Perché proprio la Grecia e per giunta a bordo di un Caicco?

Correva l’anno 2014 ed eravamo in preda alla ristrutturazione di casa ma soprattutto sarebbe stata la mia prima vacanza senza stipendio, e già…  avevo perso da qualche mese il lavoro. Insomma! Ci trovavamo nella  situazione, tutt’altro che rara, di far quadrare i conti e non dover rinunciar alle vacanze. Aggiungeteci pure che l’umore non era alle stelle, ho deciso così di “rifugiarmi” in Grecia.

Da bambina ho trascorso intere estati nelle isole greche grazie ad un Greco doc amico dei miei genitori, crescendo ho scelto la Grecia come meta “tappa buchi”; infatti ritengo che una vacanza nelle isole greche sia perfetta se si hanno bambini, se si è giovani e squattrinati ma anche se bisogna organizzare la vacanza all’ultimo minuto. La cosa straordinaria della Grecia che, anche se ti riduci all’ultimo, grazie alle numerose strutture ricettive una soluzione la trovi! Si può trovare un alloggio (hotel, stanza, appartamento ect) senza spendere molto e hai la certezza che una volta atterrati sull’isola prescelta mangerai benissimo e ti godrai appieno la tua estate.

SONY DSC

Come sono finita a fare una vacanza in Caicco nelle Isole Greche?

Non lo so !! Ad essere onesti, ha fatto tutto il Giammy. Mi ha detto che sarebbe stato bello navigare tra le isole delle Grecia e scoprire le isole più piccole e le calette sperdute. Penso che mi abbia convinto ripetendomi che così avremmo avuto pace, zero calca e tanto pesce!

Informazioni generali

  • Giorni: 1 settimana dal 9 al 15 agosto
  • Area interessata: Kos e isole greche a nord di Kos
  • Costo del Viaggi: non lo considererei proprio un viaggio low cost. Ammetto che stare sulla terra ferma in Grecia si spende molto di meno. Però vi assicuro che la Crociera in Caicco con cabina non è proibitiva, inoltre se siete un gruppo di amici o più famiglie potreste riuscire a prendere un Caicco tutto per voi e ridurre ulteriormente le spese. Chi vuole una vacanza luxury beh ci sono anche Caicchi privati con equipaggio e tutti i confort. Noi una settimana di Caicco + volo abbiamo speso 1.300 in due. Tenete presente che il volo era per due settimane e che lo abbiamo prenotato che era già giugno!!
  • Quando andare:i mesi di  maggio a giugno sono i più caldi e quindi con le migliori condizioni di navigazione. Può sempre capitare anche in piena estate di beccare turbolenze, dato che le isole sono molto ventose. Pioggia la darei per quasi improbabile.
  • Mezzi utilizzati: siamo partiti dall’aeroporto di Milano Malpensa ed abbiamo viaggiato con volo diretto della Neos per Kos. La Grecia è tutta molto turistica quindi non mancano voli low cost è anche facilmente raggiungibile in traghetto se volete fare delle comparazioni provate con il sito: directferries.it

Come Sopravvivere: le regole del Caicco

caicco

1. Il Rispetto verso il Capitano, i membri dell’equipaggio e gli altri viaggiatori

Decidere di trascorrere una settimana in Caicco significa condividere parte della giornata con altre persone. Dalla colazione, momento per alcuni davvero difficile in cui interagire con terzi, alle escursioni a momenti più difficili come turbolenze, piccoli incidenti o mancanza di acqua a bordo.  Il rispetto ci vuole in ogni viaggio, ma ancora di più se dovete stare una settimana insieme ad altri 10 sconosciuti! Consiglio di prenotare una vacanza dove il Capitano è anche proprietario del Caicco solo così avrete la certezza che la vacanza non avrà intoppi. I proprietari di barca, infatti ci tengono al loro Caicco come fosse un figlio e non permetteranno che gli accada nulla! Quindi state attenti che se non rispettate il Capitano e la sua nave potreste finire in pasto ai pesci : )

2. Togliersi le scarpe e ciabatte

Non è consentito salire sul Caicco con le scarpe. Queste vengono lasciate a poppa in un apposita cassetta. Sulla barca si cammina scalzi e vi assicuro che il senso di libertà sarà davvero piacevole. L’abbigliamento in caicco deve essere comodo e casual. Andate pure di copri costumi, ma io vi consiglio pantaloncini, t-shirt qualcosa per coprirvi la sera. Un paio di Converse per le escursioni e dei foulard. (Non dimenticate cappellino e crema solare!)

3. Divieto assoluto di gettare qualsiasi cosa nel wc (anche la carta igienica)

Premesso che spero che nessuno di voi abbia la brutta abitudine di buttare assorbenti, cotone o altro nel wc in Caicco è proprio vietato. Anche la carta igienica che dovrà essere riposta nel bidoncino vicino al wc. Se frequentate la Grecia saprete che spesso anche nelle case greche si fa uguale.  Buttare carta nel wc comporterebbe intasare il bagno rovinando la propria vacanza e quella degli altri.

4. Divieto di bevande a bordo

Nei Caicchi tradizionali, quindi con cabina e condivisione degli spazi (mi riferisco quindi alla crociera classica non luxury) è proibito portare a bordo qualsiasi tipo di bevanda: dall’acqua, alla birra ad altro. Qualora aveste intolleranze particolari (ad esempio ai latticini) fatelo presente prima di partire il Capitano saprà trovare qualche soluzione (il latte di soia non è così introvabile in Grecia!)

5. I fumatori non sono ben visti

Non c’è il divieto di fumare in senso assoluto. Ma per limitare eventuali incidenti e fastidi reciproci i fumatori daranno libero sfogo a poppa. Severamente vietato gettare mozziconi nel mare! (Ve lo devo anche spiegare…..)

6. Si naviga solo se il tempo lo permette

Con forte vento o condizione avverse nessun Capitano navigherà. Questo tenetelo presente, se scegliete degli itinerari dove il vento è molto forte può succedere di rimanere due giorni fermi in un porto in attesa di condizioni migliori. In questo caso la regola “ho pagato e pretendo” non pronunciatela neanche!

Video della mia settimana in Caicco 

Scusate la qualità ma non avevo ancora l’attrezzatura odierna (non ho neanche capito perché non è tutto in 16:9 ); spero che possa comunque aiutarvi a farvi un’idea della mia esperienza e che possiate anche voi pensare di affrontarla!

Sinceramente ero partita con tante perplessità, la prima tra tutte di dover dividere uno spazio tanto piccolo con altre persone. Invece mi sono trovata molto bene, questo grazie anche all’agenzia greca gestita da due italiani che ha messo insieme da una parte il mio gruppo, quasi tutti di Milano e provincia e sull’altra barca Napoletani e vicini. Hanno fatto una separazione nord e sud ma, detto francamente, l’ho apprezzata. È innegabile che a livello di orari e abitudini siamo diversi e stare in barca significa condividere e accettarsi, sarebbe stato forse più difficile se non fossimo stati tutti sintonizzati allo stesso modo. Abbiamo anche avuto la gran fortuna di aver un Capitano turco molto simpatico, oltre che un pescatore provetto! Mangiare polpi freschi a sera appena pescati da lui è stato uno dei piaceri della vacanza.

La Peppina nel sito archeologico di Kos

Pina lo rifaresti?

Sinceramente non so se rifarei una vacanza del genere… beh  a dirla tutto sono in procinto di una nuova crociera in Caicco ma…. Non anticipo nulla! Certamente, organizzando le cose con anticipo, sarebbe figo prendere una barca tutta per noi e qualche amico. Davvero le possibilità sono infinite. Se siete anche solo 3 famiglie con annessi figli e magari qualche amico potreste noleggiarvi un Caicco sol o per voi e fare una vacanza meravigliosa. Oppure pensare ai catamarani, meno adatti forse ai bambini.

L’agenzia a cui ci siamo rivolti noi e che vi consiglio è greekislandsbooking.com con cui potete anche noleggiare motorini e auto. Sono italiani, disponibili e davvero delle brave persone.

Diario di un Papera in Viaggio

  1. Le mie perplessità pre partenza
  2. La mia ricetta del polpo alla Griglia 
  3. La ricetta del Giammy della salsa Tzatziki

Fotografie della vacanza in Caicco

Premesso che non ho portato la Nikon per le paranoie di cui al precedente punto uno e che la macchina subacquea mi si è rotta il primo giorno…. insomma! Le foto sono fatte con il cellulare ma era il Samsung del Giammy e sono fighe ugualmente!! Qui l’album fotografico delle Isole del Nord di Kos.

Print Friendly, PDF & Email