TOP

Disperate Chef uno sformatino da mangiare sul balcone?

salvacena

Disperati, buongiorno!

Come ogni giovedì si parla di voi. Di quelli che la pasta al tonno la mangiano prima di un esame, quando mamma non c’è, quando la moglie va in piscina.

A voi piace che sia stopposa così da potervi bere tutto di un sorso mezza lattina di birra.

Sempre voi che appena avete visto la colonnina segnare 27 gradi avete urlato “maree” e vi siete fiondati sul balconcino con la sdraio che possedete da dodici anni. Siete rimasti li con la rivista e la crema solare. Un sorriso stampato che si è poi tramutato in una bestemmia alla vista dell’unica nuvola che ha deciso di posizionarsi perfettamente sopra di voi.

Voi che siete agitati perché giugno è mese di esami e di partenze. Bisogna finire quanto fatto. Non c’è più tempo. Non volete più ritornata a casa al calar del sole, ora volete godervi l’estate. Siete pronti a inforcare occhiali ed infradito.

Per tutti voi una ricetta da domenica d’estate. Una ricetta di quelle che prepari prima e te la dimentichi. La puoi portare al mare, in piscina, in collina. Sul balconcino di casa. Puoi anche metterla in una schiscetta e portartela in ufficio.

Potete abbinarla anche alla classica bistecca ai ferri che preparerete a petto nudo indossando orribili pantaloncini Hawaiani che fa tanto America.

Sformatino di Patate e Pomodori

sformato01

Ingredienti

4 kg pomodori

4 kg di patate

2 confezioni di pomodori secchi (se piacciono)

Origano, pangrattato

Olio, sale e pepe

sformato02

Preparazione

Sciaquate i pomodori e tagliateli a fettine sottile. Tagliate a rondelle le patate.

In una ciotola mettere le patate e in un’altra i pomodori. Per ogni ciotola versate olio, sale , pepe ed origano.

In una teglia cominciate con le patate , poi disponete i pomodori. Così finchè la taglia non sarà belal piena. Sopra mettete i pomodori secchi. Spolverizzate con il pangrattato e infornare a 180 gradi per 30/40 minuti.

Esaurita Sciura Milanese per vocazione e per residenza. Cucina, Viaggia e Fotografa in ordine sparso e casuale. Starnazza sempre. Non guida, ma va dappertutto.

Post a Comment