Consigli anime per gli amanti dell’arte: Blue period e Given

Consigli anime sentimenti e arte

Oggi vi parleremo di due anime che hanno in comune la passione per l’arte. Dalla matita di questi due talentuosi mangaka i sentimenti dei protagonisti sono così reali da rimanere impressi nel cuore.  Nulla colpisce più in profondità e inaspettatamente di un’opera: tocca le corde del nostro animo e ci fa risuonare lasciandoci intorpiditi ed estasiati.

Entrambi gli autori sono riusciti a riportare prima su carta, nascono come manga, e poi in video tali emozioni.

Se amate l’arte quanto noi non potete non diventare dipendenti da queste serie:

Blue period Di Tsubasa Yamaguchi

Blue period
consigli anime Blue period

“Yamaguchi , conosci l’origine della pittura? Una delle tante teorie è che sia una preghiera. Quindi quando faccio arte prego che la persona che la riceva vada nella direzione giusta.

Yamaguchi è un adolescente che cerca di soddisfare le aspettative dei propri genitori e di chi gli sta intorno impegnandosi al massimo nello studio e dedicando il tempo libero agli amici. Non è felice e quando cerca di esprimere le emozioni che gli affollano il cuore incespica e preferisce tacere finché, durante una lezione d’arte a scuola, scopre di provar passione nel dipingere e per la prima volta si sente vivo.

Il ragazzo decide così di affrontare i propri genitori per seguire il suo sogno ed entrare in un’accademia d’arte ma  diventare pittore non è semplice e Yamaguchi incontrerà diverse difficoltà,  saranno le nuove amicizie che nascono durante questo percorso a permettergli di superarle.

Sono proprio i legami che si creano durante la preparazione dell’esame di ammissione all’accademia d’arte che lo fanno crescere sia come artista che come individuo: amplia la sua visione del mondo,  la conoscenza di sé stesso e di ciò che veramente vuole esprimere attraverso le sue opere.

Molto particolare è lo strano sentimento di amore e odio per Takahashi, un suo compagno alquanto introverso.
Takahashi detesta Yamaguchi a causa della sua popolarità “tu hai tutto dalla vita perché vuoi fare arte? Io ho solamente quello”, mentre Yamaguchi invidia il genio artistico del ragazzo, eppure entrambi sono attratti l’uno verso l’altro.

La serie è presente su Netflix con sottotitoli in italiano e viene pubblicata una puntata a settimana. Inutile dirvi che attendo con trepidazione l’appuntamento settimanale.

Il manga è edito in Italia ed è acquistabile su Amazon:

Given  Di Natsuki Kizu

“Il cuore assomiglia alle corde di una chitarra.
Se non sono ben tese, non producono alcun suono
Se le tiri così forte da far male, fino a quando sono lì lì per rompersi, è in quel momento che…
Che il suono diventa una grande onda che scuote i timpani.”

Inizialmente ho iniziato a leggere il manga online in inglese visto che in italiano non vi era la traduzione, mi sono innamorata perdutamente della storia e dei personaggi della band. Successivamente ho scoperto l’esistenza dell’anime sottotitolato in italiano su Crunchyroll   e son impazzita dalla gioia. Ho sempre sognato di sentire la voce di Mafuyu tanto da volerla estrapolare dalle pagine. Ho guardato la serie tutto d’un fiato e ho pianto tantissimo, preparate i fazzoletti dunque.

Vi sto parlando di uno Shounen Ai  incentrato su una band musicale, ma la musica non è il sottofondo delle vite dei protagonisti: è la vita stessa. Rappresenta il loro respiro, il loro modo di comunicare al mondo e a sé stessi ciò che hanno nel cuore, la forza vitale che li spinge ad affrontare la vita con tutta la forza d’animo che hanno dentro.

E’ una storia sull’amicizia: su come possa salvarti la vita e darti equilibrio quando credi di non avere un posto nel mondo.

E’ la storia d’amore delicata, tenera e totalizzante di Mafuyu e Ritsuka due adolescenti che si incontrano per caso nei corridoi della scuola.

E’ la storia di un ragazzo che non c’è più, che ha deciso che non valeva la pena continuare a vivere.

E’ la storia di chi è rimasto e sta cercando di dare un senso alla propria vita dopo quanto è accaduto.

E’ la storia di Mafuyu che non sapeva esprimere le proprie emozioni perché troppo grandi per essere contenute nelle parole o nelle lacrime.

E’ la storia di Ritsuka che ritrova la passione perduta per la musica e trascina con sé Mafuyu dandogli la possibilità di esprimere il dolore che ha nel cuore e credetemi la sua canzone ve lo spezzerà in mille pezzi.

La prima serie è adatta dai 12 anni, il film invece lo consiglierei dai 14 anni in poi o forse anche dai 16, dipende dalla crescita emotiva raggiunta, perché è incentrato sulla storia dei due componenti adulti della band e ovviamente anche le relazioni sono più mature e difficili da comprendere per chi ancora non conosce pienamente la vita con tutte le sue sfumature.

L’anime è disponibile con sottotitoli in italiano su Crunchyroll  (è una piattaforma gratuita di streaming per anime).

Grazie a Romanticamente fantasy  ho scoperto che il manga è finalmente arrivato in Italia ed è acquistabile su Amazon, ovviamente ho già comprato tutti i volumi disponibili:

Ti è piaciuto? Share!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

On Key

Related Posts