In casa Giammy ci sono più tazze che piatti. Ci sono più tazze che ospiti. Ci sono più tazze che biscotti. Ci sono più tazze che… beh avete capito.

Adoro le tazze del caffè, quelle americane, le mug. C’è una certa differenza tra una tazza europea che è di dimensioni moderate e solitamente cicciottella. Quelle americane sono alte, snelle e contengono molto più caffè.  Poi ci sono le tazzone, quelle da Gilmor Girls per intenderci; quelle dove ci puoi ficcare tutta la faccia e farti venire un bel sorriso di latte agli angoli della bocca.

Chi non ama le tazze! Sono perfette per le tisane, il caffè, come porta penne e anche per ricordarti dove e quando. Siiiiiiiiii! Avete capito bene. Andare, viaggiare, ricordare e usare le tazze per metterci gli “spiccetti” che mai riutilizzerei.

Dal 25 febbraio del 2010, da quando mi sono perdutamente innamorata di quella faccetta da Grizzly di nome Giammy, colleziono tazze di Starbucks. Per certi versi è una fatica!

Ogni qualvolta partiamo dobbiamo trovare uno  Starbucks e trovare la tazza della città nello stile che dico io. Tutto questo senza considerare il fattore Europa. Gli Starbucks solitamente sono nelle capitali, non in tutte le città e se ci sono in città più piccine ce n’è uno, magari in una stazione sconosciuto o in aeroporto. Se invece vai in oriente trovi Starbucks come trovi il riso, sono maniaci per il made in USA.

PINA TALK Episodio 1 – I miei Viaggi le mie tazze di Starbucks

Tutto questo blaterale solo per dirvi che ho deciso di farvi un video della mia collezione di tazze di Starbucks. Un video chiacchiera per tenervi compagnia, parlarvi dei miei viaggi e darvi alcune impressioni sulle città che ho visitato.

Fatemi sapere se i video chiacchiericci vi tengono compagnia e se anche voi collezionate mug!

Se non lo hai ancora fatto ISCRIVITI AL CANALE per non perderti neanche un aggiornamento.

Print Friendly, PDF & Email