Milano in 2 giorni: cosa fare, vedere e mangiare

Milano in 2 giorni: cosa fare, vedere e mangiare
by

Milano in 2 giorni, non sarà molto il tempo che potrai dedicare alla mia Milano ma certamente potrai farti una idea della sua storia, del suo spirito innovativo e produttivo e gustarti, perché no, i suoi colori e sapori.

Per dove dormire, sapete che sono un’amante degli appartamenti perché ti garantiscono piena libertà anche nel mangiare secondo le proprie esigenze. Per questo vi consiglio di considerare l’affitto di un appartamento a Milano.

Cosa fare a Milano in 2 giorni? I consigli della Sciura Milanese

Per vedere Milano in 2 giorni senza stress la prima cosa sicuramente da capire è che tipo di visita volete fare. Potete optare per una visita completamente culturale tra palazzi, musei e cortili storici. In questo caso vi consiglio di scegliere i vostri top 5 e di provvedere per tempo ed online alla vostra prenotazione.

Se invece, come vi consiglio io, volete vivere Milano allora mettetevi comodi e dimenticate robe tipo discoteche, luci e rumore perché un giro per Milano da Sciura Milanese inizia piuttosto presto!

Milano in 2 giorni: la colazione è fondamentale!

Iniziamo dalla colazione. Un Milanese ama andare al bar a salutare gli amici, a bere il caffè e mangiare un mignon. Il cappuccino non è per i milanesi, il vero milanese prende latte macchiato con un mignon; lasciate perdere cornetti, brioches e tortine robe moderne. Recatevi in una caffetteria storica di Milano sul presto e capirete che vita fanno le Sciure. Vicino casa mia c’è la Pasticceria Taveggia, aperta dal 1909, che con il suo panettone conquistò i signorotti di Milano; oggi trovi personale cortese e arredi degli anni 30 con caffè fumante e pasticceria di tutto rispetto.

Giorno 1: Milano gli imperdibili

Ora che hai fatto colazione, come prima tappa devi recarti subito in Piazza Duomo e fare una passeggiata tra le sue guglie. Salire sulla terrazza di Milano è diventato molto faticoso se non ti organizzi prima. Tante le code, i controlli di sicurezza. Il mio consiglio è di prenotare online, fare il fast ticket e recarti all’apertura ovvero alle 8 del mattino. Ti ho detto che noi a Milano ci alziamo presto! Oltre alla terrazza del Duomo, merita la visita la cattedrale ed il museo. Ci sono tour guidati e pacchetti cumulativi per tutte le info vai sul sito ufficiale del Duomo di Milano.

Prosegui il tuo percorso in Galleria Vittorio Emanuele II perché se hai soldini da spendere il Luxury made in Italy saprà accontentarvi… se no un bel giro sulle palle del toro. Devi fare un giro su te stesso, per tre volte, sulle palle del Toro esprimendo un desiderio. Il mio consiglio è quello di osservare la Galleria con il naso all’insù, le arcate, i dipinti e l’atmosfera principesca sono la cosa ancor più bella dei negozi.

Percorri la Galleria Vittorio Emanuele II fra eleganti negozi, caffè d’epoca e ti  troverai in piazza della Scala.  Lì, fa bella mostra di sé il monumento a Leonardo da Vinci del 1872, il Palazzo della Banca Commerciale Italiana, Palazzo Beltrami e Palazzo Marino.

Se sei amante del luxury non puoi non andare nel quadrilatero della moda partendo da Via Montenapoleone. Se vuoi lasciati incantare oltre che dallo shopping anche dalla storia di Milano, nel cuore del quadrilatero c’è Casa Bagatti di cui io sono innamorata. È un luogo dove respirare davvero la storia della borghesia milanese.

Tra Piazza della Scala e via Montenapoleone c’è un mondo. Io la domenica mattina, quando tutti dormono ancora, mi perdo nelle viettine e mi piace osservare la casa di Alessandro Manzoni, la Chiesa San Fedele o andare nella Piazzetta Giordano dell’Amore. Qui, anche se non si direbbe, siete nel cuore pulsante della Finanza ogni palazzo nasconde un broker o una banca d’affari.

Proseguendo su via dell’Orso raggiungerai Piazza Castello. Se ti volti incontri via Broletto (che amo!) e potresti fare una deviazione in Brera. Ti consiglio un giro in Brera per mangiare perché, a differenza di quello che si possa pensare, ci sono diversi ristorantini dove si mangia bene e sano a prezzi abbordabili. Ne ho parlato anche qui.

Piazza Castello è immensa, meravigliosa; io starei le ore a contemplare il castello, la fontana ed a passeggiare in Parco Sempione.

Il parco è il polmone del centro di Milano con i suoi 386.000 metri quadrati al suo interno ci sono alberi secolari, tra cui l’olmo monumentale. Molto carino da percorrere, con il suo stagno e le infinite panchine dove potersi riposare. Se lo attraversate potrete ammirare lo splendore dell’Arco della Pace, inaugurato il 10 settembre 1838, e dedicato alla pace tra le nazioni europee raggiunta nel 1815 con il congresso di Vienna. Avendo solo due giorni non so quanto tempo avete per visitarlo. L’Arco della Pace è un luogo quasi sconosciuto ai più, dato che ci arrivi solo a piedi tagliando parco Sempione o tramite lo storico tram 2. Potete scegliere di visitarlo al tramonto e pensare di fare un aperitivo in zona, capirete la differenza tra l’happy hour e l’aperitivo milanese.

Per il primo giorno mi fermerei qui, a dirla tutta ci sarebbe ancora così tanto da vendere. La zona Magenta, a due passi dal Castello Sforzesco, che è tra le zone più vecchie e spesso dimenticate dai turisti. Sant’Ambrogio, l’università Cattolica, il cenacolo e gli scavi romani. Tutto questo quartiere è ricco di sapore “vecchia Milano” qui trovi le vere Sciure e i loro nipotini tra boutique, caffetterie e orologiai.

Giorno 2: alla scoperta della Milano moderna

Milano in 2 giorni è un’utopia, soprattutto se sono io a dovervela raccontare. Fosse per me vi terrei con me una settimana! Dopo gli imperdibili di Milano, direi che come giorno 2 dovete puntare ai nuovi quartieri. E quando si dice Milano moderna, non si può che partire dal quartiere Porta Nuova – zona stazione Garibaldi.

Famosa ormai in tutto il mondo, Piazza Gae Aulenti è la nostra piccola New York City, con i suoi grattacieli, il Samsung District ed il Bosco Verticale. Non sarà un caso che qui trovate la sede di Google Italia, la Microsoft e tanti bistrot avanguardistici.

Da piazza Gae Aulenti potete puntare a Corso Como, Corso Garibaldi e ributtarvi in Brera; oppure puntare verso il Cimitero Monumentale di Milano, altra meraviglia. Presso il cimitero troverete le tombe dei grandi di Milano e d’Italia, è un luogo magico sia per bellezza architettonica che per la sua storia. Dietro al Monumentale di Milano c’è Chinatown che inizia con la celebre via Poalo Sarpi. Se vi va di mangiare cinese andate dai miei amici di Wang Jiao e perché no fatevi anche scorte di tè matcha e cover pucciose!

Ora è giunto il momento di prendere la metropolitana, la linea lilla… si quella senza conducente e puntare al quartiere City Life. Se siete amanti dei grattacieli, dell’architettura moderna dovete visitare le tre torri e il quartiere City Life. Io personalmente non amo molto questo quartiere, perché a differenza di Porta Nuova lo trovo “finto” ma capisco che gli amanti dell’architettura non possono perderselo. Qui troverete anche uno shopping center di tutto rispetto.

In questa due giorni milanese ho dovuto tralasciare tantissime cose, ma è davvero impensabile vedere Milano in 2 giorni. I quartieri esclusi sono quello di Porta Venezia che spessissimo non viene considerato perché “solo” residenziale. Sarà che ci abito, ma il quartiere di Porta Venezia offre scorci meravigliosi con il suo stile liberty e i suoi cortili nascosti; senza considerare che è a due passi dal cuore pulsante di Corso Buenos Aires ideale per lo shopping low cost. Altra zona menzionata, ma non esplorata è la zona di Brera che è un gioiellino la domenica mattina, ma un sano caos di sera con i suoi tantissimi locali pieni di persone che bevono Spritz.

Da non perdere c’è anche via Torino, altra zona perfetta per lo shopping, dietro al Duomo e le colonne di San Lorenzo luogo che amo soprattutto per infilarmi nelle viuzze e scoprire sempre qualche ristorantino nuovo. Dalle colonne di san Lorenzo si prosegue e si giunge alla Darsena ed i Navigli zona da non tralasciare, sia per il fascino che per locali e shopping.

Milano è perfetta da girare a piedi, con biglietto dell’ATM giornaliero che ti consente di prendere metropolitana, tram e autobus senza problemi. Milano la amo perché è la perfetta unione tra innovazione, arte e cultura. A Milano, ben nascosti ma ci sono, trovi i vecchi brontoloni che hanno fatto la guerra e le nuove generazioni che veicolano innovazione e cultura.

Con un solo articolo non era proprio possibile per raccontarvi della mia Milano per questo ti elenco altri articoli che ho scritto per poterti ispirare ed aiutare. Nel dubbio, iscriviti alla newsletter e seguimi sulla mia pagina di Facebbok, così non smetterai di scoprire quante cose ha da offrirti la mia Milano.

Milano in 2 giorni? Fatti ispirare dagli altri miei articoli!

Print Friendly, PDF & Email
Share

Esaurita sciura Milanese per vocazione e per residenza. Cucina, Viaggia e Fotografa in ordine sparso e casuale. Starnazza sempre. Non guida, ma va dappertutto.

Starnazza con me! [I commenti per problemi di spam sono moderati. Appena mi collego li approvo! ]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: