Se parliamo di Florida a chiunque viene in mente Miami e i parchi divertimenti di Orlando; infatti la maggior parte degli italiani, una volta atterrati in Florida, si fionda in spiaggia con in mano un cocktail per poi puntare agli Universal Studio.

La Pina ti vuole far scoprire il lato affascinante e selvaggio della Florida meridionale.

Everglades, terre paludose da tutelare

Le Everglades si trovano a sud di Miami e rappresentano una vaste regione subtropicale, tutt’ora ancora molto selvaggia. L’ Everglades National Park è il secondo parco nazionale più grande degli USA.

Purtroppo la maggior parte delle persone viene alle Everglades per un’escursione in giornata, preferendo un giro in hovercraft piuttosto che esplorare davvero questa terra paludosa.

Devo ammettere che anche noi non abbiamo avuto molto tempo per addentrarci nel parco, essendo questa la tappa finale del nostro viaggio in Messico (te lo sei perso clicca qui).

Le Everglades fanno parte di quello che viene chiamato un ecosistema di flusso e riflusso, racchiuso tra il Kissimmee River il Lake Okeechobee. Prima dall’avvento dell’uomo questo territorio era ricco di corsi d’acqua che lentamente si gettavano nel golfo del Messico. Grazie proprio alla presenza di numerosi flussi d’acqua la zona è stata insediata da migliaia di specie di animali e vegetali. Moltissimi gli uccelli acquatici, gli anfibi i rettili, ma anche mammiferi.

Ben presto questa zona divenne di interesse commerciale e il costante sfruttamento andò ad assorbire le riserve di acqua dolce necessarie per la sopravvivenza dell’ecosistema delle Everglades. Oggi molte delle terre paludose sono state contaminate da sostanze chimiche uccidendo molte specie animali e vegetali.

Dagli anni 30 le colonie di trampolieri che nidificavano questa zona si sono ridotte del 93% e la popolazione di pesci, crostacei è stata notevolmente danneggiata. All’interno del Everglades National Park ci sono ben 15 specie a rischio estinzione tra cui la pantera della Florida e la tartaruga verde.

La tutela delle Everglades dagli anni 90 è un tema alquanto scottante negli USA dato che si trovano implicati conflitti commerciali, quali la coltivazione delle zucchero dello stato della Florida e il sistema idrico degli agricoltori che attinge proprio da queste zone.

EvergladesPinalapeppina3

Everglades Informazioni Pratiche

Come raggiungere le Everglades

Le terre paludosi si estendono per 129 km; l’unica strada percorribile è quella all’interno del Everglades National Park (la Rte 9336).

Per poter visitare le Everglades non potete far a meno dell’automobile, noleggiabile a Miami. Da Miami, in condizioni di traffico normale, le Everglades si raggiungono all’incirca in 45 minuti. Due le strade percorribili da Miami fino a Flmingo, oppure da Miami a Naples. Se avete la possibilità di scegliere la Rt 41, quella per Naples, è la più panoramica… quindi altamente consigliata!

EvergladesPinalapeppina2

Everglades National Park ingressi ed escursioni

Il parco è suddiviso in tre ingressi:

  • uno si trova lungo il confine a sud nei pressi di Homestead e Florida City. Si trova a sud di Miami per raggiungerlo dovete puntare a Culter Bay e poi proseguire per Florda City.
  • il secondo è quello di Shark Valley. Il più gettonato, essendo diretto da Miami basta percorrere la Rt 41. Se avete poco tempo è consigliassimo. Oltre che avere una strada panoramica degna di nota.
  • e il terzo si trova nella costa nord-occidentale oltre Everglades City. Il più lontano ma il migliore se decidete per una vacanza all’insegna dell’avventura. Raggiungibile da Miami proseguendo sulla Rt 41. (Facilmente raggiungibile anche da Hollywood seguendo la Rt 75).

Presso ogni punto di accesso si trovano gli infopoint in cui potete prendere cartine, informazioni su cosa fare e dove alloggiare.

Vieni con me alle Everglades | Video Tour

All’intero del parco potete fare diverse attività, tutte caldamente consigliate per una vacanza diversa, all’insegna della natura e scoperta di uno degli ecosistemi più selvaggi al mondo.

Si possono fare escussioni a piedi in tutta sicurezza, in sentieri battuti dai ranger che vi consentiranno di scoprire alligatori e uccelli acquatici.

Potete decidere per un giro in canoa o in kayak. Se siete per questa opzioni vi consiglio il terzo ingresso per puntare a Flamingo Visitor Center. Si trova nella punta più a sud delle Everglades, alla fine della State Hwy 9336.

Vi sconsiglio di addentrarvi da soli, perché davvero le Everglades sono terre di nessuno dove gli animali sono liberi. Potreste avere uno spiacevole incontro con i tanti alligatori che popolano la palude… 🙂

EvergladesPinalapeppina4

Escursione in airboat, vedere i coccodrilli in tutta sicurezza

Premesso che le airboat distruggono la flora e la fauna delle Everglades ma nessun blogger ve lo dice… #Pinaisdifferent. Detto questo se proprio ci tenente a fare un giro in airboat almeno fatelo in sicurezza ed in compagnia dei ragers. Lungo le strade che conducono agli ingressi dell’Everglades ci sono diverse persone che offrono escursioni in barca per addentarsi nella palude, ma ve li sconsiglio. Molti di questi vi propongono giri in barca su catorci e con equipaggiamento poco professionale.

L’ Everglades Safari Park, con i suoi rangers molto preparati, è uno dei più sicuri, oltre ad essere uno dei più grandi. Per info qui: evergladessafaripark.com

Print Friendly, PDF & Email