buda03

Molte persone hanno definito Budapest una delle città più belle d’Europa vincendo, a mio avviso di diritto, il titolo di “Heart of Europe”.

Infatti la splendida posizione, a cavallo del Danubio, la meravigliosa architettura e l’ottima cucina fanno di Budapest il punto di partenza per esplorare l’Europa.  I magnifici ponti, il lungofiume e i viali non hanno niente da invidiare alle più note Parigi, Praga e Vienna.

Come tutti sanno il fascino di questa città è racchiusa nella storia di Budapest, il cui elemento chiave è il Danubio (Duna) che separa Buda sulla collinare riva occidentale, da Pest sui pianori orientali. Fino al 1873 erano due città separate, e la differenza si avverte tutt’ora.

Buda è più antica e austera: dominata dal Vàrhegy, dove si trova la collina del castello. È stata la capitale di re medioevali diventando il centro amministrativo delle successive dominazioni.  Pest, invece, è ricca di edifici art nouveau e, per certi versi, ha un’atmosfera caotica. Dopo la costruzione del primo ponte stabile tra le due città (completato nel 1849) i centri di potere si sono spostatati da una sponda all’altra. Il maestoso parlamento infatti sorse sul lato di Pest.

Siamo stati a Budapest dal 29 dicembre al 1 gennaio constatando che il Capodanno in Ungheria è fattibile sia intermini di costi che di attrazioni; abbiamo scelto questa meta proprio perché, a differenza delle principali capitali europee, non c’è un eccessivo rincaro negli hotel. I ristoranti, invece, proprio non sentono del periodo di festività e tutto si svolge normalmente. Non si può dire altrettanto della città di Budapest che invece era tutta una lucina 🙂

Oggi vi voglio parlare di Buda, la parte antica e alta della città. Nel nostro viaggio è stata proprio la prima tappa dell’itinerario per visitare Budapest.

Visitare Buda in un giorno

Vi consiglio di partire proprio da Buda per visitare Budapest. Dedicateci una giornata interna. Farete le cose con calma assaporando ogni cosa, anche il vento che sferza in cima al Vàr.

Ciò che caratterizza Buda è appunto il Vàr o Vàrhegy, collina del castello. Trattasi di un altura piatta lunga 1,5 km coperta da bastioni, edifici e un gigantesco palazzo sopra il Danubio che vi regala uno dei paesaggi fluviali più spettacolari d’Europa.

buda04

Per salire al Castello di Buda ci sono diverse vie:

  • A piedi: da Széll Kàlmàn tér verso Vàfòk utca od Ostrm utca fino alla porta di Vienna all’estremità nord del distretto del castello. (Utca significa via). La camminata non è eccessivamente lunga e faticosa salvo non farla in piena estate quando le temperature superano anche i trenta gradi. Un’altro accesso più faticoso sono le ripide scale vicino a Fò utca.
  • In ascensore: presso la porta dei leoni del palazzo reale c’è un ascensore che consente un accesso diretto da e per Dòzsa tèr alle pendici occidentali della collina.
  • In funicolare: il metodo più semplice e divertente. La funicolare risale all’età ottocentesca. Facilmente raggiungibile da Lànchid. Il costo della funicolare è di HUF 200, 00 è già miei esploratori l’Ungheria è parte dell’Unione Europea ma non ha l’euro. Nessun problema potete pagare con carte o contanti in valuta EU (fate solo attenzione al cambio che vi propinano).

Vàr il centro di Buda cosa vedere assolutamente

Una volta giunti nel cuore di Buda innanzitutto vi consiglio di girarvi di 180 gradi e osservare il magnifico panorama. Vedrete tutta Budapest e lo splendore del Danubio, non potete non farvi una foto!

Dopo proseguite verso il palazzo reale che sovrasta orgoglioso la collina. Gli edifici sono stati quasi tutti ricostruiti a seguito della battaglia del 1945 quando l’Armata rossa aveva ridotto Buda ad un cumulo di macerie. Il Palazzo Reale non è stato ricostruito come era un tempo, sarebbe stato impossibile data la maestosità dell’edificio costruito in epoca asburgica però vale la pena vistarlo per i suoi tesori: la galleria nazionale ungherese, il museo della storia di Budapest e la biblioteca nazionale Széchenyi.

buda01

Proseguiamo puntando alla Chiesa neogotica di Mattia con i suoi tetti a rombi asimmetrici e i pinnacoli aguzzi.  Dopo la chiesa di Mattia, uno dei luogo più visitati è il Bastione dei Pescatori (Halàszbàstya)  proprio dietro alla Chiesa.

Uno spettacolo di bianco, archi , scalinate e chiostri aspetta solo di essere esplorato! Vi consiglio di camminare sotto e ammirare il panorama attraverso i bastioni e solo dopo salire, insieme alla ressa di turisti. Fidatevi, farete le più belle fotografie della vostra vita.

Tra il bastione e la chiesa c’è il monumento equestre di re Stefano che celebra il fondatore della nazione ungherese.

Dopo tanto ammirare vi consiglio una pausa nella Pasticceria Ruszwurm aperta nel 1827 in cui già nel medioevo sorgeva una bottega nella quale si vendeva pan di zenzero. Gli arredi sono tutt’oggi di fine ottocento, vale la visita e la torta!

Visitando Buda // BUDAPEST VLOG 

Informazioni pratiche

Il video racchiude tutto ciò che vi ho descritto. Oltre la sottoscritta in versione leonessa con capelli al vento. Il periodo preferibile per visitare Budapest è la primavera perché d’Estate fa molto caldo e d’Inverno le temperature sono rigide. Noi abbiamo avuto fortuna e, come potete vedere dalle foto e video, c’era un bellissimo sole.

Nei prossimi giorni caricherà le fotografie e gli altri video. Ci vediamo venerdì prossimo! Esploreremo Pest con paesaggi che sapranno emozionarvi!

  1. budacastlebudapest.com/
    Il sito ufficiale del Castello di Buda dove troverete orari, costi e potrete prenotare direttamente sul sito una visita guidata. Se vuoi una guida su come trovare degli alloggi a Budapest, questo il link: http://stagkissbudapest.com/blog/how-to-choose-accommodations-in-budapest/
  2. www.fishermansbastion.com/
    Il sito dei bastoni dei pescatori che, non essendo un museo, è sempre accessibile gratuitamente. Se siete dei romanticoni andateci al tramonto 🙂
  3. www.budapest.com/travel/tourist_information/information_offices.en.html
    Sito ufficiale della città di Budapest dove troverete tante informazioni utili oltre che la mappa della città, informazioni sui ticket e altro ancora.

La cosa che vi consiglio io è di far affidamento sempre ai siti ufficiale e non a quello che scrivono i blog di viaggio. Certo la mia opinione e la mia esperienza vi può essere utile ma (infatti io non lo faccio) mai scriverò orari o altro perché potrebbero cambiare. Sul mio blog troverete sempre riferimenti a siti istituzionali .

Print Friendly, PDF & Email