salvacena

Facciamola breve. Io vi conosco a voi disperati. Avete visto i primi caldi e vi siete detti “la prova costume” ed avete cominciato a comprare “chilate” di insalate che tanto sappiamo benissimo che non mangerete. E lì, in fondo al frigo, sono rimaste quelle verdure. Sono tristi, rinsecchite, si sorreggono l’un l’altra.

È giunto il momento di svuotare il frigo. No che non puoi andare a fare il week end al mare e pensare che al tuo ritorno le verdure si siano salvate! Salvo che tu non voglia trasformare il tuo frigorifero in un cimitero di morti viventi.

Quindi ora silenzio e lascia starnazzare me, ovvero la papera.

Il piatto che ti propongo, può sembrare in prima apparenza per niente estivo. C’è il trucco! Puoi mangiarlo anche il giorno dopo. Anzi è anche più buono.

miestra02

Questa ricetta, se possiamo definirla così, in quel della Calabria la chiamano minestra. O quanto meno la Signora con il grembiule nero e i fiori bianchi la chiamava così. Se ne stava sull’uscio di casa a pelare patate e imprecare contro i nipoti giovani che tenevano la radio troppo alta, con quelli grandi perché non si sposavano. E ne aveva anche per i figli che non la smettevano di litigare per come dividersi la casa. Casa in cui lei viveva ancora, e alla veneranda età di 86 anni non aveva alcuna intenzione di andarsene.

La Signora in questione non mi era antipatica finchè non mi hanno costretto a fare una foto insieme a lei. Ed io, essendo di origine Siciliane, sono abituata alle foto con tutte le zie che si abbracciano. Non sono abituata alla gerarchia. Insomma, per farla breve, mi è hanno gentilmente detto che dovevo stare lontana due spanne. Io dico! Ma se la foto l’hai chiesta tu… vabeh. I Calabresi.

Questo piatto è un buon modo per svuotare il frigo e far fuori le nostre verdurine rinsecchite. Si mio disperato ti tocca pulirle, sto parlando di verdura fresca. Per una volta. Ce la puoi fare!

miestra01 “Minestra” Calabrese, ovvero tripudio di verdura

Ingredienti

1 peperone

1 melanzanza

1cipolla

1patata

Pomodori (non per forza pachino)

1 acciuga

Olio,sale e pepe

miestra03Preparazione

Sbuccia tutta la verdura e tagliala a dadini. In una padella, di quelle per fare i sughi, metti olio un po’ di peperoncino (e che se no il calabrese da di matto).

Se ti piace anche un acciughina va. Metti tutta la verdura. In teoria dovresti far rosolare prima la cipolla e le patate e poi unire il resto. So però che sei di corsa , che hai già perso tempo a pulire la verdura. Però per favore i pomodori per ultimo.

Fai cuocere a fuoco medio, finchè non si sfaldano. Qui sta il “trucco minestra”.

Poi aggiungi i pomodori e le olive. Sale e pepe.C’è chi aggiunge anche un cucchiaio di passata per renderla più “minestrosa”.Ora con 40 gradi so che non ti viene in mente di mangiarla.

Ti assicuro che il giorno dopo, o a temperatura ambiente, è ottima.eo l’ho dovuta mangiare con un Hamburger di tacchino (si vede quanto ami la carne?).

Per insaporire l’hamburger ho usato timo e origano. E si anche dei pomodori secchi.

 

Print Friendly, PDF & Email