TortoFrittata del Giammy per una Pina sull’orlo del precipizio Giapponese

jap

In questi giorni non sono molto presente e lo sarò sempre meno. Non è a causa della Pasqua che è arrivata con Bunny. Il 25 aprile parto per Tokyo, la mia prima volta. Non solo di andata e, si spera, ritorno per il Giappone ma che affronto un viaggio così lungo. Non ho paura dell’aereo ed abbiamo avuto il culo di avere mille miglia da spendere e quindi viaggiamo comodamente con Alitalia. Volo diretto. Insomma non mi posso lamentare.Il problema che io le novità le rinnego. Mi vado a spiegare. Da marzo che abbiamo bloccato il volo ed io ho preso l’informazione e l’ho gelosamente custodita tra le piume della Peppina. Poi sabato mi fai “Ehi! Testina guarda che andiamo a Tokyo” ed io ho riposto “Pepp che stai dicendo?” e lei mi ha scaraventato addosso il pc per mostrami i biglietti aerei. Li ho realizzato due cose. La prima è l’ennesima dimostrazione che quella intelligente è la Papera, la seconda che io non sapevo nulla.Nulla sul Giappone, a parte dove è nata Sailor Moon, dove si trova Totoro, dove posso trovare Pucca, Ranma, e del buon the matcha. Insomma informazioni davvero utili.Timidamente ho chiesto al Giammy “ma con i soldi?” e lui mi ha riso in faccia dicendomi che forse dovevo prima preoccuparmi di cose più urgenti. Così ho preso la cartina di Tokyo e sono svenuta per diverse ore; quando mi sono ripresa mi sono armata di tutti i miei aiutanti: Peppina al PC, Mr. Danbo alla fotografia, i Rabbids sulla mappa. E beh insomma. #celapossiamofare. Forse.Di sera sono talmente stanca che il vino scorre a fiumi componendo canzoni che troverete racchiuse in una compilation per matti. ( che sto dicendo?).

Sto facendo delle guide per me e Giammy munite di tutte le informazioni,anche le più ioditi, meglio essere prudenti, che io in Giappone potrei perdermi e non tanto fisicamente ma in maniera più profonda. Questo per dirvi che di la, in agenzia Pepe Tour, stanno comparendo post su quanto appuntato. Mi sono anche messa in testa di fare una ripresa per ogni giorno di viaggio. (Scappate! Così quando torno siete liberi). Considerando i miei scarsi mezzi per montare i video penso che potreste vederli per Natale, ma…vabeh al massimo vengo a casa vostra e mi prestate un PC? Certo in cambio sforno biscotti.Sicuramente appena avrò una connessione libera vedrò di blaterare sul mio stato d’animo. Per ora mi sfamo con quello che c’è in frigo e che il Giammy è riuscito a rendere caldo.

Oggi qui c'è una “TortoFritttata”, come l’ha chiamata il Giammy (in famiglia siamo tutti sani), che non ha niente di dietetico e non è nel mio mood “ammazza il colesterolo”, ma non ho la testa per cucinare. Vedo solo ciliegi, rail station ed ho sempre Sailor Moon che mi manda Whatsapp dicendo “io so tutto”. Si sto parlando di TE!

TortoFrittata del Giammy

frittata01

Ingredienti

4 uova grandi80 g di pancetta dolce a cubetti2 patate di media grandezza2 cipollotti2 cucchiai di olio di semi2 cucchiai di pecorino (per me il Giammy ha abbondato )prezzemolo

Preparazione

In una padella antiaderente soffriggete il cipollotto, aggiungete la pancetta e fate rosolare per qualche minuto. Nel mentre pelate e lavate le patate e tagliatele a tocchetti.Togliete la pancetta e cipolla dal fuoco e mettete da parte. Rosolare i cubetti di patata e pepate .

Sbattete le uova intere in una ciotola abbastanza grande da contenere tutti gli ingredienti.Uniamo tutti gli ingredienti: cipollotti, pancetta e patente. Giusto per non farci mancare niente un po’ di pecorino.Assaggiate e nel caso salate (c’è pecorino e pancetta che sono molto salati).

Foderate una teglia con carta da forno, versatevi la frittata e fate cuocere in forno già caldo a 180° per circa 25-30 minutiBuona era buona!

Ti è piaciuto? Share!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

7 risposte a “TortoFrittata del Giammy per una Pina sull’orlo del precipizio Giapponese”

  1. buon viaggio!!!!!!!!!! Mio marito ti invidierà mooooltoooo, sono 5 mesi che studia il giapponese, che io cucino piatti giapponesi, che mi ritrovo la casa cosparsa di post-it con il nome delle cose su cui è appiccicato in giapponese e quindi….buon buon buon viaggio cara!!!

    1. Ahahah beh direi che voi siete decisamente più organizzati. Non come me che sono solo 3gg che leggo . Mi resta oggi e domani …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

On Key

Related Posts