È martedì e torna la rubrica Mangiar Sapiens, ovvero come imparare a mangiare senza stressarti e senza dimenticare di fare attività fisica.

Oggi parleremo di frutta. Molte ragazze quando vogliono mettersi a dieta eliminano carboidrati, carne e uova e si buttano alla frutta. Errore madornale. Innanzitutto dovreste cancellare dal vostro vocabolario la parola “dieta”. Se la vostra alimentazione è corretta ogni giorno non avete alcun bisogno di dieta.  Ed anche dopo le feste di Natale o una bella vacanza in un villaggio avete messo su un chilo o un chilo e mezzo basterà riprendere il vostro ritmo quotidiano per ritornare in forma.

La parola dieta è un termine medico per coloro che hanno realmente dei disturbi, per tutti gli altri è solo una gran buffonata che se svolta da soli, senza esami del sangue e un medico, avrà solo l’effetto di farvi odiare il cibo.

frutta01

Caratteristiche della frutta

La frutta contiene naturalmente zuccheri (saccarosio ne abbiamo già parlato qui). Ha un basso tenere di grassi e proteine. Ricca di acqua  e sali minerali e, in determinate occasioni, risulta più dissetante dell’acqua stessa.  La frutta è ricca di antiossidanti, vitamine ed enzimi; per questa ragione apporta vitalità, energia, benessere e rafforza le difese immunitarie.

Ma mangiare troppa frutta, se non si fa sufficiente attività fisica e non si tiene conto delle calorie ingerite con altri cibi può alzare troppo la glicemia e quindi fare ingrassare.

La frutta va mangiata lontano dai pasti o meglio a stomaco vuoto perché è inutile farla sostare per ora, insieme alle proteine e zuccheri complessi (vedi i cerali) nel proprio stomaco. Una volta che arriva a destinazione (intestino) non avrà più nulla delle proprietà benefiche. Quindi a colazione frutta e cereali non è una buona colazione. Meglio mangiarsi un piattino di frutta senza niente.

La frutta è meglio mangiarla a morsi. Certo se vi piacciono centrifugati freschi sono meglio dei succhi confezionati, ma attenzione che perdete la maggior parte delle fibre. Quindi centrifugato si ma non come sostituto della frutta. Non fate l’errore di propinare ai vostri figli solo succhi di frutta. Se sono industriali (anche biologici) saranno solo ricchi di zuccheri e privi di Sali minerali e vitamine. Se freschi fatti da mamma o nonna saranno migliori ma senza fibre. Quindi abituate, fin da piccoli, i bambini a mordere la frutta, buccia compresa. Chi trova non digeribile la buccia della frutta molto probabilmente ha un intestino pigro, mangia male e non è stato abituato alla buccia.

La frutta va mangiata matura, con la buccia a  morsi, non si scappa.

frutta03

Prodotti a base di frutta

La frutta essiccata va bene solo se non sono stati aggiunti zuccheri e altre schifezze (cioccolato, nocciole , miele ect). Meglio la frutta essiccata non troppo dolce come la mela, perché quella dolce è un concentrato di saccarosio che se pur naturale in grosse quantità fa aumentare l’indice glicemico.

I semi della frutta di pere, meloni, fragole uva e mele si possono tranquillamente mangiare e questi apportano minerali, antiossidanti e fattori della crescita. Ovviamente non vanno considerati come sostituti della frutta.

Le marmellate sono il diavolo, ti incantano con il loro gusto dolce m non contengono frutta. Sono io la prima gran mangiatrice di marmellate (biologiche) ma anche queste non sono frutta. La marmellata, anche senza zuccheri aggiunti, sono solo ricche di calorie e saccarosio nessuna proprietà nutritiva ci donano. Neanche quelle fatte da mamma o nonne. Quindi meglio  (se proprio non volete mangiare la frutta a morsi) un bel centrifugato di frutta.

I gelati alla frutta fatti in casa, quindi senza zuccheri, latte e polverine chimiche, risultano più digeribili sempre poveri di proprietà nutritive ma sempre meglio della marmellata. In futuro vi farà vedere come fare degli ottimi gelati a base di frutta in maniera semplici e senza aiuto di gelatiere. Poi si possono fare anche quelli ricchi di latte di soia e riso.

La frutta cotta è buona fa bene, ma sempre meglio mangiarla lontana dai pasti e sempre con moderazione. Cuocendo la frutta perdiamo tutte le vitamine, ma manteniamo le fibre.

Inutile dirvi che i torte, strudel, muffin e biscotti a base di frutta anche senza burro e uova sono  privi di qualsiasi proprietà nutritiva e che la frutta associata alle farine fa ingrassare. Quindi evviva il dolce di frutta ma come eccezione e non come colazione regolare.

Print Friendly, PDF & Email