Facciamo un pochino di chiarezza sullo Yucatán. La penisola dello Yucatán è una penisola situata nel sud-est del Messico che separa il mar dei Caraibi dal golfo del Messico. É composto da 3 stati: Yucatán, Campeche e Quintana Roo. Quest’ultima è maggiormente popolata dai Maya dove, ancora oggi, si trovano la maggior parte dei siti archeologici.

Le città più famose come Tulum e Cozumel si trovano nel Quintana Roo. Sarebbe, quindi, più coretto parlare di Quitana Roo invece di Yucatán. Dato, però,  che l’ignoranza regna sovrana la Pina si è adeguata è ha sempre parlato di Yucatán; ma lo Yucatán è uno stato appartenente alla penisola dello Yucatán.

Definito ciò e tolto ogni dubbio geografico, oggi parliamo di trasporti.

ado

Spostarsi in Messico con i mezzi pubblici

Molti pensano che per girare all’intero dello stato del Quintana Roo occorre l’auto, ma non è così. Tutta la penisola dello Yucatán è dotata di un sistema di autobus molto efficienti e poco costosi. Sono autobus, come i nostri autostradali, comodi, gradi e con aria condizionata. Collegano le principali città dello Yucatán e ti permettono notevolmente di abbattere i costi di spostamento e di permettere anche al vostro compagno di godersi la vacanza.

Nel nostro viaggio abbiamo fatto alcuni spostamenti in autobus. Da Cancun a Tulum, che sono quasi cinque ore, da Tulum a Playa del Carme (1 ora circa) per poter andare a Cozumel.

Una volta approdati a Isla Mujeres e/o a  Isla de Cozumel l’auto serve veramente a poco. Come abbiamo visto settimana scorsa (il post qui), Isla Mujeres è lunga appena 7 km e se dormite a Punta Norte, ovvero nel centro abitato, non vi serve a molto; ma anche se doveste trovare un alloggio più vicino al porto, le distanze sono veramente minime. Il caldo potrebbe non aiutarvi negli spostamenti ma ci sono taxi ad ogni angolo.

Su Isla de Cozumel vedremo più avanti, ma già vi posso dire che anche quest’isola non necessita di grandi spostamenti; salvo che non siate con i bambini, ma lo vedremo meglio nelle prossime settimane.

Noi abbiamo sempre viaggiato con la compagnia ADO, qui il sito:

http://www.ado.com.mx/ado/index.jsp

Tulum la città magica

Tulum è famosa per la sua spiaggia di sabbia finissima e per le rovine Maya a picco sul mare dei Caraibi. Tulum può essere vissuta in due diversi modi. Il primo, spesso scelto dagli stranieri, è quello di cercare una Cabanas sul mare e oziare con la sabbia corallina tra piedi; il secondo è quello di utilizzare Tulum, come abbiamo fatto noi, come punto di partenza per diverse escursioni.

La zona, infatti, intorno a Tulum è ricca di Cenotes, rovine Maya e parchi naturali (o presunti tali). Per le escursioni certamente vi servirà un auto che, però, consiglio di noleggiarla in loco trattando sul prezzo. Tra Messicani e Napoletani ci sono molte affinità. E con questo ho detto tutto 🙂

Se avete pochi giorni o siete in coppia forse vi conviene l’escursione organizza dai locali. Non amo questo genere di cose ma effettivamente si risparmia tempo e denaro.

Avremmo modo di approfondire l’escursioni fatte da me ed il Giammy. Per ora vi lascio con il video di Tulum e le rovine Maya. Spero che il video vi piaccia, se è così pollici in su!

Sarei felice di trovarvi tra i miei iscritti di youtube:

 http://www.youtube.com/user/pinalapeppina

Tulum alla scoperta delle rovine Maya

Valutazione della Pina

Le rovine di Tulum non sono certamente le più belle dello Yucatán , però sono comunque spettacolari, data la loro posizione a picco sul mare.

Tulum in lingua Maya significa “muro”, infatti Tulum è una delle poche città con una cinta muraria costruita ai Maya. Girovagando tra le rovine di Tulum si capisce l’importanza di questa città per i Maya, essendo stato uno delle tratte commerciali marine.

Ho visitato le rovine ad agosto 2015 in pieno Sargasso (alga naturale che arriva dal Mar dei Sargassi e che ha sporcato molto spiagge e oceano), questo certamente ha contribuito a non rendere spettacolare la visita.

Le rovine di Tulum sono visitabili in un paio di ore. Sconsiglio di andarci con il primo sole o  morirete di caldo. Meglio al pomeriggio verso la chiusura (c’è anche meno gente).

All’ingresso vi chiederanno se volete fare il pacchetto intero. SCONSIGLIATO è solo un modo per pelarvi soldi. Le rovine maya sono sopra la spiaggia di Tulum (meravigliosa) e le visiterete certamente muniti di fotocamere e videocamere, quindi fermatevi ad un’escursione di poche ore, magari al tramonto, e poi un altro giorno dedicatevi alla spiaggia e snorkeling.

Print Friendly, PDF & Email