Sono davvero contenta che questo piccolo angolo nostro/vostro vi stia piacendo. Ne avete capito lo spirito ! Sono altresì felice che mi vogliate affidare le vostre storie, piccoli o grandi che siano.

Oggi è la volta di un maschietto. E questo è già sufficiente per farmi sorridere.

Ho sempre pensato di essere un blog per femminucce, invece ci sono soggetti diversi e particolari.

Questo è il caso in cui una persona è il suo blog. Non vuole essere nulla di più, almeno sul web.

Per me lui resterà sempre un uomo  appoggiato ad una finestra che fuma malmboro mentre osserva Roma dall’alto. E non mi importa se ha metà degli anni che gli do io, e non mi importa neanche se porta la barba. Nella mia testa Curi è così. Conosciamolo meglio.

Il suo blog: dodicirighe.wordpress.com/

12righe

Mi presento lasciando però sempre quell’aura di mistero che ho mantenuto fino a ottobre dell’anno scorso quando sono sbucato fuori con un libro. [Dodici Righe il libro info qui ]

Ho girovagato un po’, prima stabilendomi prima al nord Italia e poi in Inghilterra, che segneranno profondamente l’inizio di dodicirighe e altri racconti che attingono a memorie e fantasie di cose successe davvero o meno.

Ora sono fermo nella capitale da un annetto circa, vedremo quanto durerà ! I miei studi sono abbastanza lontani da ciò di cui scrivo sul blog, e forse per questo sento più libertà in quello che scrivo.

Mi definisco un romantico senza speranza e chi mi conosce lo sa – e aggiunge anche lento con le donne!

Scrivo su piattaforme ormai dal 2005. Ho iniziato su blogspot, con un blog che – come per questo – non aveva pretese ma era un contenitore emozionale dove eventualmente potevo avere un riscontro e un commento. O anche il silenzio più totale.

libro12

Questo blog, dal titolo lungo che eviterò di scrivere, è andato avanti per un po’ di anni ma poi ho deciso di chiuderlo. Per un po’ di tempo ho scritto su carta finché, nell’anno del signore 2012 (il dodici si ripete!) ad agosto, una serie di turbini e vortici emotivi mi fecero riprendere la voglia di mettermi in gioco condividendo con gli altri. Presi due dadi e decisi che il numero risultante sarebbero state le righe. Uscirono due 6, ed eccomi qua!

Del blog mi piace perché Pina ha un bel caratterino (in senso simpatico!), mi mette di buonumore leggere e per questo continuo. L’ho scoperto per i suggerimenti di wordpress, e direi che ogni tanto ci azzecca 😉 Non mi piace niente, direi che devi proseguire così e seguire il tuo istinto ! Non rinuncerei mai… a leggerti almeno una volta la settimana!

Ho aperto un blog perché ho sentito che era il momento.

Per me è fondamentale non forzarsi mai nella scrittura, e questa libertà spero di non perderla mai. Significa essere onesto, e l’onestà di chi scrive si percepisce in chi legge. E io quando capisco che ci si forza o si “mente”, perdo fiducia nello scrittore. Questa è un’altra cosa a cui non rinuncerei.

sendmail

Ogni venerdì ci sarà una paperotta che ci racconterà la sua storia. Vuoi partecipare anche tu? Basta che mi mandi una mail a:

info@pinalapeppina.com

Raccontami la tua storia, puoi anche usare un nickname, e rispondi a queste domande:

  • come hai conosciuto Pinalapeppina.com ?
  • Cosa ti piace del Blog?
  • Cosa non ti piace del Blog e vorresti cambiare?
  • A cosa non rinunceresti ?
  • Perché hai aperto un blog? Cosa significa per te?

A tutti i partecipanti un disegnino personalizzato fatto da me e sorpresona finale!!!

Print Friendly, PDF & Email