Se dici che vai a Miami fa molto figo. Ma proprio tanto. Gli Italiani sbavano per poche cose, Miami è una di queste. Personalmente non l’avevo mai neanche presa in considerazione come meta per un viaggio. Sono quindi atterrata a Miami che non sapevo bene cosa aspettarmi.

Nella mia testa Miami beach era un inutile cittadella piena di gente che se la tira. Invece… c’è altro oltre le palme e gente che corre per esporre il fisico. Certamente è una città goliardica  ed egocentrica, ma ha un tratto europeo che quasi ti sembrarà di essere a Cesenatico con il mare più figo. Avrei giurato che per mangiare e vivere ti spennavano, ma anche lì se sai scegliere ti trattano bene senza esagerare.

Poi, certo, se vuoi una serata da sballo con alcol a fiumi e donne semi nude beh Miami sa accontentarvi.

Un’altra cosa che mi ha stupito molto è la presenza massiva di ispanici. Sul perché avrei potuto arrivarci da sola, guardando una cartina geografica. Miami è praticamente in Messico questo aspetto rende la città più umana, mediterranea e, per certi versi, caotica come lo siamo noi teroni! 🙂 Dato che dal Messico ci metti appena un’ora di volo a Miami ci sono tantissimi immigrati e la seconda lingua parlata è proprio lo spagnolo.

Infine un aspetto che mi ha deluso, ma non ero preparata, è lo shopping. Ho capito che Miami non è il posto dove fare shopping. Ci sono certo i negozi su Ocean Drive ma niente che vi possa far strappare i capelli e lì si che i prezzi li ho trovati mediamente più alti rispetto a NY.

Miami è la città del relax e del rigenerarsi. Non dovete fare molto, semplicemente comprare un centrifugato detox un cappello di paglia e dirigervi in spiaggia, siamo pur sempre ai Caraibi! Non è esattamente dietro l’angolo, ma se siete stressati e depressi investite in un volo per Miami saprà stupirvi.

Vlog 12 H a Miami

Print Friendly, PDF & Email