TOP

agnello01

Io non mangio molta carne, non sono vegetariana/vegana/contro. Sono una che ci tiene alla salute, una consapevole che la carne non fa bene. Non bisogna mangiare troppa carne. Io la mangio al più una volta ogni 2/3 mesi. Mangio moltissimo pesce e tutti i giorni assumo verdura e frutta. Una volta ogni tanto, in maniera non programmato, se capita mangio schifezze. Tipo che so il mcdonald, oppure una bella frittura (che non amo il fritto io ) o una cena super calorica di una gustosa cucina regionale, dall’antipasto al dolce. Giusto per ricordare al mio fegato che non deve non lavorare.

Non amo il maiale, anzi mi fa proprio schifo, il vitello lo detesto perché ci costringono a mangiarlo. Molti supermercati non danno alternative: pollo, maiale o vitello. E le carni bianche? L’Italia è piana di carni bianche, di allevamenti che si tramandano di generazioni, ma le multinazionali ci impongono la Mu-mu-cca, questo per dire che non me ne frega niente di cosa pensi la gente.

Detto questo io mangio il coniglio, l’agnello ed il capretto. Li mangio indipendentemente se sia Natale, Pasqua o ferragosto. Li mangio a chilometri zero, biologici e quando ne ho voglia. Sempre prediligendo il gusto la salute ed il pesce.

Queste fotografie già solo a guardarle mi fanno salire l’aquilina in bocca. Verde del pistacchio e fava, già basterebbe a farmi svenire, e poi li c’è il Signor Agnello. Un Agnellino da latte, molto buono.

È una ricetta di una semplicità mostruosa e di un gusto fantastico. Secondo me l’ideale per far colpo se avete persone a cena. Se qualcuno non amasse l’agnello, ovviamente può sostituire con qualsiasi carne, basta che sia magra. Come vino, non ne parlo mai, ma qui evitate il rosso un buon bianco è l’ideale.

Poi beh i pistacchi sono di Bronte, cercati per mesi a Milano, quindi non ho che da dirvi “Provate Papere, provate!”.