TOP

Sognate con i vostri figli

nataleio2

Natale è sinonimo di fiaba. Quando ero bambina mamma, uno dei primi giorni in cui era a casa dal lavoro, ci portava al cinema. Ogni anno. Eravamo in 4: mio cucino e mia zia, io e mamma.

Non so bene a quelle cinema andassimo. Penso comunque a Sesto San Giovanni, ho vissuto li per molto tempo. Ricordo che il cinema era vicino ad una Chiesa. Era uno dei pochi momenti in cui si andava al cinema. Si aspettava con una certa fibrillazione il cartone animato di Natale della Disney.

Un po’ mi manca. Oggi sento molti genitori che praticamente passano tutti i week end al cinema perché ogni mese esce un cartone animato. Capisco che i tempi sono cambiati e andare al cinema è per tutti, non un privilegio. Però, secondo me, bisogna fare uno sforzo e creare delle tradizioni. Vi assicuro che è bello per i vostri bimbi vivere dei momenti speciali perché lo ricorderanno. Le tradizioni ti lasciano ricordi indelebili e segni di amore familiare. Potete viziare i vostri figli quanto volete portandoli a vedere tutti i cartoni animati, comprandogli anche gadget legati a questi, facendo i salti mortali per potarli in giro per centri commerciali e piazze solo perché c’è quel determinato pupazzo. Ma non serve. Quando saranno grandi non ricorderanno nulla, semplicemente perché è normale che mamma e papà li portavano in giro. Se invece create un’aspettativa, un sogno e desiderio, quando poi lo vivranno felici con i propri genitori. Beh lascerà il segno. Ve lo assicuro.

Forse l’errore in cui si cade, in cui cado spesso anche io, è forzare le tradizioni dei nostri tempi. Non fatelo. I nostri tempi ormai sono perduti. Potete fare vostra una tradizione di famiglia e riproporla per ricordare i vostri genitori ed i vostri nonni. Per tenere ben salde le radici di famiglia. Questo si. Sulle tradizioni, chiamiamole outdoor, non attaccatevi ai vostri ricordi. Potreste non riuscire a riproporle. Partite certo dai vostri ricordi, se no che tradizioni sarebbero, ma ricreatele ai tempi di oggi. E non date l’dea ai vostri bimbi che tutto è scontato. Non lo è. Ogni cosa va conquistata, va sognata e desiderata sul serio. Il desiderio è un sentimento bello, se positivo. Oggi sono circondata da bambini “che vogliono” non desiderano. L’attimo stesso in cui ottengo, il vogliono è già morto. Il desiderio è legato al sogno.

 

Create sogni per i vostri figli anche se la Disney non ci aiuta più. Lo so. I cartoni di oggi, non tutti, sono banali, ovvi, e solo molto colorati. Le storie però possono essere anche inventate da voi con l’ausilio anche di canali televisivi, web e cinema. Serve impegno, dedizione e la voglia di ritornare a sognare.

Sognate con i vostri figli. La mia conquista più importante di questo dicembre sono stati i miei che hanno affermato in maniera oneste e senza ironia: “in fondo restare sempre un po’ bambini non è sbaglio”. Qualche anno fa non lo avrebbero detto. Hanno capito che è questa la strada che sto percorrendo e non la voglio abbandonare.

sogni

Dei miei cartoni di Natale di quando ero bambina ricordo l’ultimo. Un cartone animato che , per altro, non ha avuto il grande successo che hanno sempre i cartoni Disney. Sto parlando di: Oliver & Company.

Ricordo anche che siamo entrati in ritardo e che abbiamo perso l’inizio. Io non ricordo molto del mio periodo di bambina. Ho , penso volutamente, rimosso un sacco di ricordo. Ho un vuoto cosmico fino all’inizio della adolescenza, e so che non è normale. Questo però lo ricordo, proprio per il meccanismo che vi spiegavo prima.

Ricordo che avevamo posti molto vicino. Ricordo che poi mamma mi regalò il Diario, con copertina verde, di Oliver & Company. Comrpato alla Standa. Uno dei pochi regali fuori dalle feste. Ne ero felicissima. Il diario non l’ho potuto usare perché a scuola (andavo dalle suore) era scelto dalle insegnanti, ed era uguale per tutti. Quello fu il mio primo quaderno. Il mio primo Diario personale. Scrivevo cose, pensieri a caso. Ed avevo 9 anni.

Oliver & Company è uscito nel 1988 e avevo 7 anni. E scrivendo qui, ho riportato alla memoria un ricordo importante.

Altri cartoni animati della Disney che mi hanno segnato la vita?

La Sirenetta anno 1989, un anno dopo. È in assoluto il mio cartone preferito. Sono follemente innamorata di Sebastian. Vorrei avere un amico come lui, con la sua parlata. Sebastian era il grillo parlante di Arial. Mi piace da matti questo cartone per le musiche. Ancora oggi mi ritrovo a cantare “in fondo al mar!”. E la frase di Ariel “Come si chiama?” la uso in continuazione. Feci anche l’album di figurine. L’unico che riuscì a finire grazie al contributo di tutti gli zii. L’ho custodito per anni, poi nei traslochi è andato perso.

Mio zio sosteneva che il mio cartone animato preferito era Dumbo anno 1941 dove ovviamente io non c’ero, ma appunto mio zio mi fece vedere la video cassetta per estati intere. Dumbo, a dirla tutta, mi faceva paura. Un’ansia terribile. L’ho rivisto l’anno scorso ed ho capito cosa mi dava ansia. È un film triste. L’inizio con quella pioggia, le voci “cattive”, tutti che prendono in giro il piccolo Dumbo e la madre. I pachiderma donna che sono esattamente come le compagne di classe. Perfide e ti parlano alle spalle. E poi quando Dumbo si ubriaca beh quella parte mi fa veramente paura.

Altro cartone che mi ha cambiato l’esistenza, sempre grazio a mio Zio, è Robin Hood anno 1973. Non per Robin Hood che non mi piaceva ma per il Principe Giovanni. Avevo ripiegato su di lui il mio personale immaginario di uomo. E lo vedevo mammone, ipocrita, senza palle. Ecco a 10 anni avevo già capito tutto.

Posso concludere urlando una cosa “Basta con i sequel!”. Cara Disney e Pixar se avete perso la fantasia non producete cartoon, okkey!

E voi? Quali sono i cartoni Disney che vi hanno segnato?

 

Esaurita Sciura Milanese per vocazione e per residenza. Cucina, Viaggia e Fotografa in ordine sparso e casuale. Starnazza sempre. Non guida, ma va dappertutto.

Comments (1)

  • Come dici tu il Natale è una fiabia . I cartoni che fa la disney erano bellissimi , non dico che questi sono belli ma quelli del passato sono bellissimi . Il Natale è la cosa più bella del mondo e si passa tutti insieme e spero che tu passi un bellissimo natale con la tua famiglia

    reply

Post a Comment