Sul fatto che io non mangiassi i porri ho già parlato in passato. I cardi? Altra verdura sconosciuta. Fino all’altro giorno. Volevo rifare lo sformatino di porri, poi c’erano questi cardi lunghissimi.

Ho pensato “Lo sai che i Cardi sono alti, alti e alti. E tu sei piccolina se nata Paperotta”. Mi sono detta “Ti sfido”. Ho alzato il ceppo e pesava una tonnellata, l’ho pesato. 5Kg. E la miseria! Che ci faccio con cinque chili di Cardi? Il ragazzo del supermercato, un bel ragazzo. Mi sorride, mi si avvicina. Mi tratta come una vecchietta milanese e mi dice “Signora le taglio le parti esterne tanto non si mangiano”, mi strizza l’occhio. Direte “ci prova”. No. Mi trattava e guardava come un’anziana. Devo comprarmi una finta pelliccia per andare al supermercato, così mi portano anche la spesa a casa.

Grazie al carino ragazzo del supermercato i cinque chili sono diventati uno. E sono partita in quarta con la ricetta. Era sabato. Avevo discusso con il Giammy. Ogni tre mesi il Giammy ha il ciclo. Come gli elefanti. Il suo ciclo combacia con le chiusure aziendali, in cui si ritrova sempre a lavorare fino alle dieci di sera, week end compresi. E questo succede perché noi italiani sul lavoro diciamo sempre “dopo lo faccio” poi arriva la scadenza e tutti a correre come dei pazzi.

Insomma! Ero nel fuoco fatuo del “io lo Odio” e allora ho pensato ad una ricetta succulenta, buona e piena di verdura. Sì ehm… lo odio ma lo prendo per la gola. La coerenza prima di tutto!

Così è nata la Finta Lasagna perché in fondo era un finto litigio. E mi é piaciuta un sacco, tre pezzi me ne sono mangiata. Poi ero talmente piena che mi sono arenata sul divano a guardare Amici con il Giammy di fianco che lavorava al PC. Mi guardava e scuoteva la testa. “Pina fai schifo”. Ma perché? Tre fette di lasagna ho mangiato. Tutta verdura. Tutta salute, no?

Piatto della domenica, lungo da fare. Ma voi prendete appunti così il sabato andate a far la spesa, vi fate servire da un ragazzotto belloccio, e poi la domenica fate le sostenute perché vostro marito non vi fa i complimenti. Sfornate il cardo, lui si lecca i baffi. E vissero felici e contenti.

Cardo05

Finte Lasagne di Cardi

Ingredienti

1kg di Cardi

3 Porri

80 gr di prosciutto cotto

80 gr di fungicide

Parmigiano q.b (ho sempre sognato di scriverlo q.b.)

Per la Besciamella finta light

500 ml di latte parzialmente scremato

50 gr di farina

un cucchiaino di sale

noce moscata q.b.

Cardo02

Preparazione

Pulite i Cardi. Come si fa? Tagliate il culacchio, eliminate le perti più dure quindi esterne. Munitevi di coltellino e sfilacciatelo. Dovete togliere i filamenti sul corpo del cardo. Poi prendete una grande pentola con acqua bollente. Salate, alloro, mezzo limone spremuto. Fateli bollire i cardi per 5/10 minuti. I Cardi devono ammorbidirsi ma non sfaldarsi che ci servono come base della lasagna.

Due porri li tagliate a listarella. Mettete un goccio di olio e li fate andare per qualche minuto. Poi aggiungete i funghi tagliati. Salata, pepate. Lasciate da parte.

Un porro lo fate sbollentare per due minuti in acqua salata. Ci servirà insieme al cardo per completare la lasagna.

Besciamella

Versate il latte in un pentolino. Accendete il fuoco molto basso, non deve bollire. Incorporate pian piano la farina e sbattete con le fruste. Fino ad ottenere una cremina. Salate e noce moscata. Se volete essere porci anche una cucchiaiata di parmigiano.

Componiamo la Lasagna.

Accendiamo il forno a 180 gradi.Teglia. Cominciamo con il cardo, poi il nostro composto porri e funghi. Una fetta di prosciutto cotto. Besciamella altro cardo e così via fino ad arrivare alla fine. Il porro sbollentato servirà per chiudere il lati della lasagna, essendo più maneggevole del Cardo. (Certo potete anche non usarlo).

Alla fine chiuderete con besciamella se volete un po’ di parmigiano e se vedete che è un poco asciutta un bicchiere di latte.In forno a 180 per 30 minuti. Vi giro che è da svenimento! Sbav Sbav

Print Friendly, PDF & Email