Oggi ha aperto ufficialmente i battenti la Fashion Week Milanese. La manifestazione mi creerà il solito fastidio nel vedere donne anoressiche girare in pantaloni corti per Milano e uomini in giacca e cravatta sbavare dietro a donne anoressiche. No tranquilli non sono gelosa. Io nella mia 36 ma con tette e culo ci sto bene.  Diciamo che la Fashion Week ci vai se ti invitano e a quel punto, anche trovando tutto molto strano ed inutile, ci vai lo stesso e immortali tutto sui social.

Son qui però per parlarvi di altri eventi e luoghi più alla portata di noi altre ed a cui la Pina andrà sicuramente.

Keith Haring a Palazzo Reale

Dal 21/02/2017 al 18/06/2017 al Palazzo Reale di Milano sono esposte 110 opere alcune molto conosciute, altre inedite. Io adoro Keith Haring a casa ho anche una collezione di mug e piattini. I tratti geometrici così perfetti eppure che ti danno quel senso di movimento li amo.

Lui è il genio indiscusso dell’arte dei graffiti.  I suoi primi schizzi li faceva a gessetto sui manifesti pubblicitari nelle stazioni della metropolitana di New York. La cosa che mi fa impazzire che ha reso nobili i colori primari, quelli che scartano tutti, ovvero il giallo, il verde e il rosso. La sua arte pare piatta, niente ombre e luci; eppure è in grado di rappresentare figure e farle danzare.

Per info e biglietti: Palazzo Reale Milano 

Sito ufficiale dell’artista: haring.com

Fondazione Feltrinelli

A dicembre ha aperto i battenti la nuova sede ella Feltrinell in zona Porta Volta. La Fondazione Feltrinelli è il classico esempio di come certi luoghi diventano in a Milano. Ci sono voluti ben due anni di lavoro per realizzare il palazzo più fotografato degli ultimi tre mesi.

La Fondazione si trova tra Viale Pasubio e Viale Crispi,per intenderci nella zona della vecchia movida milanese, ovvero Corso Como vicinissima a Porta Garibaldi. L’edificio è stato realizzato dallo studio di architettura Herzog & de Meuron ed è formato da due edifici simili. Si caratterizza per l’utilizzo di grandi finestre. In fotografia sinceramente non mi sconvolge più di tanto, sarà che ormai il quartiere di Porta Volta è tutto una vetrata ma ho promesso ad una persona che ci andrò a fare delle fotografie.  Quindi seguite il mio instagram perché, sole permettendo, ci andrò.

Pochi sanno che all’interno ci sono gli uffici Microsoft Italia.

La Fondazione Feltrinelli non nasce con questo palazzo esiste già dal 1949 voluta dallo Giangiacomo Feltrinelli come Biblioteca. Trasformata successivamente in Istituto, si è costituita giuridicamente come Fondazione nel 1974.

La Fondazione Giangiacomo Feltrinelli è uno dei maggiori centri europei di documentazione e ricerca nel campo delle scienze storiche, politiche, economiche e sociali. La biblioteca conserva circa 4.500 opere antiche e rare pubblicate tra il 600 e la prima metà del 19° secolo.

Una bellissima iniziativa, sempre made in Feltrinelli, è quella che si tiene alla libreria Feltrinelli RED di Piazza Gae Aulenti (se volete trovarmi sono sempre qui). Tutti i mercoledì dal 15 febbraio fino al 29 marzo sono organizzati degli aperitivi di un’ora e mezza con annessa lezione di conversazione in lingua inglese.

Non è un modo per rimorchiare in inglese (anche diciamo), ci sono delle insegnanti che si assicurano che la cosa si  trasformi da divertimento a lezione. Oltre che in lingua inglese gli aperitivi sono in lingua spagnola e francese. Ecco questa sarebbe la classica cosa che farei volentieri se non avessi l’ansia da persone nuove e il mio inglese non facesse davvero spavento; e dire che un tempo lo parlavo abbastanza bene.

Manolo Blahnik. The art of shoes

Si concluderà ad Aprile invece la mostra dello stilista Manolo a Palazzo Morando dove sono in mostra 45 anni di attività dello con 212 modelli di scarpe e 80 disegni originali . Tra questi anche le creazioni per il film “Maria Antonietta “ di Sofia Coppola.

Print Friendly, PDF & Email