Il nostro copro è così composto:

  • 65% di acqua;
  • 20% di sostanze proteiche:
  • 10-15% di grassi;
  • 1-2% di zuccheri (Carboidrati);
  • Sali minerali e oligominerali.

E guarda un po’ il cibo, qualsiasi sia la sua forma, è composto da: acqua, proteine, grassi, zuccheri e sali alimentari.

Quindi possiamo affermare con certezza e serenità che:

Siamo ciò che mangiamo

Sovente, per non dire sempre, ci limitiamo a scegliere il cibo in funzione dei nostri gusti, della dieta che stiamo seguendo o delle calorie che vogliamo assimilare. Vi dico, fin da subito, che è un sistema errato. Dovremmo piuttosto comprendere come il cibo introdotto nella nostra bocca arriva al nostro stomaco e quale sia il risultato finale di questo percorso. Non vi tedierò con una lezione sul nostro apparato digerente, anche se una ripassata con l’aiuto del cartone animato “siamo fatti così” non guasterebbe.

Tutti gli alimenti, di qualsiasi origine siano, animale o vegetale, appartengono a queste tre classi:

  • glucidi (carboidrati e zuccheri)
  • lipidi (grassi)
  • protidi (proteine)

Non esiste in natura un alimento che appartiene ad una sola di queste categorie, salvo che non sia stato lavorato, raffinato a tal punto da diventarlo (es. zucchero bianco).

Carboidrati e zuccheri

I glucidi rappresentano una componente nutrizionale importante per la nostra alimentazione, perché costruiscono la principale fonte da cui attingiamo l’energie.  Servono, infatti, per il lavoro muscolare, celebrare e per le innumerevoli attività cellulari. Si consiglia una dieta con un apporto del 60-70% di glucidi.

I glucidi (ovvero i carboidrati) si trovano nei cereali a chicco, nei legumi e nella frutta secca oleosa. Poi, come tutti sapete, in pane, pasta focacce e dolci di vario tipo. Tutti questi alimenti risultano in realtà non eccellenti da un punto di vista nutrizionale perché sono fatti con farine lavorate. Le farine raffinate sono, come detto all’inizio, un alimento ibrido e, di fatti, sbilanciato da un punto di vista nutrizionale.

energia

Grassi

I lipidi (ovvero i grassi) possono essere di natura animale e vegetali; entrambi una volta digeriti dal nostro organismo si trasformano in acidi grassi liberi con la differenza che quelli animali producono anche colesterolo. I lipidi naturali sono privi di colesterolo naturalmente.

I grassi di origina animale sono grassi prevalentemente saturi. Che significa? Che hanno una catena carboniosa compattata che li rende solidi allo stato naturale a temperature ambiente. I grassi di origine vegetale, invece, sono prevalentemente insaturi hanno un doppio legame carbonio-carbonio (monosaturi) oppure più doppi legami (polinsaturi) che facilitano l’azione degli enzimi digestivi. I grassi vegetali insaturi sono liquidi allo stato naturale e a temperatura ambiente.

I lipidi, o grassi, sono indispensabili alla via cellulare, basti pensare che ogni cellula è ricoperta da una membrana di lipidi. I grassi, inoltre, sono indispensabili per assorbire vitamine vitali come A, D, E e K.

Ovviamente non bisogna abusare dei grassi, sopratutto con quelli saturi capaci di alzare il colesterolo e rendere la digestione laboriosa, lunga e difficile per il nostro organismo. Va anche detto che un abuso di grassi vegetali è comunque dannoso perché se non assunti correttamente passano da insaturi a saturi o addirittura diventano dannosi e sviluppano sostanze tossiche (vedi la verdura fritta in olio di mais).

I grassi di natura vegetale dovrebbero essere assunti, nell’arco della giornata, in quantità pari al 10-20% delle calorie totali.

Sono fonti di lipidi di origine animale: il burro, il latte, il formaggio, il pesce, le uova le carni e i suoi derivati.

Sono fonte di grassi di origine vegetale: le olive, la frutta secca oleaginosa (noci, mandorle) e i semi in genere (cereali, legumi, semi di zucca, sesamo, lino ect).

Proteine

I protidi o proteine hanno funzioni plastiche, strutturali o funzionali. Costituiscono i mattoni della vita dell’organismo, sono cioè la materia di cui è costituita la muscolatura, lo scheletro, il tessuto connettivo, gli organi interni e la pelle. A differenza dei grassi e zuccheri, però, il loro utilizzo come fonte energetica è scarso. In altro termini se mangiaste solo proteine  (eliminando quindi i carboidrati) non avreste energie sufficiente per fare un qualsiasi attività. Per questo, a differenza di ciò che si pensi, le proteine vanno assunte con attenzione. Troppe o troppo poche possono danneggiare il fegato e i reni.

Le proteine possono essere di origine animale e vegetale.

  • Proteine animale: tutte le carni e loro derivati, tutti i pesci e crostacei, i latticini, le uova.
  • Proteine vegetale: legumi, cereali in chicco integrale  e il oro derivati. Tutta la frutta secca Oleaginosa e i semi oleosi

Comprendo che per molti questo post è del tutto inutile, ma se dobbiamo imparare qualcosa va fatto per gradi. Intanto memorizziamo le diverse tipologie di alimenti, capendo a cosa servono e quanta ne serve. E poi, la prossima settimana, affronteremo nel dettaglio uno di questi. Già vi preannuncio che parleremo dei tanti amati/odiati carobidrati!

Lo scopo di questo spazio non è dirvi cosa mangiare, ma aiutarvi a capire che informarsi e studiare ci rende tutti più liberi su ciò che siamo, perché davvero siamo frutto di ciò che mangiamo. Ognuno è libero di essere ciò che vuole ma con consapevolezza senza seguire le mode e senza essere un target di mercato.

Concludo rispondendo alle solite note domande.

È meglio bere o non bere durante i pasti?

La risposta esatta, medica, sostiene che durante il pasto non bisognerebbe bere. Ne acqua, ne vino. Niente. Certo un sorso di acqua per sciacquarsi la bocca non fa male, ma l’acqua (3 e più bicchieri a pasto) altera il PH del cibo che arriva al nostro stomaco non come è stato introdotto nella nostra bocca.

Quando scegliete cosa mangiare non dovete guardare il cibo per quello che è, ma per quello che sarà una volta digerito.

L’acqua bevuta durante i pasti allunga la digestione di un’ora e appesantisce l’organismo. Che significa? Che sarete portati ad assimilare più grassi. Il bisogno di bere costantemente mentre si mangia è dovuto a quello che stiamo mangiando, alla presenza di sale  e di sostanze che danno fastidio al nostro organismo.

Provate per una settimana a bere quando avete sete (SEMPRE) e bere un bicchiere di acqua prima dei pasti o mangiare insalata e poi mangiare sano senza sale. Scommettiamo che non avrete sete durante i pasti e che assimilerete in maniera diversa il cibo?

frutta

La frutta prima o dopo i pasti?

In soggetti sani e senza disturbi all’apparato digestivo la frutta va assunta sempre fuori dai pasti. Mangiarla dopo il pasto equivale a non mangiarla. Vi darà un finto senso di sazietà ma non sarà assimilata dal vostro organismo. Perchè? Semplice la frutta dal momento che viene introdotta nella nostra bocca ci mette al massimo 30 minuti per essere digerita e trasformata in sostanze utilie per il nostro organismo. Se la mangiamo dopo un pranzo la frutta viene”stoppata” dal resto del cibo e quindi una volta che viene digerita (anche dopo 3 ore) a quel punto ha perso le sue proprietà benefiche.

Mangiare frutta durante tutto l’arco della giornata, lontano dai pasti (almeno 3 ore) vi consentirà di avere meno fame e beneficiare interamente delle proprietà nutritive.

In forma se sai come fare

Quindi ecco alcuni segreti che abbiamo imparato oggi per rimanere in forma:

  • bere molta acqua fuori dai pasti;
  • non bere durante i pasti;
  • mangiare senza sale;
  • mangiare la frutta lontano dai pasti come spuntino e usarla come sostituto dei dolci.

A martedì prossimo. E ricordate sempre che una corretta alimentazione è nulla contro il culo sulla sedia. #muoviquelculo SEMPRE. 30 minuti di attività al giorno ti salvano la vita. No. Non ci sono altri modi per dirlo.

facebook

Inoltre sulla pagina di Facebook: Diario di un’Esaurita Felice troverete, ogni giorno, spunti e curiosità sul cibo; ricette facili e sane; tutti i miei pasticci e i video dei miei viaggi. Se vuoi un modo per restare aggiornato sul blog non devi far altro che cliccare mi piace!

facebook.com/esauritafelice

Print Friendly, PDF & Email