Borse made in Milan. Capite bene che se metti in un unico contesto la Pina, le borse e Milano può solo uscire qualcosa di bello, colorato a seguito dell’inevitabile acquisto compulsivo! Oggi vi voglio parlare delle Borse di Elisa una bellissima scoperta e non solo per queste meravigliose borse tutte colorate 100% made in Italy e animal cruelty-free ma per tutto il progetto, la ricerca e la storia che ci sta dietro.

La Borsa non è solo un qualche cosa da indossare per metterci dentro roba e non è neanche un vezzo tanto per seguire le mode. Dietro una borsa ci sono sempre due storie: quella del designer e quella del proprietario; queste due storie si mescolano tra colori, tessuti intrecciati, chiusure e particolari.

Sono molto felice di raccontarvi la storia delle Borse di Elisa perché è una storia italiana che parla di una impresa familiare e con una sfida vinta tutt’altro che ovvia e banale.

Le borse di Elisa: stile made in Italy animal cruelty-free

Elisa è una mamma, una donna visionaria ed un’imprenditrice. Decide che vuole creare e produrre delle borse per ogni tipo di donna. La borsa quindi deve essere versatile, comoda, elegante e accontentare il più possibile i gusti di noi femmine. Già così il progetto pare titanico, ma Elisa crede nelle grandi imprese e volge lo sguardo al futuro e decide che le sue borse dovranno essere made in Italy e animal free.

Le borse di Elisa sono 100% made in Italy dai materiali, alla lavorazione al confezionamento; ci tengo particolarmente a sottolineare questo dettaglio perché la maggior parte dei prodotti cosiddetti “made in Italy” sono ideati in Italia ma poi vengono realizzati all’estero. Proprio di recente ho letto per bene un’etichetta di un marchio molto famoso di borse e ho trovato espressamente indicato “progettato in Italia – realizzato in Bangladesh”; questa cosa mi ha infastidito e soprattutto non giustificava il costo e la dicitura a caratteri cubitali di “fatto in Italia”. Per questo ci tengo davvero a sottolineare che queste bellissime creazioni sono made in Italy, anzi made in Milan considerando che l’idea è nata a casa di Elisa donna milanese ed il laboratorio si trova alle porte di Milano.

Le borse di Elisa oltre che ad essere italianissime sono soprattutto animal cruelty-free. Elisa, con le sue borse, ci insegna che si può essere fashion anche con la testa. Oramai il concetto di moda etica è un concetto noto, ma non tutti gli stilisti sono onesti fino in fondo e spesso i materiali sono vegan ma le finiture e i dettagli no.

Parlando con Alessia Beltramini, figlia di Elisa e Social Media Manager, mi sono resa conto che non è stata cosa facile realizzare queste borse. Materiali in sostituzione della pelle ci sono, ma queste borse se le guardi, le tocchi e … (lo giuro) anche se le annusi sembrano di pelle. Sono resistenti, morbide e facilmente lavabili. La ricerca dei materiali è il fulcro di queste borse per poter garantire davvero una borsa di qualità 100% vegan a prezzi non luxury. Parlando con Alessia ho, inoltre, capito che pochissime persone sanno che l’ecopelle è comunque di derivazione animale. Se riflettiamo su quest’ultimo dettaglio capiamo bene quanto lavoro, ricerca e importanza hanno queste borse.

Dove acquistare la tua Borsa di Elisa?

Sul sito delle Borse di Elisa, ma soprattutto nelle etichette della borsa stessa, trovate la certificazione che la borsa è 100% vegan, animal e cruelty free. L’etichetta è gialla e certifica che le Borse di Elisa partecipano al progetto della LAV animal free fashion.

Sono una fanatica di borse, ma soprattutto amo le storie autentiche, milanesi e 100% italiane quindi quando Alessia mi ha invitata presso il punto vendita di Milano Filovia&Friends ho accettato con entusiasmo. Le borse sono tantissime, per tipologia e colori. Non basterebbe un articolo a raccontarvele tutte. Potete visionare ed acquistare le borse sul loro e-shop: leborsedielisa.it

Oppure, se siete di Milano e dintorni, andare in via Vincenzo Monti 28 vicinissimo alla stazione Cadorna di Milano da Filovia&Friends.

Sono impazzita per la collezione Denim, adoro le shopping bag quindi già stavo facendo un danno; poi ho scoperto anche gli zainetti che sono perfetti per la città!

Alla fine ho fatto mia questa piccola tracollina  Teasy . L’impresa è stata scegliere un colore e non portarsele a casa tutte!

Le Teasy  sono perfette per il week-end quando non ti vuoi portare dietro la solita borsa da 80 kg. Le trovo perfette per noi viaggiatrici. E’ resistente, colorata e comoda; metti in borsa l’essenziale e tieni il resto nello zaino o nel trolley. Inoltre la Teasy  può essere utilizzata in diversi modi, grazie alla sua tracollina regolabile. Infine vi lascio con un’idea: staccate la tracollina e usatela come bracciale così la Teasy si trasforma in una pochette per la sera! Praticamente hai tre borse in una e questo per noi che siamo sempre in viaggio è un elemento da non sottovalutare.

Vi assicuro che rimarrete stupefatte dei prezzi delle Borse di Elisa, spesso ci si lancia in progetti made in Italy e poi i prezzi non sono mai accessibili e ci si nasconde dietro al “sono fatte in Italia”; queste borse sono made in Milan e sono alla portata di tutte le donne e questo è un altro elemento che mi ha molto stupito perché non è a caso ma, come spiegato da Alessia, la volontà è proprio di fare borse per tutte le donne.

Durante la mia visita da Filovia&Friends ho avuto anche il piacere di conoscere Katerina Ravizza una bellissima donna anche lei ambiziosa e amante del bello. Katerina gestisce Filovia&Friends dove potete acquistare e personalizzare la vostra Borsa di Elisa con le vostre iniziali o il vostro nome.

In negozio trovate anche tanti bijoux alcuni realizzati direttamente da Katerina altri da altre donne meravigliose. Il concept del negozio è la personalizzazione e la versatilità; per questo le Borse di Elisa si fondono perfettamente con questa idea. I bijoux sono davvero molto belli e tutti personalizzabili con le proprie iniziali, scritte o ninnoli. Vi consiglio davvero di farci un giro!

Print Friendly, PDF & Email