Scampi01

Un’idea facilissima ma buonissima? Una di quelle che sentirai la gente urlare “ancora! Ancora!”. L’ideale per un aperitivo in terrazza o mentre hai i piedi sudati poggiati sul tavolino del salotto mentre urli “Forza azzurri!!”.
Per questa ricetta non ci voleva la Pina, eh. Basta un po’ di logica. Dietetica non lo è di certo, ma il gusto. Al solo pensarci mi viene fame. Sto sbavando.
Questa ricetta potrei propinarvela come Giapponese, ma sono una persona onesta e vi dirò la verità. La ricetta è la rivisitazione di un antipasto si giapponese ma che di orientale è rimasto solo l’utilizzo del sesamo. L’idea me l’ha data una signora che porta sempre come apertura di pasto dei gamberi scottati nel sesamo. Io li ho, come dire, resi grassi e più buoni.
Il Giammy si sta ancora leccando la barbetta. Facciamola breve e diamo questa ricetta.

Scampi03
Scampi in salsa Tartara ex Giapponese

Ingredienti

20 scampi crudi, sgusciati e privati del budellino (la coda lasciatela intera)
Farina
Pepe
1 uovo
Semi di sesamo (potete unire anche delle mandorle)
Olio di semi per friggere (io uso sempre quello di mais)

Ingredienti per la salsa

Yogurt bianco (io sempre greco biologico)
Mezzo cetriolo
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cipollotto
Un po’ di prezzemolo
1 spicchio di aglio
Pepe

Prepariamo la Salsa

Mette lo yogurt in una ciotola e aggiungete il trito di cetrioli, aglio e cipollotto e prezzemolo. Potete aiutarvi con un mixer. Aggiungete l’aceto un po’ di pepe. Mescolate per bene. Lasciate in frigorifero fino a quando non è ora di servire.

Scampi02

Preparazione

Incidente la parte inferiore degli scampi. Girateli e prendeteli dalla coda. Sgocciolateli leggermente con i pollici in modo da rompere i tessuto e renderli più morbidi.
Tre ciotole: farina, sesamo e uovo.
La farina insapori tela con del Pepe, possibilmente bianco, se no va bene quello nero.
Infariniamo il gambero (no le code), poi passiamo nell’uovo. Scolate l’eccesso ed infine ricopriamo con il sesamo.
Abbondante olio di semi per friggere. Iniziamo gli scampi per due minuti finché non sono dorati.
Servite con la salsa.
Facile, buono e figho. Direi … Gnam!

Print Friendly, PDF & Email