Io sono una maniaca dell’ordine. Sistemo le magliette per colore. Organizzo scomparti di casa per tipo e utilizzo. Quindi quando entro in un reparto di cucina e vedo i barattoli impazzisco.

La moda del “tutto in barattolo” ormai negli States spopola da parecchi anni. Da un paio di anni a Milano hanno cominciato a servirti centrifugati e frullati nei barattoli delle conserve. Fa figo, fa bio. A me fa sorridere e mi fa sentire in Provenza. D’accordo a me tutto mi ricorda la Provenza 🙂

Cucinare in vasetto è facile, pratico veloce e ottieni cibi sani saporiti ma sopratutto è l’ideale per organizzare le porzioni. Avevo già sperimentato il cupcakes in barattolo, un modo per rendere un cupcakes chic. Te lo sei perso clicca qui.

La cosa che all’inizio non avevo considerato che il vasetto non è solo un recipiente finale per abbellire un piatto, ma anche un modo per avere una mono porzione in una mini pirofila. In fondo le pirofile di cosa sono fatte?! Ebbene si potete mettere il vostro vasetto riempito di carne o verdura nel forno. L’unica cortezza aggiungiamo un pochino di liquido che sia acqua, latte, uova o quel che vi pare.

Si possono fare anche dolci in barattolo. L’ideali se voi siete a dieta ma i vostri figli svaligiano qualsiasi cosa.

Il vasetto può anche essere utilizzato per la cottura a bagnomaria sui fuochi, questa a dire il vero la uso ormai da anni ma solo per riscaldare e scongelare. Invece paperotte mie ci possiamo proprio cucinare!

Avremo modo di affrontare nel dettaglio questi diversi utilizzi. Oggi invece vi regalo una bella insalata in barattolo. La trovo molto carina per una cena su un terrazzo o in giardino.

Preparate prima, tenete tiepido nel forno e portate fuori. Il barattolo è chiuso, nessun moscone ci finisce dentro e il commensale prenderà il suo barattolo (magari sul vasetto potete mettere anche il suo nome) rovescerà il contenuto nel piatto e voilà! Figo, no? Un pranzo/cena con effetto sorpresa. A me piace molto.

Ovviamente potete riciclar la ricetta anche in una comoda insalatiera la Pina mica si offende!

Insalata02

Insalata tiepida di Spada e Fave

Ingredienti per 4 Persone

2 Filetti di Spada fresco

500 gr di Fave (io consiglio sempre qualcosa in più perché quando le pulisci non sai mai quanto ti resta)

Finocchietto a gusto (ma a volontà e buonissimo!!)

Sale, pepe, olio

1 lime

insalata03

Preparazione

Pulisci le fave.  Fai bollire dell’acqua con sale e alloro (io ormai sono la moglie di Barzetti). Fai bollire le fave per cinque minuti. Comprendo che le fave siano squisite anche cotte, ma dipende sempre dalla qualità della fava e da come vi trovate voi altri. Quindi se le amate crude… fate pure.

Filetti di pesce spada. Taglia la pelle (potete farlo anche voi senza tagliarvi le falangi), tagliate a cubetti possibilmente tutti uguali (o quasi 🙂 ). Padella antiaderente, un goccio (pochissimo) olio extravergine . Fai saltare lo spada velocemente a fuoco vivo. Spremi il lime, aggiusta di sale e pepe. Cinque minuti non di più. Lo spada non deve cuocere molto sopratutto se è freschissimo. Aggiungi all’ultimo del finocchietto.

Componiamo il barattolo. Fave, spada, Fave spade. Finocchietto un goccio d’olio. E il gioco è fatto!

Print Friendly, PDF & Email