Una giornata con Tiziana Colombo foodblogger “intollerante”

Una giornata  con Tiziana Colombo foodblogger "intollerante"
by

Un giorno, su Facecebook, ho lanciato un appello “chi ha voglia di raccontarsi?”. Tiziana ha accettato subito con entusiasmo ma dal suo sì a questa intervista è passato un anno e, diciamolo pure apertamente, la colpa è tutta mia! La cortesia, la disponibilità e la pazienza di Tiziana sono fuori dal comune. Come tutte le donne, mamme e nonne, riescono a guardare oltre e, Tiziana, non si è fermata al mio caos apparente ma ha capito che era sincero il mio interesse per il suo blog Nonnapaperina ma ancora di più lo era la voglia di raccontare di un foodblog che parla di intolleranze alimentari.

Ho molte amiche intolleranti al nichel e anche con malattie più complesse che ti portano in quello limbo del “ed ora? Cosa posso mangiare? Niente!”. Le mie amiche le ho viste vacillare, arrabbiarsi e disperarsi. Le ho viste chiedere aiuto, senza risposta, nei biologici e nei supermercati. Le ho viste furiose davanti alle etichette non chiare e nella paura di stare male si sono chiuse per un lunghissimo periodo. Chiuse dentro ma anche in casa. “Come posso fare un aperitivo se non posso mangiare niente?” e anche se le invitavo da me “No guarda lascia stare, la contaminazione, non voglio crearti problemi”.

Non appena ho visto la semplicità del blog di Tiziana Colombo ho subito girato il link a tutte le mia amiche. Tutte ma proprio tutte, mamme comprese, sono rimaste estasiate dal blog Nonnapaperina perché presenta ricette facilissime, suddivise per ingredienti ed intolleranze. In un mondo in cui si fa tanto parlare di celiachia ma nel quale non viene quasi mai posta  la giusta (e doverosa) attenzione alla persona con problemi di intolleranza a 360 gradi, Nonnapaperina è la salvezza di tutte.

La cosa poi veramente incredibile di Tiziana Colombo che mica è al primo pelo! E’ mamma, nonna e nonostante ciò è una professionista instancabile. La sua arma? La semplicità e la conoscenza su se stessa di cosa significa essere intolleranti a certi alimenti.

Nel 2012 Tiziana ha fondato “Il Mondo delle intolleranze”, un’Associazione di promozione sociale, senza scopo di lucro che aiuta chi soffre di disturbi alimentari come intolleranze ed allergie a nichel, lattosio e glutine. Ma non è finita qui; quando l’ho intervista era fresca fresca di inaugurazione della dell’Accademia de Il Mondo delle Intolleranze ha sede a Basiano, in provincia di Milano, dispone di uno spazio di 300 mq distribuito su due livelli dove sono state create aree funzionali alle attività che si andranno a svolgere: al piano terra è stato organizzato lo spazio per i corsi di cucina dove si alterneranno noti chef specializzati in contenuti specifici da trasmettere con cookingshow e laboratori. Al piano superiore, la sala conferenze e seminari dispone di una funzionalità flessibile per diventare location ideale per eventi aziendali che potranno usufruire della seconda cucina dell’Accademia, più ridotta ma perfettamente attrezzata e soprattutto con la luce adeguata per shooting fotografici.

Io ufficialmente sono curiosa di vederla in funzione perché è una cosa stupenda, di cui si aveva davvero un gran bisogno e il fatto che sia stata pensata da una donna con il solo scopo di essere di aiuto è una cosa che rende l’Accademia ancor più speciale. “Cara Tiziana mi auto invito ufficialmente per vedere la realizzazione del tuo sogno”. Direi che è giunto il momento di conoscere meglio questa straordinaria nonna che ci coccola e vizia e ci insegna che si può mangiare sano, goloso e senza stare male.

Tiziana Colombo (Nonnapaperina) una nonna foodblogger molto speciale

1. Com’è nato il nome Nonna Paperina e perché proprio un blog sulle intolleranze alimentari?

Il nome di Nonnapaperina è nato per puro caso. Avevo provato a registrarmi e mi sono accorta che il nome che mi piaceva in origine era occupato. In alternativa, me ne suggerivano altri … ho letto Nonnapaperina e mi è subito piaciuto!A tuo avviso ancora oggi chi soffre di intolleranze alimentare viene visto come un reietto Non da tutti, ma esistono molte persone che la pensano cosi e ci fanno sentire diverse.

2. Le ricette che proponi sono esclusivamente per intolleranti o possono essere un aiuto per per una divulgazione di una cultura alimentare?

Sono per tutti fondamentalmente, ma in particolare possono aiutare gli intolleranti. Il mio obiettivo è quello di sensibilizzare sempre più persone ad adottare un regime alimentare sano e a fare cultura in tal senso.

3. Come nasce l’idea di un’accademia per le intolleranze alimentari?

Da una richiesta sempre maggiore da parte di pubblico, professionisti, medici, esperti, ecc.., di avere un punto di riferimento dove unire le diverse categorie e parlare lo stesso linguaggio.  E’ un progetto al quale lavoravo da tempo e che finalmente oggi è diventato realtà.

4. Qual è la tua più grande soddisfazione raggiunga con il blog Nonna Paperina e perché?

Sono già molto soddisfatta di dove è arrivato il sito di Nonnapaperina. Ricevo conferme e messaggi di soddisfazioni ogni giorno e questo mi fa davvero piacere.

5. Che consigli vuoi dare alle food blogger in materia di intolleranze alimentari?

Il mio consiglio è molto semplice e pratico: se una blogger decide di mantenere un blog che parla di intolleranze alimentari, dovrebbe farlo con criterio. Mi spiego meglio: quando trovo su un blog “200 gr di farina senza glutine” e null’altro, mi viene da chiudere la pagina. La farina di riso è differente da una farina di ceci piuttosto che di quinoa, quindi bisogna cercare di essere precisi quando si affrontano certi temi.

Se volete anche vuoi scoprire tutte le ricette di Nonnapaperina, ecco dove seguirla:

Blog: nonnapaperina.it

Pagina Facebook: facebook.com/NonnaPaperina

Instagram: instagram.com/nonnapaperina

Canale Youtube: Nonnapaperina Youtube Channel

Inoltre se volete un consiglio per un bel regalo ad una vostra amica/moglie/sorella “INTOLLERANZA FOTTITI ” il bellissimo ricettario senza glutine, lattosio e nichel.

Print Friendly, PDF & Email
Share

Esaurita sciura Milanese per vocazione e per residenza. Cucina, Viaggia e Fotografa in ordine sparso e casuale. Starnazza sempre. Non guida, ma va dappertutto.

Comments

  1. Ciao, leggere queste parole, nonostante tutto mi emoziona! Non amo mettermi in primo piano e mi sento una nonna e mamma qualunque. Ti ringrazio per le belle parole e spero di poter continuare a dare il mio sostegno e aiuto a chiunque ne ha bisogno. La porta è sempre aperta e quando vuoi venire a trovarmi in Accademia basta un messaggio. Un grande abbraccio.

Starnazza con me! [I commenti per problemi di spam sono moderati. Appena mi collego li approvo! ]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: