salvacena

 

Buongiorno disperati, come ogni giovedì si parla di voi. Oggi sono leggermente in ritardo, lo so, e probabilmente molti di voi avranno deciso che questa sera ordineranno una pizza oppure faranno un aperitivo. Mi dispiace. Anche io in questo periodo sono alquanto disperata, ho un po’ di cose da fare. Come tutti. Il problema che non riesco ad organizzarmi ed incastrare tutti i pezzi e soprattutto non mi do delle priorità Per una maniaca dell’ordine e dell’archiviazione è una catastrofe.

Soffro di crisi di mezza età e del tempo instabile.

Ora che vi ho propinato cinque minuti di blabla inutile sulla mia vita, ditemi di voi. Alcuni saranno già alle prese con la maturità, con qualche esame pieno di formule. Altri con gli esami di routin (sangue, urine ect). Taluni hanno già la familiare carica di abbigliamento per spostarsi nelle secondo case con i bimbi in attesa che il marito finisca il suo giro lavorativo.

Molti sono al solito giro, tanti criceti su una ruota panoramica a regalare elettricità per la città. (Bella immagine. Cosa sto dicendo?). Tra l’altro da recenti studi si è appurato che i criceti vanno sulla ruota semplicemente perché gli piace non li obbliga nessuno! E dopo questa potete rinchiudermi in gabbia, insieme ai topi di laboratorio.

Va bene, va bene. La pianto. Sono qui per voi, disperati. La scuola sta finendo, l’estate (dicono) arrivi domani, tutto questo  mi fa solo urlare una parola “melanzana”. E dato che voi disperati, lo so non fingete, la cosa che divorate con più gusto son i panini ho deciso di unire le due cose.

Melanzana Panino anche detto Pelanzanino!

Melanzana_pan01

1 melanzana tonda (anche fette di melanzana griglia surgelata)

6/7 fette di pane (dipende da quanto è grande la melanzana)

1 Mozzarella

1 acciuga

1 spicchio di aglio

Olio,sale e pepe

Basilico

Melanzana_pan02

Preparazione

Si disperati. Potete usare anche le melanzane surgelate, quelle grigliate già pronte.

Per i meno polentoni, prendete le melanzane e tagliatelle a rondelle di 2 cm. Fategli fuoriuscire l’acqua. Come? Sale sulle fette di melanzane e dimenticatevele nello scolapiatti per almeno 20/30 minuti.  Perché? Così rimangono tenere, cuociono prima e non hanno quell’abominevole gusto di bruciato.

Fate grigliare le fette di melanzane. A parte, con l’aiuto di un mixer (se no via di coltello), tritate il basilico, uno spicchio di aglio (levate il cuore), un acciuga, olio, sale e pepe.

Facciamo grigliare leggermente del pane. Io che non mangio pane ho utilizzato delle fette ai 5 cereali con fiori di lino biologiche (si lo so mi odiate).

La base sarà il nostro pane. Un goccino di olio. Il nostro trito di basilico. Una fetta di melanzana e sopra la mozzarella. Altra fetta di pane per chiudere.

Potete sostituire la mozzarella con il parmigiano o la feta. Se usate la mozzarella potete anche decidere, una volta pronti tutti i panini, di adagiarli su carta forno e farli passare in forno per un 5/10 minuti a 180 gr così per sciogliere la mozzarella.

Per i più golosi potete aggiungerci il prosciutto che, a dirla tutta, secondo me non sta benissimo. Potete invece rendere più “schiccoso” il vostro panino con delle belle fettine di spada grigliata.

Insomma è un panino! Io vi ho salvato la cena, ma voi usate la fantasia