TOP

La Primavera attraverso un #cupcakes

cupcakes_primavera02

Queste foto risalgono a quasi un anno fa. L’ho fatto apposta. Sono stati i primi dolcetti usciti dal mio nuovo forno,dalla mia nuova cucina. Dalla nostra nuova casa.

Sono stati fotografati dopo pochi giorni da quando sono stata lasciata a casa. Ed io ero come quelle margherite bianche. Avevo appena fatto gli anni. Il Giammy mi ha regalato dei fiori semplici perché dovevamo, in teoria, metterli nella gigantesca vasca da bagna e farci il bagno insieme. Io ho preferito metterli in un vaso.

La casa era stupenda. Ancora vuota, con solo la cucina e la camera da letto; eppure. Eppure piena di sole e colore. Nonostante la battosta lavorativa ero piena di prospettive. Ero certa che non sarei stata abbandonata, certa che questa caduta mi avrebbe portato in un posto migliore.

È passato quasi un anno, tutte le persone che credevo avere, sono sparite. Tutte tranne il mio Giammy ed un mio amico. Di cose eccezionali proprio non ne sono successe. Se per eccezionali si intende ritrovare in breve tempo un impiego ed essere spensierati.

cupcakes_primavera

Oggi mi sento di dire che sono fortunata. Ho beccato un melanoma, ma in forma leggera. Talmente leggera che me la sono cavata con una cicatrice da 7 cm in mezzo alle scapole. Ho il Giammy che mi porta a Tokyo. Abbiamo arredato casa e stiamo pensando di sistemare il terrazzo. Ho questo mio blog, la mia ancora di salvezza, in cui trovo dietro alla tastiera persone autentiche. Sto piano capendo che in fondo per quanto possa essere “male”, è sempre primavera. Come una margherita stendo i petali per prendere il sole e sorrido.

Voglio sorridere. Voglio godermi il Giammy e se l’inquilino del piano di sopra ha deciso che, nonostante le estenuanti ricerche, io debbo stare a casa. Non importa. Voglio provare a pensare che non importa, che sono fortunata. Che posso farcela. Che non mi devo sentire menomata e non debbo per forza giustificare ogni mia singola aziona. E debbo forse credere di più in quello che faccio. Dedico tempo, non mirato e costante come vorrei, al mio sociale 2.0., questo vorrei che si incrementasse, diventasse più reale per ottenere solo la riprova che ogni giorno è Primavera e mi posso reinventare.

cupcakes_primavera05

La cicatrice che porto sulle scapole è lí per un motivo. Non è stata una punizione, è lí per ricordarmi che sono fortunata. L’inquilino del piano di sopra, Dio, ha deciso di tatuarmi per farmi ricordare di quante cose posseggo e di quanto ogni giorno debbo ringraziare per quello che posseggo, senza soffermarmi di quello che non ho. Mi nutrirò delle vostre storie, degli abbracci del Giammy, dei miei sogni, e se rigo dritto l’inquilino saprà regalarmi altre sorprese. Ne sono sicura.

Questi i miei pensieri sulla Primavera e questi i miei cupcakes cucinati a fine estate e che vi ripropongo come apertura della bella stagione; perché in fondo è proprio vero: la vita è un cerchio da disegnare.

cupcakes_primavera03

Ingredienti 12 Cupcakes alla Pesca

2 uova medie

150 g di zucchero semolato

125 g di burro fuso

125 g di yogurt (io alla pesca)

una goccia di vaniglia, io ho messo il Rum e…beh squisito.

240 g di farina 0

mezza bustina di lievito per dolci

un pizzico di sale

due cucchiai di latte

tre o quattro pesche medio-piccole

zucchero di canna grezzo q.b.

zucchero a velo q.b.

cupcakes_primavera04

Preparazione

In una ciotola unire le uova con lo zucchero e poi il burro, fino ad ottenere un composto cremoso. Incorporare lo yogurt ed il rum (o la vaniglia). In un'altra ciotola settacciare la farina, il lievito con il sale. Unire i due composti. Aggiungere due cucchiai di latte.

Sbucciare le pesche e tagliarle a dadini, il più piccini possibili.

Unire le pesche al composto e riempire i pirottini. In forno per 35/40 minuti per 180°.

 

Esaurita Sciura Milanese per vocazione e per residenza. Cucina, Viaggia e Fotografa in ordine sparso e casuale. Starnazza sempre. Non guida, ma va dappertutto.

Comments (4)

  • Questa si che una idea originale per festeggiare la primavera

    reply
  • pensa un po’, tu sulle scapole e io sulla coscia 😀
    che coppia!!!
    :-*

    reply
    • Ma a me dalle scapole spuntano le ali. A te sulla coscia … Mmm le squame? Ahahha

      reply

Post a Comment