Papere! Buongiorno.

Settembre è praticamente finito. Siamo al momento più bello dell’anno. Io ho compiuto gli anni e sono ancora viva e stiamo andando verso ottobre.

Cosa succede ad ottobre? Tante cose. E’ il mese della Zucca, delle storie intorno al fuoco e dei profumi autunnali: castagne, uva e rinascita.

La scorsa settimana vi ho regalato il primo racconto d’autunno con una crostata di farina di castagne con le pere. Se te la sei persa clicca qui .

Oggi vi propongo un piatto semplicissimo che profuma d’autunno. Sempre che vi piaccia il coniglio.

Io non mangio molta carne, ma al coniglio non ci rinuncio. E se posso, fatelo mangiare anche ai bimbi. Il coniglio è una carne bianca, facilmente digeribile. Ma sopratutto aiuta l’intestino a digerire ed assumere gli altri alimenti. Ricco di vitamina B e perfetto per chi ha problemi di colesterolo. Insomma. Tutto di guadagnato!!

La ricetta che vi propongo, però, non è per niente adatta ai bimbi perchè è alcolica 🙂 E’ periodo di vendemmia, non potevo non cuocere il coniglio con dell’ottimo vino rosso!!!

Coniglio all’Uva

Ingredienti

  • 1 Coniglio a pezzi
  • 100 gr di olive taggiasche
  • 1 tazza di acini d’uva, meglio se metà bianchi e rossi
  • 2 foglie di alloro
  • rosmarino
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 bicchiere di vino rosso corposo, lo stesso che berrete a pasto
  • brodo vegetale
  • sale, olio, pepe

Coniglio02

Preparazione

Rosolate con dell’olio il coniglio in un’ampia casseruola dal fondo piuttosto alto. Aggiungete la cipolla, l’aglio tritato alloro e rosmarino.

Lasciate cuocere per dieci minuti. Trascorso il tempo coprite il coniglio con il bicchiere di vino. Unite le olive e fate cuocere a fuoco lento per un’ora. Bagnando, alla bisogna, con brodo.

Io non ho usato il brodo ed ho abbondato con il vino!! hihihi

Quando mancano cinque minuti mettete l’uva, possibilmente senza noccioli.

E… gnam!

Print Friendly, PDF & Email