Con questo post si apre ufficialmente una serie di articoli su Londra, a seguito del mio recente viaggio nella capitale Britannica. Fin dall’inizio vi dico che non sono rimasta entusiasta da Londra. Ho frequentato l’Inghilterra in generale per studio da ragazza e ne preservavo un ricordo ben diverso. Ai miei tempi (sono passati più di vent’anni) la monarchia era molto presente, le frontiere erano forti e lo stile British era reale. Tutto questo ormai è solo un ricordo e ciò ha reso il mio viaggio a Londra meno entusiasmante. Onestamente non penso che farò in futuro altri viaggi nella Gran Bretagna, un tour da nord a sud mi piacerebbe ma ho una lista di luoghi da visitare infinita…

Certamente Londra per lavorare e studiare è una meta imperdibile. Efficiente e ricca di possibilità. Il vero lato bello di una città come Londra è la diversità culturale. Sei davvero al centro del mondo, molto di più che in città come NY o Tokyo. Londra la diversità è naturale ed è il colore di una città troppo rigida e austera.

Cominciamo questa serie di articoli parlando del Camden Market che è stata davvero una bella sorpresa.

LONDRA VLOG: Camden Market e King’ cross

Per non perderti tutti gli aggiornamenti ISCRIVITI al mio canale Youtube.

Come raggiungere Camden Market?

Il mercato di Camden Market è sicuramente una delle attrazioni più visitate di tutta Londra, meta imperdibile per i giovani e gli amanti dello shopping. In questo mercato troverete street food, puck e folk in un clima sereno e caratteristico.

Per orari e ed eventi consultate il sito ufficiale di Camden Market: https://www.camdenmarket.com/

Camden Market si trova in Camden Town sulla Northern Line (linea nera) . Ci troviamo nella zona nord di Londra dove, come si vede nel vlog, c’è anche la British Library, il London Zoo e il Wellcome Collection.

La zona nord di Londra se si hanno pochi giorni a disposizione viene lasciata spesso da parte noi, complice l’hotel in zona, abbiamo avuto modo di esplorarla e di scoprirla.  I quartieri Camden, King’ cross e Islington meritano una visita. Sono quartieri dall’animo vibrate, ricchi di ristorantini etnici e di vie residenziali. Un lato vero di Londra moderna tutto da assaporare.

Camden Market è stato colpito da due incendi ma nonostante questo non ha perso il suo fascino ed è diventato da quartiere alternativo, carico di tensione e droga, a meta imperdibile. Se si è con bambini, ma ache in generale, sconsiglio però di andarci dopo la chiusura dei negozi. Dopo le 21 il quartiere un pochino si trasforma ed ancora oggi gira molto alcol e cannabis.

Tutti mercati di Camden Town

Di giorno però il Camden Market sa offrire tutto quello che piace agli amanti dello street food e del vintage.

Il Camden Market nasce da un nucleo di bancarelle di artigianato per poi ampliarsi al Camden Lock, su Regent’s Canal. Il mercato si suddivide in quattro zone principali: Stabels Market, Camden Lock Market, Camden Lock Village e Buck Street Market.

Canal Lock Market

Market Hall – Camden Market

Il nome deriva dalla sua posizione. Lock, infatti significa chiusa, e il mercato si erge sui canali, i Regent’s Canal. Il mercato è formato da cucine a cielo aperto intorno ai canali e tavolini dove potete mangiare e bere birra. I negozi si trovano all’aperto e all’interno di un edificio a mattoni di tre piani che è chiamato Market Hall.

Il mercato offre molti oggetti fatti a mano ma attenzione che c’è comunque tanta robaccia. Bisogna capire quando sono realmente homemade.

Canal Lock Village

È il mercato più moderno, situato nella zona nord-est, non potete non vedere il ponte azzurro con la scritta Canal Lock Village! E’ la parte più commerciale dove troverete sicuramente tanti gadget e t-shirt di ogni tipo.


Le Stables Market

E’ l’animo più vintage, dove ci sono molte esposizioni e si respira aria di vero mercatino antiquariato. Stables è riconoscibile per una grande statua di  un cavallo a ricordare che qui si trovava l’Horse Hospital, un ospedale dove venivano curati i cavalli feriti. Anche in questa zona non manca lo street food, con cibo proveniente da tutto il mondo.  I ragazzi delle bancarelle sono molto folk e vi faranno ascoltare musica di generi diversi da quela fatta con tamburelli, al reggae alla musica pop.

Buck Street

E’ la strada che congiunge Camden High Street e Chalk Farm Road, troverete negozi di ogni genere e tipo, meno caratteristica dei precedenti ma sempre un buon punto per fare shopping anche se ormai sono praticamente gli stessi che troverete anche in Oxford Street.

In uno dei locali di Camden Town lavorava e viveva Amy Winehouse. In molte strade, ma anche nei bagni dei pub, tantissimi i segni di affetto con messaggi, fiori e graffiti.

Pina cosa ne pensa di Camden Market?

Come già detto all’inizio mi è piaciuto e merita una visita, ma più per folclore e steet food. Per quanto riguarda gi acquisti dovete dedicarci molto tempo per trovare davvero qualche pezzo unico e artigianale. Onestamente ho visto molti oggetti prodotti in tutto il mondo, molti anche fatti sul momento ma niente di innovativo. Sul vitange ci sono invece cose interessanti, considerate sempre il fatto che a Londra il costo della vita è molto più alto che da noi quindi il vero affare, rapportato ai nostri prezzi, non esiste.

Print Friendly, PDF & Email