Questo era un post che avrei voluto fare già da molto tempo, ma pare che io nel 2016 non abbia facoltà di organizzarmi o forse ne sono diventata io incapace! (Sto scherzando… planning nun te temo!)

Ci siamo lasciato a dicembre nel pieno di #NataleConPina poi sono partita con il blog down e sono semplicemente spartita. Sono tornata online  e di cose ne sono cambiate parecchie anche  se credo che vi siete accorti solo del cambio grafico.

Ho deciso di uscire da WP.com e di passare a WP.org.  o:O « Oddio che cambia?! Ma quanto parli difficile Pina» .

La grande differenza tra WP.or e WP.com risiede nel fatto che con wordpress.org istalli wordpress su un tuo hosting personale e quindi hai libertà totale nella scelta dei plugin, nei temi e nella gestione totale delle persone che ti seguono (vedi ad esempio creare una mailing list). WordPress.com conviene a chi vuole un blog personale, gratuito , senza avere troppi sbattimenti di gestione di spamming, aggiornamenti e altro.

Il passaggio ad un hosting era da tanto tempo che volevo farlo. Se voglio provare a far crescere davvero questo blog devo anche essere libera di gestire il blog come meglio credo .

Il passaggio da wp.com e wp.org  è semplice se segui la guida ufficiale di wordpress.com; ma se ti affidi a siti sparpagliati per il web fai il mio errore. Ovvero resti offline per un tempo non giustificato (più di due settimane). Ne ho ampiamente parlato qui.

Ora ho un nuovo hosting, la possibilità di gestire il blog ed ho una grafica che mi consente di rendere fruibili tutti i contenuti di Pinalapeppina che spaziano dagli itinerari di viaggi, alla sana cucina, ai miei deliri e i miei vlog di cucina e vita personale.

mepina

Perché cambiare?

Il blog è uno strumento per esprimermi e per provare, nel piccolo, a far diventare la mia passione per lo scrivere e per i viaggi il mio piano B. Sapete tutti che sono rimasta senza lavoro e che piano, piano mi sono tirata su. Ora va meglio e lo devo a voi che seguite questo blog; per questo meritate il meglio.

Il 2016 si è aperto con la Pina imprenditrice, si può dire così?

 Ebbene si ho aperto la Partita IVA lavoro e fatturo, niente grandi numeri ma è già qualcosa. E tengo la zampetta in due scarpe. La prima, una open toe dalla punta affilata, per scartabellare tra uffici legali, notarali… sì! (o_O) la finanza mi ha richiamato. La seconda, più comoda, stringata e usata, per fare quello che mi piace: veicolare il mondo.

Dicono in molti che so scrivere. Ogni giorno ricevo complimenti sul fatto che intrattengo, faccio sorridere e permetto alle persone di svagarsi. GRAZIE

Io non ci credo, ma con voi per voi forse un poco di più.

IMG_5493

Pinalapeppina vuole essere un travel blogger?

Se è questa la definizione che volete dargli allora sì! Ma Pinalapeppina vuole fare molto di più.

Voglio regalarvi guide fatte e finite. Con informazioni pratiche, itinerari di viaggio, belle fotografie e pasticci (i miei disegni). Una guida totalmente gratuita per chi seguirà Pinalapeppina. (Presto gradi novità).

Voglio fornirvi video sempre più belli per permettermi di viaggiare con me. Desidero, non solo farvi vedere i posti ma vorrei farvi venire la pelle d’oca, provare ad emozionarvi come mi emoziono io davanti a certi panorami. Vorrei davvero che il mio canale Youtube prendesse piede. E non per dire «Ehi! Sono famosa! » Credo nel mio canale Youtube perché solo la sola che scrive di emozioni e le tramuta in video.  Presunzione? Forse, ma io ci credo e voi me lo state confermando.

Ci sono altri progetti in cantiere ma, a differenza del passato, non li elenco, li realizzo. Magari ci vorrà tempo ma ho intenzione di vederli prendere vita su Pinalapeppina.com.

Il mio desiderio più grande è che il mio piano B mi possa portare nuovi incontri, amicizie, palpitazioni e soddisfazioni.

Poi, se vi interessa, ho intenzione di dedicare anche dei post proprio a wordpress “svelandovi” in onestà (non come fanno taluni) certi plugin utili o certi modi per usare al meglio il vostro blog che è uno strumento potentissimo anche solo per conoscere persone meravigliose come voi.

Un giorno invece vi parlerò di come le persone cercano di sfruttare la mia facilità di scrittura e come mi difendo io.

Welcome in 2016.

La Pina è tornata ed ho talmente tante cose da dirvi, regalarvi e fotografarvi che un anno non mi basta!

Print Friendly, PDF & Email