Io nasco al Sant’Anna di Torino, come due terzi (o forse più) della popolazione Piemontese. Mio Zio, lo zio più iperattivo del pianeta, era di Montà D’Alba. Ho passato intere estati da loro. Per innumerevole ragioni, alcune che faccio anche fatica a ricordare, non metto mai piede nella terra del Piemonte. In passato l’associazione che gestivo mi ha portato a Torino senza vederla.

E l’altra sera il Giammy “andiamo nelle Langhe” che per me era come dire “si va nella steppa Russa”, ho faticato non poco ad associarlo al mio essere bambina. E , grazie al cielo, non ricordavo proprio niente di Alba. Si. Sono una di quelle che si attacca alle emozioni e quindi preferisce non solcare due volte il territorio.

Alba l’ho vista poco. Siamo stati trascinati nel turbine di bancarelle e profumi. Poi certo arrivare da Milano fa si che la giornata è quella che è. Mah.

Tremate gente! Ho documentato tutto con il mio fidato iPhone!

 Una Domenica ad Alba 

Tartufo, un’eccellenza del Territorio

Tartufo_bianco

Gli antichi lo consideravano il cibo degli dei, con poteri afrodisiaci ben utilizzati dall’ardente Giove, il tutto mentre i ricettari romani consigliavano di cuocere i “tuberi” (la classificazione come fungo arriverà molto più tardi) sotto la cenere e di consumarli con il miele.

Nel medioevo si diffidava di queste strane creature della natura, temendone effetti velenosi.

La consacrazione arrivò solo negli ultimi due secoli, alle corti nobili, anche se la cucina povera del territorio non disdegnò mai un’insalata con il tartufo a pezzi. E come potevano? Ce n’erano a quintalate!!

E poi arrivò lui: Giacomo Morra. Ed il tartufo fu identificato ed associato alla città di Alba.

Giacomo Morra nel 1928 ideo la Fiera del Tartufo facendo conoscere non solo questa preziosa golosità ma anche i prodotti del territorio. Morra è riuscito a promuovere il tartufo e il territorio tra le celebrità cinematografiche, i capi di stato, così da spingersi al di la dello stivale.

Alba

Le Langhe è un territorio che unisce gusto, itinerari per motociclisti e ciclisti ma non solo.

Altre informazioni su Pepetour.wordpress.com

Print Friendly, PDF & Email