TOP

Crema di lattuga con orzo e le tre regole per evitare di urlare “cosa cucino questa sera?”

Disperati di tutta Italia. Lo so che cucinare può risultare uno stress assurdo, ma questo non vi da il diritto di mangiare schifezze o cose pronte tutte le sere. Cucinare bene e velocemente è possibile se impari come si fa.

1. Organizzazione mentale

La prima regola è l’organizzazione. Non devi arrivare a casa alla sera, aprire il frigo e urlare «Aiuto! Cosa cucino questa sera?».

Vi assicuro che se ogni mattina decidete cosa mangerete la sera, tutto sarà più facile. Cucinare è come vestirsi. Ricordate la vecchia regola della nonna? Sì quella di preparare i vestiti per scuola il giorno prima. Ecco. Funziona  così anche per la cena. Questo vi consentirà di tirare fuori dal freezer  il cibo e trovarlo scongelato quando tornate a casa, oltre che non perdere tempo in paranoie inutili!!

2. Il giorno dopo è più buono

Altra regola è quello del riciclo dell’avanzo. Se avete una giornata meno piena delle altre sfruttatela per fare un piatto in abbondanza così da poterlo riciclare il giorno dopo, o scaldandolo o reinventandolo.

3. Fresco è meglio

E, se avete la fortuna di abitare in un centro grande o vicino a centri commerciali, la terza regola: fresco è più facile. Correndo verso la via di casa potreste compare del cibo al supermercato e prepararlo al momento. Questo funziona  se usate la tecnica dell’organizzazione, ovvero se avete già l’idee molto chiare su cosa cucinare.

Se comprate della carne o pesce fresco i tempi di cottura si abbattono e di molto, dandovi la possibilità di dedicarvi al massaggio dei piedi gonfi 🙂

Oggi ricetta veloce, facile e sana. Solo 240 calorie per un piatto che saprà scaldarvi il cuore e stuzzicarvi il palato.

cremaorzo03

Crema di lattuga con orzo e carote

240 Kl, impatto glicemico basso

Ingredienti per 4 persone

100 gr di orzo perlato

3 carote

2 patate

1 porro

1 ceppo di lattuga

3 rametti di timo

1 cucchiaino di scorza di limone

Olio,sale e pepe.

cremaorzo02

Preparazione

Mettete subito a lessare in acqua bollente l’orzo perlato, come da confezione (circa 30 minuti).

Nel frattempo tagliate a dadini le carote e lessatele in acqua calda con del timo tagliato (se non lo avete fresco va bene secco ma che sia di ottima qualità almeno saprà di qualcosa), non si devono sfaldare. Non gettate l’acqua di cottura.

Pulite i porri e tagliate finemente. In una padella un goccio di olio e fate cuocere il porro per 10 minuti. Aggiungete la lattuga e le patate tagliate a dadini e fate andare per altri 10 minuti a fuoco basso. Trascorso il tempo aggiungete l’acqua di cottura delle carote e proseguite finché il farro non sarò pronto.

In un mixer mettete il contenuto della padella (lattuga, porro e patate) frullate il tutto. Alla crema aggiungeremo l’orzo e le carote bollite. Salate e aggiungete la scorza del limone. Il piatto è pronto… gnam!

Esaurita Sciura Milanese per vocazione e per residenza. Cucina, Viaggia e Fotografa in ordine sparso e casuale. Starnazza sempre. Non guida, ma va dappertutto.

Comments (4)

Post a Comment