salvacena

Che ci crediate o no ho foto di cibo di due anni fa che non ho pubblicato. Non perché sia una strafiga organizzata che cucina con una logica per il blog. Tutto quello che è cucinato e condiviso sul blog l'abbiamo mangiato, io in primis. Chi cucina per la fama e non per la fame fa porzioni gigantesche e piatti, spesso, grassissimi solo per poter cucinare tutto. Mi chiedo sempre chi le mangia. Vabeh.

Ciò detto, ho perso molte delle ricette per voi disperati. Disperiamoci insieme! Però! Fiato alle trombe ne ho una vecchia di un anno che è talmente facile che basta il nome per dire la ricetta.

 

Branzino e Peperoni

Brazino01

Esci dall'ufficio di corsa, acchiappa tua figlia, l'auto scassata a cui devi fare la revisione, fermati al semaforo. Respira. Chiedi a tua figlia perché ha un segno di pennarello rosso sulla mano, non soffermati sul fatto che ha un buco in una scarpa. Bene.

Ora procedi a sud. A sud c'è di sicuro l'Esselunga (Il signor Caprotti dovrebbe pagarmi per la pubblicità che gli vado facendo) o se abiti sotto il Po (Leghista io? Ahahah) scegli qualcuno che ti venda un buon Branzino.

Corri. Il marito è esaurito, vuole mangiare entro le nove stasera. Bene. (Mica tanto). Acchiappa il Branzino, magari fattelo mettere in un sacchetto blu e fattelo pulire o compralo in vaschetta già pulito. Lascia perdere! Non hai tempo di rispondere alle domande di tua figlia. Sì lo so che è imbarazzante spiegarle come le mucche riescano a stare in una vaschetta A4!

Sei a casa? Fortuna ci sono i cartoni e tua figlia è già sbattuta sul tappeto con la faccia sul tappeto ed una mano nel naso, con quella libera tiene stretto il telecomando.

Brazino02

Levatati i tacchi, ma fai attenzione… non hai tempo per massaggiarti i talloni! Lavati le mani, vai in cucina prendi il Branzino schiaffalo nella teglia coperta da carta forno, sopra dei tocchetti di peperone. Sale e pepe e rosmarino. Fai la caramella con la carta forno. Chiudi l'estremità con lo spago.

In forno a 200 gradi per 20 minuti. Fatto?

Bene. Ora corri a spogliarti. Chiedi a tua figlia che giorno è domani, sia mai che le fai saltare la piscina…. che poi la maestra si spaventa e ti denuncia!

Fatto. Buon appetito. Che ce vuole?! Dimenticavo…

Date da mangiare alle papere. Grazie

 

Print Friendly, PDF & Email