La festa di Dragobete in Romania e il Pane dolce Cozonac

Il mese di Febbraio lo associo all’amore. Non per via di San Valetino di cui, in tutta onestà, non me ne frega molto. Febbraio e amore. Amore, amicizia, volersi bene, amare se stessi, il mondo. Rinascita.

Febbraio é la primavera, la rinascita, la riscoperta dei profumi, colori e odori. Trovo quindi appropriata la festa che si festeggia in Romania. Potremmo dire la festa degli innamorati rumeni, ma non è propriamente così.

Festeggiano il Dragobete il 24 febbraio; tradizione vuole che uomini e donne vestiti a festa si trovino davanti alla Chiesa per andare nei boschi a raccogliere fiori. Poi arrivati in cima alla collina ci si ferma per godere della presenza reciproca e del mondo che si rigenera. Ovvero la primavera.

A mezzogiorno, le ragazze corrono verso il villaggio. I ragazzi la inseguono, qualcuno cadrà lungo la rapida collina, colui che arriva prima al villaggio dovrà regalarle un bacio. Da qui la tipica espressione rumena “Dragobetele saruta fetele“, bacia la ragazza.

È la giornata dell’accoppiamento, non solo per le persone, ma anche per gli animali. Il giorno dell’amore universale inteso come nascita. Proseguimento della specie.

In principio il Dragobete Day si festeggiava l’11 di febbraio per celebrare il martire San Vlasie, patrono degli uccelli dei boschi e delle donne gravide. Infatti in questo giorno, raccontano le leggende, gli uccellini migratori tornano nel villaggio per cantare e iniziare il periodo di accoppiamento e dell’amore. Nel folklore rumeno, l’uccello, in particolare il cuculo, rappresenta la personificazione dell’amore.

Mi piace molto questa tradizione, perché celebra l’inizio della primavera, degli amori, della nascita. Dell’amicizia e dell’unione e rispetto della natura. L’inizio non un giorno.

Romania: ricetta del dolce rumeno Cozonac

Pensando alla cucina Rumena mi vengono subito in mette gli stufati, le zuppe. La carne e le spezie. Se si pensa ad un dolce però non si può non pensare al Cozonac.

Il Cozonac è un pane dolce conosciuto in tutta l’europa dell’Est. Può essere riempto con uvettta, noci o cioccolato. In romani il più popolare è con le noci.

Cozonac03

Ricetta Pane Dolce Cozonac con nocciole e uvetta

Ingredienti

Per fare il Pane

  • 1 kg farina bianca 00
  • 1 cucchiaino sale
  • 4 uova
  • 250 gr di i zucchero
  • 400 ml latte
  • 40 gr lievito fresco
  • 100 gr burro
  • Buccia di un limone non trattato
  • Mezza bacca di vaniglia

Per il ripieno

  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 uovo
  • 200 gr noci tritate
  • 5 cucchiai cacao dolce
  • mezza tazza di uvetta (lasciatela in ammollo in acqua o meglio con il Rum)

Cozonac01

Preparazione dolce rumeno Cozonac

Preparazione Pane

Sciogliete il lievito con due cucchiai di zucchero in 150 ml latte tiepido e lasciate gonfiare per circa 20 minuti.

Setacciate la farina e unite il sale, aggiungete il lievito gonfiato, le uova, lo zucchero, il latte, il burro sciolto. Aggiungete la buccia del limone e la vaniglia. . Mischiate tutto molto molto bene e lavorate l’impasto per circa un’ora ( minimo 30 minuti ). Lasciate poi lievitare in un posto caldo per 3 o 4 ore.

Preparazione Crema

In una ciotola mettete l’uovo, lo zucchero vanigliato, le noci tritate e il cacao e mischiate tutto molto bene.

Uniamo il tutto. Quando l’impasto ha raddoppiato di volume dividetelo in due parti. Ogni parte stendetela con il mattarello e ottenete due sfoglie alte di circa 1/2 cm. Mettete sopra le sfoglie la crema di noci e cacao e arrotolate. Formate una treccia e mettetela in uno stampo da plumcake grande Lasciate ancora lievitare per circa 2/3 ore. Infornate a 150 gradi per circa un’ora.

 

 

 

 

Ti è piaciuto? Share!

Una risposta a “La festa di Dragobete in Romania e il Pane dolce Cozonac”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

On Key

Related Posts