«Pensi che non lo rivedrò mai più?»

«Zitta!»mi ammonisce. «Non deve neppure pensare una cosa del genere bisogna confidare che l’Onnipotente glielo riporti sano e salvo.»

«Già.» Il suo tono di rimprovero mi fa rendere conto improvvisamente di essermi lasciata andare troppo davanti a lei; mi asciugo gli occhi con il fazzoletto. «Sto meglio, adesso. Vai pure.»

Lei mi scruta con attenzione. «Metto il bollitore sul fuoco. Ci facciamo u bel tè, d’accordo? Credo che stamattina ci sai proprio bisogno di una tazza di tè.»

Annuisco debolmente. «Sì, mi vesto.»

[…]

«Non è fantastica una buona tazza di tè?»

«Infatti.» Sorseggio la bevanda calda. «Oggi ho bisogno di tenermi occupata, Oonagh.»

Mi osserva pensosa per un momento.«Bè, c’è il frutteto. Non abbiamo ancora finito di ripulirlo.»

«Dicevi che su quel posto regna una maledizione» ribatto stupita.

«Si vede che hai rotto l’incantesimo, perché la torta che abbiamo mangiato l’altro ieri era deliziosa.»

Oanag resta con me tutto il giorno, molto più a lungo di quanto dovrebbe. Ci spacchiamo la schiena nel frutteto, ma è un lavoro che dà soddisfazione, ed è incredibile quante mele riusciamo a raccogliere.

Sono frutti molto preziosi. Passiamo il pomeriggio ad annotare ricette a base di mele e di altri prodotti della terra. Gelatina di mele e mirtilli, chutney di mele e barbabietola rossa, salsa di mele, crostata di mele e rabarbaro, cordiale di mele e sambuco, torta di mele, crumble di mele, liquore di susine.

Tratto da L’adultera di Noëlle Harrison – Per info sul libro cliccate qui.

crumble01

 

Il cottage nella Contea di Cavan in Irlanda era davvero maledetto. Il povero Nicholas, Nicholas Healy, avverte sempre una presenza eterea di qualcun’altro all’interno dell’abitazione… Finché si convince che lì c’è qualcuno.

Scopre che è lo spirito di una fragile donna che abita con lui nella casa.

A Nicholas pare plausibile perché quel cottage all’inizio degli anni Quaranta era abitato da una certa June Fanning, una donna inglese rimasta sola dopo che il marito, un irlandese tutto d’un pezzo ma completamente privo di fantasia che si è arruolato ed è partito per la guerra.

Se devi parlare con gli spiriti meglio farlo davanti ad una tazza di té con un buon dolce. Se lo spirito in questione è inglese non c’è come il Crumble di mele per scaldare l’ambiente. Non badate allo zucchero per terra, i fantasmi hanno serie difficoltà a non far tremare tutto.

Io sono partita dalla mitica ricetta di Gordon Ramsay che non ha bisogno di presentazioni ed ho fatto alcune varianti. Se preferite quella originale, basta andare sul sito di real time.

crumble03

Ricetta Crumble di Mele

Ingredienti per 4 Creuset (teglia media)

6 mele

1 limone non trattato

2 cucchiai di mandorle

6 cucchiai di Zucchero Semolato

Crumble

100 gr di farina

2 cucchiai di zucchero di canna

50 gr di burro salato

3,4 Biscotti al cacao secchi

1 pizzico di cannella

crumble03

Preparazione

Grattugiate due mele. (Metodo veloce e migliore per avere una bella polpa di mele… non vi preoccupate della buccia).

Far caramellare lo zucchero in un pentolino con la cannella. Attenti a non bruciarlo.

Aggiungete la mela grattugiata e il bacillo di vaniglia. Unite le mandorle tritate, infine l’altra mela rimasta tagliata a dadadini. Grattugiate la scorza di limone e unite il succo.

Lasciate cuocere, girando continuamente, finchè non viene fuori una bella pappetta.

Per la copertura: lavorate con le mani, in una ciotola la farina con lo zucchero, il burro ben freddo e la cannella. Deve essere un composto sbricioloso da qui il nome “Crumble”.

Dividete il composto in quattro Creuset imburrate. Sopra cospargente il crumble. In forno per 20 minuti a 200 gradi finchè non sarò dorato.

E… attenti ai fantasmi saranno attratti dal profumo!

Print Friendly, PDF & Email