Finalmente il caldo, il sole e la voglia di abbronzatura. Il mondo sembra si sia diviso in due: c’é chi sostiene, a priori, che il sole fa male e c’è chi incita a stare al sole per la vitamina D; e se provassimo ad usare la testa scegliendo una crema solare che ci faccia bene?

In questo articolo voglio affrontare un tema a me caro, il melanoma alla pelle e sottolineare quanto sia importante la scelta della creme solare. Ringrazio subito l’Associazione Italiana Dermatologi Ambulatoriali che ci ha forniti alcuni dati e Bioerth azienda di cosmesi EcoBioche che hanno superato il mio personale test (ovvero la lettura dell’etichetta da parte del mio dermatologo!) . Ma andiamo con ordine!

Bioearth Sun: la crema solare naturale e biologica che ti protegge dal melanoma

Sole e Vitamina D facciamo chiarezza!

Che la vitamina D ci fa bene lo sappiamo tutti; pochi sanno il perché ed il come; vediamo di chiarire, con parole semplici, il concetto.

La vitamina D è una vitamina liposolubile sintetizzata prevalentemente a livello della pelle: l’esposizione a radiazioni UVB trasforma il 7-ideidrocolesterolo in vitamina D3 (colecalciferolo). La vitamina D può essere anche assunta con un’alimentazione corretta (in special modo la vitamina D2). La vitamina D  è fondamentale per l’assorbimento intestinale del calcio e nel metabolismo osseo e svolge un ruolo importante anche nel coretto sviluppo di un buon sistema immunitario e aiuta la modulazione dei processi infiammatori e la risposta alle infezioni.

Quindi… siii!! Il sole fa bene, si i bimbi possono giocare al sole proprio perché l’esposizione a specifiche radiazioni solari (raggi UVB) induce la produzione della vitamina D3. L’ “inghippo” dov’è? La luce solare naturale presenta raggi UVB solo in specifiche ore e questo varia in base alla regione e alla zona geografica.

Come ci ha raccontato l’Associazione Italiana Dermatologi Ambulatoriali questo concetto spesso viene travisato, anche da medici, che lo traducono in: esponiti al sole senza protezione solare, accumula più possibile e solo dopo proteggici.

Intanto, vediamo di capire quanta vitamina D serve al nostro organismo: la dose ideale (secondo le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Salute) è di 600 UI (Unità Internazionali) fino a 70 anni e 800 UI sopra i 70 anni. La cosa che pochi sanno che il nostro corpo non se ne fa niente di un “sovraccarico” di vitamina D, non la stipa per usarla in un secondo momento. Assimilare eccessivamente vitamina D non serve a niente verrebbe consumata (oserei dire “buttata”) dal nostro organismo.

Si può pertanto concludere che esporsi al sole ci fa bene ma che occorre proteggere la nostra pelle; attenzione! Ho scritto proteggere, non schermare, non far respirare e maltrattare. Ora vediamo bene perché.

Dell’importanza della Vitamina D ne abbiamo già parlato, se te lo sei perso clicca qui. Si parla di Vitamina D ed alimentazione.

Il sole non produce solo raggi UVB: Melanoma alla pelle e i raggi UVA

Senza tanti giri di parole l’Associazione Italiana Dermatologi Ambulatoriali ha dichiarato che “20 minuti di esposizione senza protezione solare sono sufficienti a causare danni al DNA. Se poi questi 20 minuti sono ripetuti giorno per giorno per anni nella vita, i danni al DNA si sommano fino ad indurre mutazioni genetiche alle cellule e ad indurre la comparsa di tumori cutanei”.

Purtroppo le stesse lunghezze d’onda UVB  che aiutano a incanalare vitamina D3 sono le stesse che portano scottature e mutazioni genetiche.

Il sole non produce solo i raggi UVB ma anche gli UVA con una lunghezza d’onda maggiore (320-400 nm) e sono questi i veri responsabili dell’invecchiamento precoce della pelle e che sono la causa dei tumori alla pelle.

Quindi per scegliere la crema solare più giusta ecco cosa devi sapere:

  1. nessuna crema solare, neanche a fattore di protezione molto alta, protegge totalmente la tua pelle dai raggi solari;
  2. una crema solare che ti protegge solo dai raggi UVB non ti tiene al sicuro dai tumori della pelle;
  3. una crema solare, come ogni crema che applichi (viso/corpo) viene assorbita dalla tua pelle. La pelle “beve” è quindi importante sapere COSA beve.

Bioearth  linea sun: la mia scelta naturale e biologica

Bioearth è un’azienda italiana di cosmetica con una visione olistica e di benessere che parte dalla filosofia di vita dei fondatori, Sabrina e Paolo.

“L’eccellenza nasce dalla conoscenza” la mission dell’azienda. Bioearth, infatti, per garantire prodotti di qualità, investe in ricerca con l’obiettivo di scegliere materie prime eccellenti: biologiche, naturali ed ecosostenibili.

Sono molto contenta di aver potuto provare la linea SUN di Bioearth perché tutti i solari sono contro gli UVB/UVA e luce HEV (blue rays).

Perché questa linea, già dall’etichetta, mi ha conquistato? Ogni prodotto della linea SUN è:

  • senza profumi aggiunti,
  • 100% vegan (piacciono anche a Scheggia! Non sono testati sugli animali)
  • No parabeni
  • No siliconi
  • No oli minerali
  • Prodotti certificati ecobio e corrispondenza SPF certificata

La crema solare va applicata, su viso e corpo, ogni giorno sia che tu sia in città, al mare o in montagna.

Ti dirò una cosa che ti scioccherà… Applica la crema viso solare SPF 50+ (già testata baby!) che si assorbe in un attimo, lascia la pelle libera di respirare e sopra applica la tua base trucco. Così ti proteggi per davvero. Sii anche quando vai in ufficio e sudi come un porcellino sui mezzi pubblici!

Usare la crema solare esclusivamente al mare, magari poco prima di buttarti in acqua, non serve assolutamente a niente!

Come mi sono presa il Melanoma? In un on the road negli Stati Uniti, attraversando il deserto del Nevada in moto. Zero protezione, esposizione per 2h , disidratata. Il Melanoma è comparso quattro anni dopo e in quei quattro anni, facevo come te, poca crema solare, applicazione al mare e contro voglia. Mi dicevo “la crema solare unge, puzza e mi da fastidio”. Negli anni, obbligata, mi sono informata ed ho capito che c’è crema e crema.

Le creme Bioearth sono piacevoli, per niente appiccicose e si assorbono all’istante, questo è segno che la mia pelle gradisce. Se applichi la crema solare da febbraio (sii febbraio donzella non scherzo) a settembre proteggi la tua pelle che, non dimenticarlo mai, è un organo vitale del nostro organismo.

E, tanto per essere chiari, il melanoma uccide che tu sia donna, uomo o bambino. E’ aggressivo e non ci sono tante persone che possono raccontarlo semplicemente perché  è un tumore bastardo: arriva, ti prende e ti porta via. Io? Sono statisticamente un’eccezione, in un altro articolo ti racconterò la mia esperienza, per ora non mi resta che godermi l’estate, testare tutta la linea SUN di Bioearth ed aggiornarvi con la recensione dettagliata!

Print Friendly, PDF & Email