TOP

Il come che fa la differenza #ioscrivo

dream

Ho gli occhi iniettati di sangue a forza di disegnare con la Wacom. Oggi, dopo un lungo tempo, troppo, ho ripreso in mano il libro. Sto rileggendo le 300 pagine ed il libro non è ancora finito. Non voglio che mi sfugga di mano… Avevo la testa altrove e mi sono fatta trascinare in altre sperimentazioni che non porteranno a granché. Una di queste, come avrete capito, è la realizzazione di video .

Bene. Oggi ho scritto un commento su un canale piuttosto famoso. Ho scritto come faccio, qui, sul mio blog. Ho scritto tanto.

Ho ricevuto molti apprezzamenti per quello che ho scritto, non tanto per il commento in sé, ma per come l’ho scritto. Addirittura una ragazza mi ha appena detto che il mio modo di scrivere le ha messo i brividi e che si vedeva  che sono una scrittrice.

Al ché altre persone mi hanno chiesto cosa avessi scritto. Non ho risposto, sarebbe una pugnalata dirgli “ehi l’Altra Beatrice non è propriamente un libro, piuttosto un racconto breve. Ora sono immersa in un Urban Fantasy avvincente per adulti, ma non ho ancora una Casa Editrice…”.  Ho lasciato perdere.

Nessuna delle persone che ha condiviso il mio commento o che ha commentato a sua volta ha, però, deciso di iscriversi al canale. Sono giunta, quindi, ad una condivisione.

Io scrivo. Anche ora. Sono a occhi chiusi, stanca, è tardi. Scrivo.

Sostenete, voi, che trasmetto emozioni che siano le mie o quelle di altri personaggi. La Youtuber non è la mia strada (non che la stessi percorrendo sul serio).

Vi auguro Buona Notte e… TU, lettore, fai passa parola.

 Io scrivo. Vorrei farlo sul serio. Di là, tra le braccia di Morfeo, il mio nome è stampato su una copertina rigida lucida.  Magari, un giorno, al mattina il mio nome rimarrà ancora sulla copertina.

Comprenderete, leggendo quanto sopra, che domani (oggi per voi altri che giustamente siete già con il cervello spento), forse non pubblicherò la ricetta salvacena….. Forse.

Esaurita Sciura Milanese per vocazione e per residenza. Cucina, Viaggia e Fotografa in ordine sparso e casuale. Starnazza sempre. Non guida, ma va dappertutto.

Post a Comment