Ultimamente va molto di moda lo “straniero”, personalmente resto per il tradizionale Made in Italy. Un qualcosa che in silenzio sta scomparendo. I brand, talvolta, restano ma la fabbrica, la storia di una famiglia tendono ad essere dimenticati.

Dietro a marchi di successo italiani ci sono uomini, padri di famiglia che hanno fatto delle loro passioni prima di tutto visioni ed innovazione e poi, con un pizzico di fortuna, e tanto lavoro sono diventate Aziende.
Tra i miei marchi che tengo nel cuore ci sono: il Signor Bialetti, Missoni, Alviero Martini, Pastiglie del Leone, Caffarel, FIAT, Kartell, Fratelli Guzzini , Alessi e Trudi.
Altri marchi erano nel mio cuore ma ormai di Italiano è rimasto ….cosa? Per citarne alcuni: Campari, Valentino, Peroni, Galbani (la mia prima gita scolastica) ect ect.

La Fabbriica Alessi si trova a Crusinallo, una piccola frazione di Omegna. Alessi è fondata nel 1921 e come scritto sul sito Alesssi.it è la storia di una grande famiglia.

“La mia famiglia è radicata sul Lago d’Orta da tempo immemorabile. Le origini si rintracciano più precisamente in una valle stretta e povera delle Alpi italiane, vicina alla Svizzera, la Valle Strona, dove ancora oggi sopravvive l’antica tradizione della produzione artigianale di oggetti di legno e metallo.

Nella Alessi il design, così come lo si intende oggi, è incominciato con mio padre Carlo, che ha messo a frutto la propria formazione di disegnatore industriale creando quasi tutti i prodotti entrati nei nostri cataloghi tra il 1935 e il 1945.
Negli anni ‘50, mio padre ha preso il posto di suo padre Giovanni (fondatore dell’azienda nel 1921) in veste di direttore generale, abbandonando completamente l’attività di designer e incominciando ad avvalersi della collaborazione di designer esterni, secondo la pratica che sarebbe diventata tipica di tutte le ‘Fabbriche del design italiano”.

Alessi0004

Amo Alessi per il suo design inconfondibile che sa essere originale, utile e pratico. Passo le ore a “giocare” con i piccoli accessori da cucina. I miei occhi si trasformano in stelle luccicanti quando guardo le figure di Natale made in Alessi. Resto sempre affascinata dalle caffettiere e teiere, in particolare la caffettiera La Conica progettata da Aldo Rossi.
Osservandola vedo sempre nuovi mondi. A volte pare essere una navicella spaziale pronta a vagare nello spazio. Spesso mi appare una casa magica, dove una volta aperto il coperchio, oltre alla schiume e l’inconfondibile aroma di caffè, escono pupazzi fatti di cioccolata pronti a macchiarsi del color caffè.

La caffettiera Conica nasce nel 1979 da un progetto di Alessnadro Mendini che vuole promuovere l’Officina Alessi facendola partecipare ad un’iniziativa rivolta ad architetti di fama internazionale per la creazione di un set da tè e caffè. Il progetto si chiama Tea&Coffee Piazza” che ha lo scopo di unire architetti con oggetti di uso quotidiano. Unire il design italiano del secondo dopoguerra e oggetti di semplice utilità.

Conica, ideata e progettata da Aldo Rossi, è l’espressione del design in un oggetto tanto semplice quanto spettacolare e di uso quotidiano qual è la caffettiera.

La Conica rappresenta la casa del caffè dove le persone vengono richiamate dal suo aroma ed unire dal suo calore. Questa caffettiera è tutt’ora in produzione nella Fabbrica Alessi ed ad essa si è unita Cupola per rendere questo oggetto accessibile a tutti, proprio come voleva Aldo Rossi.

Alessi0005

Come potete vedere nelle foto, io non amo Alessi. No vero? E  nel mio piccolo ho taluni oggetti in casa… Qui alcune fotografie degli acquisti di oggi e di ieri.

Per ulteriori informazioni c’è ovviamente il sito Alessi: http://www.alessi.it/it/

Alessi0002

Alessi0000

Alessi0003

Print Friendly, PDF & Email