La prima cosa che noterete una volta atterrati sull’isola di Lanzarote, è il color nero della lava e le case tutte di colore bianco. La cosa che vi sorprenderà è che sono tutte case basse, mai superiori ai due piani, con porte dipinte di verde e blue.

Lanzarote è l’isola più orientale delle Canarie, a soli 170 km dalle coste africane. Affascina con la forza del vulcano che si contrappone a quella del mare.

L’archittura ordinata saprà lasciarvi a bocca aperta. È evidente che c’è stata la mano di qualcuno che sapientemente ha dipinto le cittadine dell’isola, rendendole ordinate ed eleganti. Costui si chiama César Manrique, artista spagnolo; a cui l’isola di Lanzarote deve tutto.

Manrique è un artista nato nel 1919 ad Arrecife, la capitale dell’Isola di Lanzarote. La sua arte è stata definita anche urbana, avendo lasciato molte sculture in strada tutt’ora visibili sull’Isola. Grazie alle sue opere e alla Fondazione César Manrique ha reso Lanzarote un museo a cielo aperto dove, non solo il mare e il paessaggio incanta, ma la stessa architettura e urbanistica sono opere d’arte.

Tra le sue opere più famose ci sono sicuramente il Jameos de Agua, Mirador del Rio, Giardino dei Cactus, Mirador de La Peña, Centro Commerciale di La Vaguada e il lago della Costa de Martiánez.

Se vuoi vedere il meglio di Lanzarote in un video, beh ci pensa la Pina clicca qui.  ho già parlato ed ho anche un bel video da mostrati. Se te lo sei perso clicca qui.

Manrique ha vissuto per un periodo a Madrid e a New York ma è tornato a casa con un progetto: preservare e proteggere Lanzarote. Già. Siamo onesti la Spagna non si contraddistingue certo per il rispetto dell’ambiente e per le sue architetture in linea con il patrimonio naturale. Diciamo che in questo, forse, sono peggio di noi Italiani. Manrique lo sapeva bene. Basta guardare le altre isole delle Canarie per vedere che razza di barbarie sono riusciti a fare gli spagnoli per poter ospitare più turisti possibili.

L’idea di Manrique è stata subito chiara. Basta osservare la sua casa, a Taro de Tahiche a 5 km da Arrecife, scavata nella roccia lavica rendendo un tutt’uno con il paesaggio.

Grazie a questo artista e l’amore per la sua terra Lanzarote è praticamente l’unica isola che si salva dalla barbaria immobiliare spagnola. Ci sono ancora oggi regole stringenti nel costruire case e resort. Devono essere basse, non superare i due piani, devono rispettare l’ambiente circostante. Niente palazzoni, niente pilastri o cemento armato. Ma pietra bianca, un’eleganza unica che si contrappone al vulcano. E i colori del mare: il verde ed il blu.

Le porte verdi di Lanzarote

Ed allora eccole queste meravigliose case bianche con le loro porticine verdi, blu e, talvolta, anche rosse. Tutte ordinate, meravigliose e che ti fanno restare a bocca aperta. Una delle cose da fare sicuramente sull’isola è un tour delle case con le porticine verdi! Certo a Teguise, come si vede nel mio video, c’è da sbizzarrirvi. Ma tutta l’isola sa ammaliare e vi farà l’letteralmente impazzire.

I miei video girati a Lanzarote sono terminati. Spero che viaggiare con me ti sia piaciuto se è così Iscriviti al mio canale Youtube che ho bisogno di sostegno per continuare a filmare ^:^

I Travel Vlog girati a Lanzarote | Pinalapeppina Youtube Channel

Sue giù per il Parco del Timanfaya | Canarie Ep.1

The Best in Lanzarote: Playa Papagayo, Los Hervideros | Canarie Ep.2

Al centro della terra la Cueva de Los Verdes |Canarie Ep. 3

Le porte verdi di Lanzarote, PINA TRAVEL VLOG | Canarie Ep.4

What I Eat In A Day | LANZAROTE (con carnevale), Canarie

Non conosci il canale Youtube di Pinalapeppina? Vuoi vedere i vlog dei miei viaggi e e vlog di Pina Eusarita? Ebbene ISCRIVITI AL CANALE ?

youtube.com/user/PinaLaPeppina

Link diretto: http://bit.ly/PUHLLP

Print Friendly, PDF & Email