3 regole per mangiare sano, niente trucchi o metodi miracolosi. Si tratta solo di regole da applicare ogni giorno con buon senso. Se impari ad essere più curioso su cosa stai mangiando e su cosa davvero serve al tuo organismo per restare in forma e in equilibrio cambierai radicalmente il tuo modo di fare la spesa (risparmiando anche dei soldi) e quando sarai in giro godrai del cibo invece che trangugiarlo solo per il gusto malsano dello zucchero e dell’unto.

Scopri le mie 3 regole del mangiar sano per una vita naturale ed equilibrata

Mi sono sempre chiesta perché gli animali non hanno difficoltà a capire ciò che gli fa bene e che gli serve per sopravvivere, mentre per noi umani è tutto così difficile. Ogni giorno in televisione, su internet e per strada veniamo bombardati di cibi che in apparenza ci fanno bene, che ci aiutano a restare in forma, che sono ricchi di fibre… eppure c’è sempre qualcosa che non torna.

Il primo passo per una corretta e sana alimentazione sta nella curiosità. Diventa curioso, interrogati su quello che stai mangiando, leggi le etichette dei prodotti che compri. Io ho fatto il primo passo interrogandomi su ciò che mi fa bene. Le mie ricerche mi hanno portato a comprare libri sull’alimentazione ed a leggere inserti gratuiti presenti sul sito della Fondazione Veronesi.

Mangiar Sano: siamo ciò che mangiamo

Frase che tutti ripetono come un mantra, ma che pochi ne capiscono il significato. Io ho provato sulla mia palle cosa significa. Non nasco “imparata”, ho avuto dalla mia una mamma con una buona cultura alimentare, ma negli anni sono stata anche io afflitta dal morbo del “qualcosa di dolce” oppure “uno stuzzichino”. Sono sempre stata pigra, con il colesterolo alle stelle e sempre e perennemente stanca. Oggi senza zucchero (badate bene zucchero non zuccheri) e riducendo ai minimi termini latticini e carne sto molto meglio. Il mio peso corporeo non si è spostato, ma ho perso due taglie e sono più tonica (anche grazie allo yoga) ma soprattutto ho finito con i mal di testa, i bruciori di stomaco e la stanchezza infinita. Casualità? Non penso proprio!

Noi siamo ciò che mangiamo. Noi diventiamo ciò che assimilano, nel bene e nel male. Pensate ai culturisti che fanno un certo tipo di alimentazione, così come ad un omone di cento e passa chili. Così come, aimeh, un bimbo africano. Siamo il frutto di ciò che mangiamo. Ecco perché sapere e capire  è fondamentale per scegliere.

Non sono una nutrizionista, non sono una vegana. Sono una che usa la testa e che si informa. Per qualsiasi disturbo alimentare dovete contattare sempre il vostro medico o rivolgervi a nutrizionista/dietologa.

3 regole per mangiare sano e naturale 

Il video fa parte di una rubrica del mio canale Youtube dedicato al mangiare sano. Ogni mese ti informo su quali sono i prodotti di stagione e quali le proprietà nutritive, inoltre ti fornisco spunti di riflessione su come imparare a fare la spesa usando la testa e non lo stomaco.  Se ti interessano altri contenuti video: qui il link della Playlist Mangiare Sano.

Per tua comodità ti riepilogo qui sotto i tre principi del mangiare sano, nel video li approfondisco.

Mangiare Sano: il principio della Naturalità

Se pensate bene in natura ci sono tanti alimenti: frutta, verdura, carne e pesce. L’uomo si è sempre sfamato di questi in forma primaria e naturale o in termini moderni: biologico. Ogni alimento nella sua forma primaria conserva tutte le proprietà nutritive, poi con le successive lavorazione ne perde alcune, o totalmente nei casi più drastici. Ecco perché è sempre bene mangiare la frutta del mercato, piuttosto che bere succhi di frutta finti. Meglio il tonno pescato che la scatoletta. Meglio una zucchina dell’orto che quelle già tagliate e surgelate.

Viviamo negli anni 2000 e non tutti hanno orto, galline e vacche. Ma possiamo tentare e impegnarci.

Mangiar Sano: il principio della Rotazione

Ciò che ci uccide, e non solo in cucina, è la quotidianità. Il ripetere sempre le stesse cose. Anche mangiare sempre un’insalata è terrificante. Abbiamo bisogno di variare alimentazione per il benessere del nostro organismo ma anche per evitare di cadere nei comfort food. Per non buttarci in alimenti facili ma che ci devastano. Io spesso quando ero a casa da sola per la voglia di non cucinarmi mi sfondavo di pane e formaggio. Erano formaggi di capra freschi, ma mangiati ogni sera in quantità elevate non fa bene.

Mangiare Sano: il principio della Giusta Quantità

Va premesso che in funzione del nostro stile di vita, del nostro quadro clinico (peso, eta, patologie etc) la nostra dieta sarà diversa. In linea generale assumere troppo cibo in una volta e poi digiunare per il resto della giornata è sbagliato. Così come è sbagliato assimilare grandi pasti a tutti i pasti. Dovremmo imparare a mangiare quando ne abbiamo bisogno e non quando ce lo dice un orologio o nostra madre. So che pare assurdo, ma molto spesso abbiamo fame per fattori esterni: nervoso, gola, inviti all’azione di assaggiare qualcosa. Dobbiamo imparare a capire quando abbiamo davvero fame. Io ho notato che se mi alzo molto presto ho fame alle 11:30 e non nascondo di aver fatto pranzo a quest’ora e poi verso le 17 uno spuntino. Altre volte a causa di un pranzo sbagliato lo stomaco non sta bene è inutile forzare la mano con altro cibo…. digiunare mai, ma provare a restare leggeri e non infognarci di cibo prima di dormire è cosa giusta.

Il cibo è il “carburante” del nostro organismo e va variato in funzione dell’attività che andiamo a fare, ma va anche assunto ad un orario congruo rispetto all’attività che andremo a fare. Se dobbiamo camminare per 20 km non possiamo mezz’ora prima mangiarci un pasto troppo pesante. Se stiamo in ufficio dieci ore al giorno, evitiamo di assumere cibi troppo proteici e che magari necessitano di grande sforzo nel digerirli.

Ecco perché non ha senso stabile orari e mangiare. Comprendo che è la cosa più semplice e facile, sopratutto se si ha una famiglia da portare avanti. Però potremmo sforzarci, nell’arco della settimana, di assecondare meglio il nostro stile di vita e non quello prestabilito dagli orologio. Mangiare quando abbiamo fame, ma fame vera. Non fame nervosa.

Sai riconoscere il cibo spazzatura? 

Se l’argomento ti interessa ti invito a vedere anche un altro video dove ti sfido a vedere se sai riconoscere il cibo spazzatura. Non parlo di fritti, fast food ma di farine, zucchero e cibi da supermercato con tanto di etichetta verde e scritta “bio”. C’è sempre più attenzione verso l’alimentazione ma, secondo me, in maniera sbagliata. Essere vegetariani e vegani è di moda (non sto dicendo che è l’unico modo per mangiare sano) e pertanto le aziende alimentari hanno cambiato il package dei prodotti e si sfidano tutti sul “meno grassi” oppure “solo 2% di calorie” etc etc, peccato che se imparassimo a leggere le etichette ci accorgeremmo che schifo facevano prima e schifo fanno ora questi prodotti. Se ti ho incuriosito almeno un poco clicca qui per il video sul cibo spazzatura.

Print Friendly, PDF & Email