Parco dell'Adda Nord: storia e natura a 40 km da Milano

Parco dell’Adda Nord: storia e natura a 40 km da Milano

Parco dell'Adda Nord: storia e natura a 40 km da Milano
by

Vivere in città d’estate può diventare davvero snervante. La Pina ha la soluzione: Parco Adda Nord. Il parco dell’Adda Nord è l’unione perfetta tra storia, architettura e natura.

Se stai cercando l’idea per una gita fuori porta in Lombardia che ti possa rigenerare, non far soffrire eccessivamente il caldo beh il Parco dell’Adda nord è perfetto. Ideale per gli amanti dei giri in bicicletta, ma anche per passeggiate con  passeggino e cani o più semplicemente per godersi una giornata liberi dallo stress e perché no con una tappa gastronomica.

Non tutti in Lombardia conosco questo polmone di verde…. allora scarpe comode si parte!

Scopriamo gli itinerari del Parco dell’Adda Nord tra storia e natura

Dire Parco Adda è alquanto generico  questo perché il fiume Adda (da cui prende il nome il parco) è l’affluente più lungo del Po e si sviluppa per 313 km. Il fiume Adda pur essendo così lungo resta interamente nella regione Lombardia quindi voler andare alla scoperta dei paesini e della flora ti permette di scoprire un lato poco conosciuto della regione Lombardia.

Oggi vi voglio raccontare della mia bella giornata trascorsa al Parco Adda Nord,vicino a Monza, da non confondere con il Parco Regionale Adda Sud nei pressi della città di Cremona.

parco adda in bici

Vivere il Parco Adda Nord

Il Parco si estende nella pianura padana attraversata dal fiume Adda e la valle del lago di Lecco. Numerosi i paesi vicino al Parco Adda Nord. Il Parco è molto conosciuto per la sua architettura industriale, ora patrimonio dell’Unesco, il villaggio di Crespi D’Adda.

Grazie agli enti che gestiscono e tutelano quest’area sono nate e continuano a svilupparsi diversi itinerari ciclistici. Tranquilli, ci sono percorsi ciclabili adatti a chiunque da chi è un “biciclettaro” della domenica a chi macina chilometri e chilometri senza sosta. Sul sito ufficiale del Parco Adda Nord trovate tutte le indicazioni.

Il Parco offre dieci itinerari da fare a piedi, in bicicletta attraverso natura, storia e riscoprendo le vecchie cascine.

Da Porto D’adda a  Paderno D’adda (o quasi)

Come vi dicevo, una domenica avevo davvero bisogno di ossigeno e muover il culo così con il Giammy ci siamo decisi a puntare al Parco D’Adda. Non essendo molto allenati e non volendo fare troppa strada con la macchina (noi partiamo sempre da Milano City!) abbiamo deciso di scegliere questo itinerario che da Porto d’Adda ti porta a Paderno. Già vi dico che non l’abbiamo fatto tutto, un po’ perché ho realizzato il video che vedete qui sotto ma soprattutto perché come sempre alla Pina è presa fame e ci siamo fermati almeno due ore per mangiare!! Ma andiamo per ordine.

VLOG DELLA DOMENICA: Scopri il parco dell’Adda con la Pina

Da Milano a Porto D’Adda sono 40km quindi un’oretta (traffico permettendo) ci si arriva. Consiglio di puntare la sveglia presto per non beccare traffico ma soprattutto per parcheggiare comodamente e poi onestamente inutile andare nelle ore più calde rischiereste anche di stare male.

La passeggiata è adatta davvero a tutti. C’erano persone che si sono fermate al primo prato per stendere tutto l’occorrente per una magnata epocale, poi c’erano i corridori convinti, anziani con cani, famigliole oppure, come noi altri, semplici passeggiatori della domenica.

parco adda nord

L’itinerario è davvero piacevole, costeggi il fiume Adda immersa nella natura. La cosa bella che oltre che una rigenerante camminata all’aria aperte ci sono diversi punti di interesse:

  • la  centrale idroelettrica Semenza: lungo le sponde dell’Adda in passato si sono sviluppate molte centrali elettriche. Aver scoperto che adiri tutta c’erano i mulini che sono stati distrutti (ora si vedono solo pochi ruderi) mi fa una rabbia…!! I mulini sono stati sostituiti dalle centrali idrometriche che hanno dato un’accelerata all’economia lombarda ad inizio novecento.
  • Le chiuse di Leonardo lungo l’Adda: ebbene si anche vicino il fiume Adda troviamo l’espressione del genio di Leonardo.  Seguendo le chiuse si arriva al santuario della Madonna della Rocchetta, posto su un’altura che domina il fiume.  La scalinata appare difficile e ripida (basta guardare il video) ma basta farla con calma per arrivare in cima e godere di uno spettacolo meraviglioso!
  • il ponte San Michele anche se per tutti è il Ponte di Paderno famoso per la sua arcata in ferro e simbolo di tutti paesini sorti vicino al fiume Adda. Il ponte è passato alla storia perché è stato tra i primi esempi di costruzione che sfruttava i principi della teoria dell’ellisse di elasticità (in sostanza il ponte senza assi).

Come avrete capito la camminata nel Parco dell’Adda che porta a  Paderno è un museo a cielo aperto. Uno scenario unico, da togliere il fiato, dove l’architettura si integra perfettamente nella natura rendendo questo parco no scenario unico in Italia.

parco adda nord itinerari

I consigli della Pina, la vostra Sciura Milanese

Se siete camminatori della domenica o comunque persone cittadine poco allenate (ma anche se siete degli sportivi incalliti), non dimenticate mai di indossare scarpe adeguate a ciò che volete fare nel parco. Ricordate smepre di portare con voi la crema solare, possibilmente che abbia un fattore di protezione che superi i 30 (vi assicuro che più bassa e come non metterla) acqua da bere e… ehm uomini pelati! Il berretto! Non sapete quanti maschieti si bruciano al sole : )

Lo so lo so, vi state chiedendo “Pina ma dove hai mangiato nel Parco d’Adda?” Certo fare un bel pic-nic in compagnia può essere uno scopo per andare al Parco, noi non eravamo attrezzati e abbiamo scoperto una piccola trattoria sotto il santuario della Madonna della Rocchetta dove potete mangiare all’aria aperta. La grigliata di carne è top, noi abbiamo preferito dei salumi. Siiiiiiii si può anche mangiare meno pesante, sono bravi fanno anche verdure grigliate. Tutti molto cortesi e disponibili i gestori.

Print Friendly, PDF & Email
Share

Esaurita sciura Milanese per vocazione e per residenza. Cucina, Viaggia e Fotografa in ordine sparso e casuale. Starnazza sempre. Non guida, ma va dappertutto.

Starnazza con me! [I commenti per problemi di spam sono moderati. Appena mi collego li approvo! ]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: