogatta dove fanno cene da contadino in collaborazione con il museo del contadino che si trova vicino. Per info ed eventi: https://ciccioelaristogatta.it/

Se vuoi vedere tutte le foto di questi tre giorni clicca qui sul mio Album di Flickr. Troverai le foto suddivise per borgo.

Ti è piaciuto? Share!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

2 risposte a “Lago di Bracciano e dintorni: itinerario 3 giorni”

  1. Ottimo riassunto di una bellissima esperienza. Bello leggere di itinerari d’arte emozionanti nei dintorni di Roma, sulle tracce di nobili famiglie, antiche civiltà e mestieri artigianali quasi dimenticati. Oltre Roma c’è un mondo da scoprire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

On Key

Related Posts