Pina ama l’oriente. Pina ride con i cinesi. Pina è alta quanto un cinese.

Quando ho una gran voglia di orecchie da coniglio, sorrisi e starnuti bizzarri vado in Chinatown : ) Grazie al cielo rispetto a qualche anno fa non si pensa più al quartiere Chinatown di Milano come ad un ghetto da cui star lontano e, forse, non è solo un luogo dove trovare degli aggeggi tecnologici a poco prezzo.

La comunità cinese a Milano è una delle più antiche del paese; infatti i primi amici cinesi arrivarono negli anni 20. All’epoca non erano così visibili, facevano di tutto per nascondersi e non mostrarsi. La seconda ondata l’abbiamo avuta negli anni 90 dove le nuove generazioni volevano sentirsi a casa se pur lontani. I cinesi amano le insegne colorate, i drappi e tutto ciò che per noi è kitsch da questo e dall’essere ottuso che ci contraddistingue ne abbiamo passate di ogni colore. Il quartiere cinese era visto come un ghetto, un luogo dove era meglio non andarci. Alcuni milanesi gridarono allo scandalo dato che i cinesi hanno “occupato” intere palazzine in una delle zone più belle di Milano.

Chi non è di Milano infatti non sempre sa che Chinatown confina con uno dei quartieri più prestigiosi di Milano. A pochi passi da Paolo Sarpi, infatti, c’è l’Arco della Pace che, da una piccola analisi online, ho notato che non è molto frequentato da chi viene da fuori Milano. Ciò forse è dovuto all’assenza di negozi e ad una zona che, salvo la sera, risulta esser molto tranquilla. Beh vi assicuro che andare al mattino all’Arco della Pace a Milano significa una sola cosa: pace e sole! Se non ci credi guarda il mio Vlog su Milano.

Dove si trova Chinatown a Milano?

Parte da Paolo Sarpi, zona 1 di Milano ed è raggiungibile con la metro nuovissima la M5 Gerusalemme (un’esperienza da fare se non siete di Milano è una linea senza conducente super moderna) oppure se vi è più comodo la M2 Moscova.

Già dalle fermate che vi ho indicato potete capire quanto è centrale Chinatown! E’ a due passi dal monumentale e dell’arco della pace quindi potete sempre esplorare anche queste zone meravigliose. Oltre che a pochi passi dalla centralissima e fighettissima Brera!

Come già detto qui potete trovare abbigliamento, supermercati, elettronica, negozi di parrucche, “cinesate” ma anche alcuni negozi storici di Milano. Lo street food è un’esperienza c’è un negozietto piccolissimo che sforna ottimi ravioli a vapore. Tanti i bar con tavolini fuori. Cucina sopratutto cinese, come è giusto che sia, qualche ristorante di sushi qua e là.

Oggi Paolo Sarpi è completamente pedonale e permette delle belle passeggiate tra negozi di abbigliamento, elettronica rigorosamente made in Cina! Certo se siete da quelle parti non potete non bazzicare qualche supermercato. Non siate diffidenti è una zona controllate e comunque guardate sempre le etichette (devono essere certificati UE i prodotti). Vi accorgerete che molti dei prodotti importanti in realtà provengono dalla Thailandia o dal Vietnam, nulla di male…

La Pina ha il suo supermercato cinese preferito e parecchio tempo fa ci feci anche un mini vlog.

Miglior ristorante Cinese a Milano secondo la Pina?

noodlesWang Jiao lo abbiamo scoperto per caso passeggiando un sabato mattina in Chinatown. Quel giorno abbiamo preso solo due primi ma che primi! Anzi a dirla tutta gli spaghetti, noodles e cugini annessi sono la cosa migliore.

Il locale non è grandissimo, arredato in maniera semplice (tralasciando le finte liane in bagno hihi), ed è frequentato da cinesi ma anche da tante famiglie italiane. Il personale è rigorosamente made in china ed è molto cortese e gentile. I Milanesi si scannano per farci il branch della domenica e molti non milanesi per passarci il sabato sera.

Il cibo è cucinato in maniera accurata, poco sale e nessun eccesso di salsa di soia. Ingredienti di qualità e una cucina cinese rivisitata in stile occidentale per piacere agli occidentali. Loro vi diranno che è l’autentica cucina cinese così non è ma va bene così. Siamo pur sempre a Milano e si devono incontrare i gusti di tutti, ma vi assicuro che non ve ne pentirete!!

I prezzi del Wang Jiao non sono da cinese sotto casa, non avrete piatti a 3 euro per intenderci, ma un ottimo ristornate con prezzi secondo me accessibili. E spendere 25/30 euro a testa per un ristorante di qualità non mi pare molto. Toglietevi dalla testa le cinesate da quattro soldi dove uscite che sapete di fritto. Fosse stato così secondo voi Pina, Sciura Milanse, ci metteva piede? No dico!

E voi che ristorante Cinesi conoscete a Milano, scrivetemelo nei commenti che io ci vado!

Print Friendly, PDF & Email